Niccolò Calmistro – Buio

Torino - 29/10/2019 : 24/11/2019

Spazio Ferramenta presenta BUIO, prima personale di Niccolò Calmistro, giovane artista che fonde arte e scienza in una ricerca dai risvolti inaspettatamente romantici e a tratti ironici all’interno di regole fisiche e processi logici.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO FERRAMENTA
  • Indirizzo: Via Gian Francesco Bellezia 8g - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 29/10/2019 - al 24/11/2019
  • Vernissage: 29/10/2019 ore 18,30
  • Autori: Niccolò Calmistro
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni del festival, 29 ottobre - 3 novembre, dalle 19 alle 24 e su appuntamento fino al 24 novembre 2019.

Comunicato stampa

Spazio Ferramenta presenta BUIO, prima personale di Niccolò Calmistro, giovane artista che fonde arte e scienza in una ricerca dai risvolti inaspettatamente romantici e a tratti ironici all’interno di regole fisiche e processi logici.


Niccolò Calmistro nasce come scultore nella classe di Mario Airò dove sviluppa il gusto per la bellezza dell’arte classica, come per il gesto tecnico che declina sia in scultura, sia in grafica, con grandissima precisione ed eleganza

Il percorso artistico si arricchisce della


ricerca scientifica, nell’uso della materia e al contempo della sua astrazione, portando la visione dell’artista su un piano altro, a metà tra il calcolo matematico e la pura concretezza visiva. Una ricerca estetica e concettuale, dove classicismo e metodo scientifico si incontrano in un mondo fantascientifico che Calmistro racconta sempre con un sapore romantico.


L’artista per Spazio Ferramenta crea un progetto site specific diventando scultore delle tenebre nell’antico sotterraneo, luogo che viene interpretato attraverso l’uso della luce -nella sua presenza e nella sua assenza - passando per opere create dal rapporto tra calore e materia e da impressioni su carta che svaniscono nel tempo, tracciando la definizione di creazione come punto comune tra razionalità e astrazione. Un’opera complessa che oltre ad agire sullo spazio si modifica anche nel tempo, così lo spettatore che vedrà la mostra il primo giorno, non troverà le stesse opere all’ultimo, perché la luce e il calore attivano meccanismi che giocano con le nostre percezioni e con la recettività della materia.


________________________________________________________________________


Spazio Ferramenta è un progetto culturale indipendente, composto da un gruppo di sei persone la cui direzione artistica è a cura di Raffaella Bassi, Francesca Arri e Verdiana Oberto. Ferramenta è uno spazio underground nel vero senso della parola: un infernotto che cambia per far spazio a interventi site-specific, performance ed eventi di breve o lunga durata. Gli appuntamenti proposti saranno il risultato di un’intensa condivisione di conoscenze, un baratto di pensieri, un dibattito continuo sull’etimologia del sentire ricorrente. Così il luogo e il progetto si fondono diventando una ludoteca per artisti, non un semplice spazio espositivo, ma un luogo di incontro con tavoli e sedie per fermarsi e confrontarsi direttamente con l’artista e l’opera d’arte attraverso la convivialità.