Nadia D’Alessio / Floriana Mitchell – A un’altra velocità

Prato - 09/02/2019 : 13/04/2019

A un’altra velocità è la terza mostra bi-personale della casa galleria Accaventiquattro e vede protagoniste due artiste che lavorano su questo tema.

Informazioni

Comunicato stampa

“La storia del tempo ebbe inizio con la modernità. Di fatto la modernità è la storia del tempo: la modernità è il tempo nell’epoca in cui il tempo ha una storia”
Z. Bauman - Modernità Liquida

Il tempo è uno delle maggiori sfide dell’epoca contemporanea: connessioni iper veloci, il raggiungimento e superamento di limiti prima insormontabili pone l’uomo alla ricerca di nuovi e continui obiettivi basati spesso sull’ottenimento di veloci e istantanei risultati. Tutto questo comporta una riflessione sulle conseguenze legate a un consumo scriteriato delle cose e sulle relazioni sociali spesso più distanti


A un’altra velocità è la terza mostra bi-personale della casa galleria Accaventiquattro e vede protagoniste due artiste che lavorano su questo tema. Nadia D’Alessio presenta una serie di sculture di oggetti di uso comune cristallizzati con il sale, fermati e trasportati nel tempo, interviene modificandone l’identità e ponendo un interrogativo sul loro significato originale in confronto a quello attuale; Floriana Mitchell lavora sul tema della memoria intervenendo con collage e cucitura su antiche fotografie attraverso un processo di costruzione e decostruzione dei ricordi creando così un dialogo tra reale e immaginario.

Nadia D’Alessio (1990, Lecco) vive e lavora a Berlino. Negli ultimi anni ha partecipato a numerose collettive, tra cui nel 2018 Satured Solutions presso Nun a Berlino e Mediterraneus presso Predsoba a Piran in Slovenia; nel 2016 Fuori Visioni Festival al Palazzo Ghizzoni Nasalli a Piacenza; nel 2016 ha inoltre collaborato con gli artisti Luca Vitone e Reiner Maria Matysik a Berlino

Floriana Mitchell (1988, Siena) vive e lavora a Bologna. Negli ultimi anni ha partecipato a numerose mostre, tra cui nel 2016 la personale I Remember Nothing alla Fondazione Zucchelli a Bologna e la collettiva La Grandezza delle Mani alla Galleria P420 a Bologna; nel 2018 ha esposto alla London Art Fair nella sezione Art Projects Section ed è stata finalista ai premi Premio Arte Laguna, Premio Combat, Art Prize CBM