Nella casa dell’Ariosto

Reggio Emilia - 06/06/2013 : 29/06/2013

“Nella casa dell’Ariosto”, all’interno del complesso monumentale del Mauriziano, il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia presenta una collettiva dedicata ai propri iscritti.

Informazioni

  • Luogo: MAURIZIANO
  • Indirizzo: Via Louis Pasteur 11 - Reggio Emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 06/06/2013 - al 29/06/2013
  • Vernissage: 06/06/2013 ore 21
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da lunedì a venerdì con orario 10.00-12.00, sabato e domenica ore 10.00-12.00 e 16.00-19.00.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: CSART

Comunicato stampa

“Nella casa dell’Ariosto”, all’interno del complesso monumentale del Mauriziano (Via Pasteur, 11), il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia presenta, dal 6 al 29 giugno 2013, una collettiva dedicata ai propri iscritti. Realizzata in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Circoscrizione Nord Est, la mostra sarà ufficialmente inaugurata giovedì 6 giugno alle ore 21.00.
In esposizione, le ultime ricerche di trentotto autori - pittori, scultori, fotografi, videomakers ed artisti digitali - viva testimonianza di un lavoro portato avanti da tre generazioni, in un ampio ventaglio di tecniche ed opzioni linguistiche


Partecipano al progetto: Pietro Anceschi, Franco Andreoli, Lisa Beneventi, Giorgio Bernucci, Luis Mario Borri, Maggiorino Caprari, Luca Catellani, Riccardo Cocconcelli, Loretta Costi, Massimo Covi, Antonella Davoli, Guido Ferrari, Barbara Giavelli, Luisa Guidetti, Nero Levrini, Daniele Lunghini, Mauro Magnani, Luigi Marmiroli, Epifanio Mestica, Federica Montecchi, Annalisa Mori, Carla Nadotti, Carmen Panciroli, Eugenio Paterlini, Carlo Pazzaglia, Maria Pellini, Oscar Piovosi, Rodolfo Pisi, Andrea Poletti, Manuel Portioli, Sergio Rabitti, Beatrice Riva, Iride Sassi, Michele Sassi, Adele Sebastio, Simona Sentieri, Donatella Violi, Laura Zilocchi.
Come scrive il Presidente Enrico Manicardi, «Il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia si pone come obbiettivo l’avvicinamento delle persone all’arte, mediante la programmazione di corsi, l’allestimento di mostre e l’approfondimento storico-artistico. La nostra attività è resa possibile da numerose sinergie, instaurate negli anni con le massime Istituzioni culturali, civili e religiose della città, con importanti realtà aziendali e ora anche con l’Università di Modena e Reggio».