Nicola Rotiroti – Se dici Ciampoli

Pescara - 05/07/2019 : 29/07/2019

Mostra personale d'arte contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: 16 CIVICO
  • Indirizzo: Strada provinciale S.Silvestro ,16, 65132 - Pescara - Abruzzo
  • Quando: dal 05/07/2019 - al 29/07/2019
  • Vernissage: 05/07/2019 ore 18,30
  • Autori: Nicola Rotiroti
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

16 Civico, con il patrocinio dell'assessorato alle politiche culturali della città di Pescara e l'associazione OPUS, presentano l'ultima mostra della stagione 2018/19, accompagnata dal testo critico di Silvia Litardi.
Una mostra nata e pensata con e per 16Civico e Christian Ciampoli, suo direttore artistico, artista a sua volta e fondatore dello spazio no profit.
In mostra una sola opera che si compone di 8 forme di gomma, di linoleum, ad abitare gli spazi interni ed esterni della casa. Ognuna ha due facciate di colore grigio ceruleo, quello del materiale stesso

Il linoleum, che a Roma aveva attivato il richiamo ad entrare in un’altra dimensione percettiva del “pittorico”, qui a Pescara diventa protagonista.

«Il caldo aldo evapora dall’asfalto gommoso, deforma orma ma le ombre si avvicinano»

Qualcosa di simile a quell’asfalto si condensa attraverso il linoleum, prende corpo attraverso il processo artistico passando da uno stadio solido a uno “gommoso” laddove la casa pescarese ed il suo proprietario rappresentano l’evento che le ha indotte a sollevarsi, germinare, cogliendo l’invito ad “apparire scultura”.
Le 8 forme disseminate nelle stanze, sono diverse l’una dall’altra, ognuna è riconducibile a una posizione assunta da Ciampoli durante quella prima giornata trascorsa insieme; tra tutte, una inserisce un tema ricorrente nella produzione pittorica di Rotiroti: il paesaggio. Su una delle due facciate si staglia una veduta della marina di Pescara vicino al 16Civico.

Le 8 forme nascono dal desiderio di misurarsi con un luogo speciale, una casa e un progetto artistico, con il suo ideatore, nel suo stare lì oggi e con la “storia dello stare in quel luogo”.
Durante una giornata passata insieme nella casa in prospettiva della mostra, Nicola scatta molti ritratti fotografici a Ciampoli, si muove registrando la dialettica del corpo dell’amico con la casa, i suoi modi e movenze.