Natalie Silva – Give me five

Sanremo - 22/05/2015 : 02/06/2015

L’entusiasmo, la plasticità delle forme e dei colori, la versatilità dell’artista italoamericana Natalie Silva nel Casino di Sanremo.

Informazioni

  • Luogo: CASINO'
  • Indirizzo: Corso degli Inglesi, 18 - Sanremo - Liguria
  • Quando: dal 22/05/2015 - al 02/06/2015
  • Vernissage: 22/05/2015 ore 18,30
  • Autori: Natalie Silva
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Give me five. Numeri e giochi a colori di Natalie Silva
L’entusiasmo, la plasticità delle forme e dei colori, la versatilità dell’artista italoamericana Natalie Silva nel Casino di Sanremo
Dal 22 maggio al 2 giugno
Un evento dove Arte e solidarietà si uniscono in un universo di colore

22 maggio ore 18.00
in sala Dorata e Sala Privè Inaugurazione della Mostra e Asta di alcune opere.

Non potevano non incontrarsi Natalie Silva, affermata artista a livello internazionale e il Casinò di Sanremo

Le sue nuove creazioni vitali e possentemente dominanti, dedicati all’universo dei numeri non potevano trovare una location più aderente e più elegantemente intensa,nelle sale della casa da gioco, soprattutto attraverso la forte motivazione di creare un percorso non solo artistico in un contenitore dove i numeri sono fatalmente dominanti, ma anche finalizzato ad una concezione del numero come strumento moltiplicatore di solidarietà.
Dopotutto come ricorda Piergiorgio Odifreddi nel suo “Il Museo dei Numeri” “Dovunque c’è numero, c’è bellezza “(Proclo” Commento ad Euclide”.

Il 22 maggio alle ore 18.00 Natalie Silva accompagnerà i visitatori nelle sale più glamour della casa da gioco in un tour artistico dentro il colore della matematica o la matematica del colore per giungere in sala Privata, dove verranno battute all’asta alcune delle opere esposte.
L’asta verrà dedicata alla Fondazione Flying Angels Onlus alla quale verrà devoluto il 10% dell'incasso di ogni opera acquisita in asta.

Chi vorrà partecipare si sentirà coinvolto in questa intensa catena di creatività e di slancio verso un progetto di condivisione.

L’ esposizione viene organizzata da Tactica (www.tacticaitalia.com), curata dallo scrittore e giornalista ed esperto di art-market Paolo Turati e dai docenti dell’arte Silvia Alborno e Roberto Lanteri-Minet


L’evento è creato in collaborazione anche con la storica "Galleria Accademia" ed il "Museo MIIT" di Torino, vede tra i suoi sponsor : Expo 2015 e Petronas, con il patrocinio della Regione Liguria.

L'entrata degli ospiti per l'inaugurazione del 22 Maggio, con successiva asta e aperi-cena high quality, avverrà su invito mentre è previsto l’ingresso libero per l’intera esposizione dal 23 maggio al 2 giugno.

Scrive la critica d’Arte Claudia Claudiano dalle pagine de “Il Giornale”.

“Give me five è la prima personale dedicata ai numeri di Natalie Silva. Ma la fascinazione del segno numerico pervade da tempo il campo di riflessione di questa pittrice italo americana, traducendosi nel tempo in varie sperimentazioni che conservano il comune denominatore dei tre elementi: serialità, cromatismo d’impatto, elemento ludico.
La serie dei numeri qui proposta - ludicamente interpretabile come "resa dei conti" anche in relazione al percorso creativo di Silva - nasce dal meccanismo proprio di questa artista a tradurre il concetto in immagine. Meglio, in figura che si vede e che si può toccare, fatta a mano, con la pittura.
N.T. va pazza per la matematica, dipingerla diventa un modo per goderla. Insieme alle letture: da "La sezione aurea" di Mario Livio al "Pitagora"di Platone, da "La teoria dei giochi" di Gibbons a "I misteri dei numeri" di Mark Alain Ouaknin. Passando per la "Storia della matematica" di Carl Boyer e "L’ossessione dei numeri primi" di John Derbyshire.
E il risultato dipinto ha a che fare con l’atmosfera rituale, misticheggiante, che all’artista procura la matematica: una sorta di credo personale. Ovvero un modo per esorcizzare l’incomunicabilità: quante volte le parole possono avere interpretazioni diverse, sfumature variamente raccolte? E in questo senso essere causa di disguidi. Essere bilingue - e qualcosa in più come N.T. - può indurre al mélange, ad una sorta di personale babele linguistica, per cui da ogni idioma scegli il termine che ti sembra migliore ad esprimere il concetto. Difficoltà di reciproca comprensione, è inevitabile.
La scelta del numero rientra nella possibilità di prescindere dal giudizio nella comunicazione, di recuperare il Cosmo e il Caos liberati dai giudizi di valore di Ordine e Disordine. Con i numeri il messaggio è univoco, perde ambiguità. Ma lo puoi far interagire con altri, in un gioco di comunicazione: libero in infinite possibilità, ma eticamente corretto.
Dopodichè, i numeri giocano bene anche con l’arte e la magia. Sanno addentrarsi nel mistero per poi uscirne a piacimento. E allora qui la comunicazione assume forme diverse. Diventa elitaria, dalla cabala ai quadri magici. E anche l’etica va ripensata nelle sue licenze poetiche: vedasi il Faust di Goethe e il suo ricorso ai numeri per ottenere la formula dell’eterna giovinezza.”




Natalie Silva espone in Europa e negli Stati Uniti
Dal 2004 partecipa a Miami Art Basel dal 2004 con la Galleria DOT Fiftyone Miami
Nel 2005 apre l'evento reperti contemporanei con la mostra pantere grigie, al MAR di Ventimiglia e Museo Bicknell di Bordighera.
Nel 2007 dedica agli uomini d’affari “Backstreetboys” alla Royal Academy di Londra
Sue più recenti esposizioni si sono avute al museo Villa Regina Margherita di Bordighera, alla di Contemporary Art Museum di Casoria, al Palazzo della Ragione di Milano, in galleria Miami e ad al Museo di Hong Kong

Sanremo, 12 maggio 2015.