Nicola Alberto Bottalico – Il colore si accende

Milano - 10/06/2015 : 14/06/2015

Attraverso un’accurata selezione di acquarelli, chine e tecniche miste esaltate dalla luce, l’artista, in questa breve ma intensa personale, lancia il progetto degli acquarelli che si “accendono”.

Informazioni

  • Luogo: ARTESPRESSIONE
  • Indirizzo: Via Della Palla 3 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 10/06/2015 - al 14/06/2015
  • Vernissage: 10/06/2015 ore 18,30
  • Autori: Nicola Alberto Bottalico
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: un’ apertura straordinaria anche nella giornata di domenica, tutti i giorni dalle 12 alle 19.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: STUDIO DE ANGELIS

Comunicato stampa

La mostra inaugura mercoledì 10 giugno alle 18.30 e rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 14 giugno, con ingresso libero e un’ apertura straordinaria anche nella giornata di domenica,
tutti i giorni dalle 12 alle 19.

Negli spazi della galleria ARTESPRESSIONE di via della Palla 3 a Milano, saranno esposte, per la prima volta al pubblico, le opere di Nicola Alberto Bottalico con la mostra dal titolo “Il colore si accende”. Alberi, boschi di notte ed altre opere

Attraverso un’accurata selezione di acquarelli, chine e tecniche miste esaltate dalla luce, l’artista, in questa breve ma intensa personale, lancia il progetto degli acquarelli che si “accendono”. “Il Colore si accende” Alberi, boschi di notte e altre opere di Nicola Alberto Bottalico è l’esempio perfetto e assolutamente innovativo, tra creatività e tecnica di light design, di un percorso artistico fatto di ricerca e sperimentazione che si concretizza in opere dal grande impatto visivo. In mostra oltre venti lavori di varie dimensioni, dove la ricerca fuori dagli schemi tradizionali propone in tutta la sua sperimentazione la capacità di rappresentare in modo totalmente personale acquarelli, disegni, chine e carboncini di straordinaria intensità emotiva, compiuti così come l’autore li aveva immaginati prima di realizzarli.
In mostra oltre venti lavori di varie dimensioni, dove la ricerca fuori dagli schemi tradizionali propone in tutta la sua sperimentazione la capacità di rappresentare in modo totalmente personale acquarelli, disegni, chine e carboncini di straordinaria intensità emotiva, compiuti così come l’autore li aveva immaginati prima di realizzarli.