Nicolò Degiorgis – Hidden Islam

Modena - 12/12/2015 : 12/12/2015

Presentazione del volume premiato a Paris Photo 2014. Un'indagine sulla realtà del culto musulmano nel nord-est dell'Italia, dove si prega in palestre e garage.

Informazioni

Comunicato stampa

L'Islam che non si vede nelle fotografie di Nicolò Degiorgis
Sabato 12 dicembre, ore 17, al Foro Boario la presentazione del volume premiato a Paris Photo 2014
Un'indagine sulla realtà del culto musulmano nel nord-est dell'Italia, dove si prega in palestre e garage

Modena - Sabato 12 dicembre, alle 17, il bookshop di Fondazione Fotografia, presso il Foro Boario di Modena (via Bono da Nonantola 2) ospiterà la presentazione del volume fotografico Hidden Islam di Nicolò Degiorgis



Vincitore nel 2014 dell’Author Book Award ai Rencontres d’Arles, nella sezione giovani autori, e del premio di Paris Photo/Fondazione Aperture, Hidden Islam, edito da Rorhof, è un’opera di estrema attualità, che mostra le condizioni del culto islamico nel nostro paese attraverso un’accurata indagine tra le comunità nel nord-est italiano, dove i luoghi di preghiera sono stati ricavati in capannoni industriali, garage, negozi o discoteche. In Italia, infatti, ci sono soltanto otto moschee ufficiali, a fronte di 1,3 milioni di musulmani, come ricorda Martin Parr nella prefazione al volume: «Un aspetto affascinante della fotografia - scrive il fotografo inglese, che ha collaborato anche all'editing - è che può parlare di luoghi e idee di cui altrimenti non avremmo conoscenza».

Per cinque anni Degiorgis ha visitato, vissuto, e mappato le comunità del nord-est, riproducendole attraverso un filtro che riuscisse non solo a restituirne l’atmosfera, ma anche i legami con il tessuto urbano. La composizione del volume è studiata per rendere questa doppia angolazione: l’impaginazione prevede che gli esterni — fotografati in bianco e nero — si sovrappongano, ripiegandosi, alle foto degli interni e della vita della comunità.

Nato e cresciuto in Alto Adige, Nicolò Degiorgis si è laureato in lingua cinese a Ca’ Foscari e ha vissuto per qualche tempo ad Hong Kong. Dopo uno stage di sei mesi alla Magnum Photos di Parigi, ha vinto una borsa di studio a Fabrica ed è entrato a far parte dell’agenzia fotografica Contrasto, ottenendo una serie di incarichi per varie riviste internazionali e documentando diversi eventi, dalle biennali d’arte alla primavera araba. Elemento ricorrente nel suo lavoro è l’interesse per le dinamiche che conducono all’emarginazione delle minoranze e per i meccanismi attraverso i quali quest’ultime riescono a ritagliarsi uno spazio vitale all’interno della società.

La presentazione del volume è ad ingresso libero. Come sempre, l’autore sarà a disposizione del pubblico per autografare alcune copie. Per informazioni: Fondazione Fotografia Modena, tel. 059 239888, [email protected]