Morg Armeni – Atlas Obscura

Roma - 12/09/2020 : 20/11/2020

Mostra personale.

Informazioni

  • Luogo: NERO GALLERY
  • Indirizzo: Via Castruccio Castracane, 9 00176 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 12/09/2020 - al 20/11/2020
  • Vernissage: 12/09/2020 ore 19
  • Autori: Morg Armeni
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Morg Armeni è una giovane artista italiana unica nel suo genere. Si differenzia dagli altri artisti ipercontemporanei per il dualismo del suo lavoro e della sua personalità e ciò la rende affascinante allo sguardo del pubblico. Morg Armeni è un’anima libera profondamente legata alla natura che la circonda e dalle cui energie trae ispirazione per dipingere ed allo stesso tempo è anche una tatuatrice di fama internazionale.

I suoi dipinti si contraddistinguono per l’opposizione tra forza e delicatezza, calma e violenza. I colori sono caldi, scuri e le scene raffigurate sono caotiche ma allo stesso tempo dettagliatissime

Questa ricchezza degli elementi e dei soggetti disposti su diversi piani ci riporta alla mente pittori fiamminghi come Hieronymus Bosch o Bruegel il vecchio. Questa accumulazione riflette un’impulsività del gesto e del pensiero, una pittura viscerale e spontanea, un linguaggio simbolico e personale dell’artista, un mondo esoterico a cui lo spettatore può accedere solo interpretandone le chiavi di lettura. Ogni opera ci racconta di lei, di noi, della parte oscura presente nel nostro profondo, dove risiedono i nostri segreti e le nostre paure più nascoste.

La donna è al centro dell’universo pittorico di Morg Armeni. La delicatezza delle figure femminili, delle sue madonnine ispirate a Jean Fouquet si oppongono alla raffigurazione di donne libertine e orgogliose del loro stato selvaggio, lontane dai dogmi cristiani e che si lasciano trasportare dai piaceri della carne ed esibiscono orgogliosamente la loro sensualità. Questa ambivalenza dei soggetti ricorda le due protagoniste di De Sade, Juliette e Justine, nei romanzi “Juliette, ovvero le prosperità del vizio” e “Justine o le disavventure della virtù”, personaggi agli antipodi, una devota e l’altra libertina.

Nei lavori di Morg Armeni la donna è rappresentata sotto tutti i suoi aspetti. È il simbolo della purezza, della fertilità, è il senso della vita, che lei può decidere di proteggere o di togliere. È la rappresentazione del coraggio e della resilienza. La donna è la natura stessa, circondata dagli animali che la venerano e dalle piante che fanno parte integrante delle sue membra e dei suoi organi.

Morg Armeni è un’artista del medioevo catapultata nella nostra società moderna. I suoi quadri raccontano di fiabe antiche tramandate, che provengono da culture lontane. L’alchimia, la magia e l’esoterismo diventano i suoi simboli personali per rappresentare i vari stadi di guarigione possibili solo attraverso l’esperienza delle sofferenze e la trasformazione di parti di sé. Il condizionamento della società odierna che ci allontana dalle cose reali e concrete come la natura e la conoscenza di sé stessi, ritrova un senso nei quadri di Morg Armeni che invita lo spettatore a ripensare il proprio modo di comportarsi nel mondo che lo circonda.

Nero Gallery

Via Castruccio Castracane, 9

Roma – Pigneto

nerogallery.com

[email protected]





Nero Gallery proudly presents

Atlas Obscura - Morg Armeni Solo Show

From September 12th to November 20th 2020

Opening Saturday 12th of September from 7.00 pm



Morg Armeni is a young Italian artist unique of her kind. She differs from other hyper-contemporary artists for the dualism of her work and her personality and this makes her fascinating to the public eye. First of all, Morg Armeni is a free soul deeply tied to Nature that surrounds her and from whose energies she draws inspiration to paint and at the same time she is an internationally renowned tattoo artist.



Her paintings are characterized by the opposition between strength and delicacy, calm and violence. The colors are warm, dark and the scenes depicted are chaotic but at the same time very detailed. This wealth of elements and subjects arranged on different levels brings to mind Flemish painters such as Hieronymus Bosch or Bruegel the Elder. This layering reflects an impulsiveness of gesture and thought, a visceral and spontaneous way of painting, a symbolic and personal language, an esoteric world to which the viewer can only access by interpreting the reading keys. Each work tells us about her, about us, about the dark part present in our depths, where our secrets and our most hidden fears reside.



The Woman is at the center of Morg Armeni's pictorial universe. The delicacy of the female figures, of her madonnas inspired by Jean Fouquet is opposed to the depiction of libertine women, proud of their wild state, far from Christian dogmas and who let themselves be carried away by the pleasures of the flesh and proudly exhibit their sensuality. This ambivalence of the subjects recalls the two protagonists of De Sade Juliette and Justine in the novels "Juliette, or the prosperity of vice" and "Justine or the misadventures of virtue", characters at the antipodes, one devout and the other libertine.



In the works of Morg Armeni the Woman is represented in all its aspects. She is the symbol of purity, fertility, She's the meaning of life, which She can decide to protect or take away. She is the representation of courage and resilience. Woman is nature itself, surrounded by the animals that worship her and by the plants that are an integral part of her limbs and organs.



Morg Armeni is a medieval artist catapulted into our modern society. Her paintings tell of ancient tales handed down, which come from distant cultures. Alchemy, magic and esotericism become her personal symbols to represent the various stages of healing possible only through the experience of suffering and the transformation of parts of self. The conditioning of today's society that distances us from real and concrete things such as nature and self-knowledge, finds a sense in the paintings of Morg Armeni who invites the viewer to rethink their way of behaving in the world around them.