Mostra annuale 2011

Poirino - 22/10/2011 : 13/11/2011

Questa esposizione, realizzata grazie al sostegno della Compagnia di S. Paolo e della Fondazione CRT, è il momento finale e un prezioso documento delle eccellenze delle attività sviluppate durante l'anno, risultato di un'attenta scelta dei progetti ritenuti più innovativi e interessanti nella ricerca e nella realizzazione formale.

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Spinola Banna inaugura sabato 22 ottobre alle ore 12 la mostra annuale 2011, frutto di una accurata selezione dei progetti proposti dagli artisti che hanno seguito i workshop dell'anno 2010 - 2011.
La mostra, presenta le opere di Giorgio Guidi, Alessandro Laita, Marco Strappato, Diego Tonus.
Questa esposizione, realizzata grazie al sostegno della Compagnia di S. Paolo e della Fondazione CRT, è il momento finale e un prezioso documento delle eccellenze delle attività sviluppate durante l'anno, risultato di un'attenta scelta dei progetti ritenuti più innovativi e interessanti nella ricerca e nella realizzazione formale



La commissione, che a luglio scorso ha individuato i quattro progetti per la collettiva 2010, era composta da: Liliana Moro, Leigh Ledare, Gail Cochrane, direttore artistico della Fondazione Spinola; Guido Costa, consulente scientifico della Fondazione Spinola.
I quattro artisti che in questa occasione mostrano al pubblico i propri lavori fino al 13 novembre rielaborano l'esperienza formativa vissuta nei mesi scorsi alla Fondazione, e lasciano una traccia del loro percorso artistico, creando opere site specific per gli spazi di Banna.


La mostra è un'occasione per conoscere il lavoro della Fondazione Spinola Banna per l'Arte, fondata da Gianluca Spinola nel 2004 e sostenuta dalla Compagnia di San Paolo.
La Fondazione organizza seminari , workshop e conferenze sull'arte e sulla musica contemporanea, per promuovere l’approfondimento teorico delle pratiche artistiche attuali e la didattica dei temi più rilevanti del dibattito filosofico ad esse correlato. In particolare, l' attività primaria e elemento distintivo è la realizzazione di un programma di formazione post-universitaria sull’arte contemporanea, con residenza, dedicato a artisti under 35 attivi sul territorio nazionale con un occhio di riguardo per gli artisti piemontesi. Il programma prevede due o più workshop intensivi all’anno e una serie di incontri su temi particolarmente rilevanti del dibattito contemporaneo. I workshop hanno carattere di studio e approfondimento, sviluppato tramite discussioni, analisi e sedute progettuali, e vedono impegnati come docenti artisti dal profilo internazionale.