Nicola Evangelisti – Hyperbolic Arguments

Bologna - 27/09/2013 : 27/09/2013

Face Creative Link presenta Hyperbolic Arguments, il nuovo progetto urbano di Nicola Evangelisti: una videoproiezione sulla facciata del cortile dell’Ex Ospedale dei Bastardini in cui la fenomenologia di un temporale viene ricreata e riletta attraverso la sua visione poetica e la sua sensibilità artistica.

Informazioni

Comunicato stampa

n progetto di
Nicola Evangelisti in collaborazione con Fabio Bozzetto
A cura di Face Creative Link


HYPERBOLIC ARGUMENTS
Videoproiezione di Nicola Evangelisti e Fabio Bozzetto
A cura di Face Creative Link

Bologna Water Design 2013
Cortile interno Palazzo Ex Ospedale dei Bastardini, Via d’Azeglio n°41
Lunedì 23 settembre 2013 ore 21.30
Venerdì 27 settembre 2013 ore 21.30


Il 23 e il 27 settembre, in occasione della manifestazione Bologna Water Design 2013 dedicata al design dell’acqua, Face Creative Link presenta Hyperbolic Arguments, il nuovo progetto urbano di Nicola Evangelisti: una videoproiezione sulla facciata del cortile dell’Ex Ospedale dei Bastardini in cui la fenomenologia di un temporale viene ricreata e riletta attraverso la sua visione poetica e la sua sensibilità artistica.

Hyperbolic Arguments è la forza della luce che reinterpreta - volumizzandola e intensificandola - la potenza energetica di un universo prossimo ma totalmente icastico.
Un mistero sull'origine di una virulenza fenomenica tanto estetica quanto scientifica nel suo sviluppo matematico frattale. Ricamo di luce, arcobaleno, “acquarcana” che “reimpasta” la luce filtrata dalle lacerazioni del tessuto spaziale in funzione di un ampliamento percettivo che fonda - all'interno di un'unica istanza - la dimensione contingente e la sfera universale.
I boati dei tuoni rompono il silenzio: la natura manifesta gradatamente la forza della propria presenza in uno sviluppo di forme che va dall’ordine al caos. Vento incalzante, acqua di temporale con tuoni e boati virulenti, ritorna, a poco a poco, allo stato di quiete recuperando il proprio “silenzio” e modello ordinato.
La folgore, visualizzazione fenomenica della natura, diviene ermeneutica di rapporti cosmici, praticata all'interno di processi universali.