Narumi Harashina – Interno giapponese

Pieve di Cento - 22/03/2014 : 04/05/2014

La raffinata produzione grafica dell’artista giapponese Narumi Harashina conduce lo spettatore a scandagliare un mondo silenzioso ed introverso, in cui oggetti quotidiani e visioni domestiche - appaiono trasfigurati dalla penombra, grazie all'uso della antica tecnica della maniera nera.

Informazioni

  • Luogo: MAGI 900
  • Indirizzo: Via Rusticana 1 - Pieve di Cento - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 22/03/2014 - al 04/05/2014
  • Vernissage: 22/03/2014 ore 17
  • Autori: Narumi Harashina
  • Curatori: Daniela Copeta, Valeria Tassinari
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18

Comunicato stampa

La raffinata produzione grafica dell’artista giapponese Narumi Harashina conduce lo spettatore a scandagliare un mondo silenzioso ed introverso, in cui oggetti quotidiani e visioni domestiche - scatole, maschere, giocattoli, merletti, suppellettili - appaiono trasfigurati dalla penombra. Lavorando con straordinaria maestria con la tradizionale tecnica incisoria della maniera nera, che da tempo pratica confrontandosi con la cultura europea, l’autore estrae lentamente dall’oscurità le sue immagini. Giocando sui tagli compositivi leggermente squilibrati e sulla cura quasi mimetica del minimo dettaglio, Harashina restituisce tattilità e vissuto ad una serie potenzialmente interminabile di soggetti


La mostra continua il percorso di approfondimento sul tema dell’ influenza reciproca tra cultura visiva orientale e occidentale, che il Museo Magi’900 ha da tempo iniziato grazie anche ad un ormai consolidato rapporto con la Cina. In occasione dell’inaugurazione concerto di musica giapponese a cura di Monica Minarelli e laboratorio didattico per bambini.

Nota biografica:
Narumi Harashina (Ibaraghi, Tokyo, 1947) si è formato in Giappone all’Università di Musashino, all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e all’Ecole des Beaux Arts di Parigi, città in cui ha appreso la tecnica della maniera nera nello studio dell’artista giapponese Motomura. Vive in Giappone, dove ha diversi incarichi di docenza universitaria in tecniche artistiche. Ha all’attivo numerose mostre internazionali ed ha esposto varie volte in Italia. Le sue opere sono entrate nella collezione del Gabinetto di Disegni e Stampe degli Uffizi.