Moio&Sivelli – Orizzonte acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015

Lubiana - 02/06/2015 : 02/07/2015

Orizzonte acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015 è una mostra che vuole rinsaldare i temi proposti dall’esposizione universale ospitata nel 2015 dalla città di Milano e dall’Italia tutta.

Informazioni

Comunicato stampa

Martedì 2 giugno, in occasione delle celebrazioni della Festa della Repubblica italiana, presso il Museo Civico di Lubiana si inaugura la mostra Orizzonte acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015 in cui è presentata la videoinstallazione Liquidreamscape del duo artistico Moio&Sivelli, a cura di Chiara Pirozzi.

L’evento è organizzato dall’Università Popolare di Trieste in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e l’Istituto italiano di Cultura di Lubiana, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri italiano e il patrocinio dell’EXPO Milano 2015



Orizzonte acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015 è una mostra che vuole rinsaldare i temi proposti dall’esposizione universale ospitata nel 2015 dalla città di Milano e dall’Italia tutta, un evento che coinvolge, nei suoi significati materiali e immateriali, tutto il modo e che sottolinea in modo netto l’essenzialità di questioni come la nutrizione, l’energia, l’ecosostenibilità, il rispetto delle specificità locali e la salvaguardia dell’ambiente come sorgente di vita per le future generazioni.

All’interno dell’ambio raggio delle tematiche proprie dell’EXPO, gli artisti Moio&Sivelli sono stati invitati a realizzare una videoinstallazione inedita, creata site-specific per il Museo Civico di Lubiana, indagando nello specifico il tema dell’acqua, sia nelle sue espressioni più estetiche e naturali, sia nel suo essere fonte indispensabile di nutrimento, di energia e, dunque, di vita.

Da sempre interessati nella loro ricerca artistica allo studio dell’immagine come modus operandi per una narrazione visiva di realtà iconiche e altamente simboliche, Moio&Sivelli realizzano la videoinsallazione Liquidreamscape, attraverso cui, a partire dal suo titolo, è possibile giungere a un racconto in movimento di paesaggi liquidi, visioni multiple ma al contempo affini nella rappresentazione di momenti e azioni tangibili legate al ciclo della vita, all’esistenza, alla produzione, alla forza energetica e vitale esistente nella nostra quotidianità solo grazie all’utilizzo dell’acqua.

Attraverso l’uso della tecnica dello stop-motion, caratterizzata da una riproduzione video generata da una sequenza d’innumerevoli scatti fotografici al secondo, gli artisti creano una successione di diversi filmati, montati su quattro monitor posti nell’installazione come a creare una narrazione unica, circolare e senza fine, in cui il risultato è una descrizione per immagini in movimento, diretta ad estendere lo sguardo - in senso narrativo, concettuale e poetico - sull’importanza, spesso data per scontata, di un uso corretto delle risorse idriche a nostra disposizione, di una loro equa distribuzione e dei significati simbolici di vita, nutrimento ed energia in esse naturalmente insiti.

Orizzonte acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015 analizza attraverso i linguaggi propri dell’arte contemporanea, il principio principe e cardine nel nutrimento: l’acqua come motore della vita, del mondo e dell’uomo.



note biografiche

Luigi Moio (Napoli, 1975) e Luca Sivelli (Napoli, 1974) vivono e lavorano tra Napoli e Londra. Muovono la loro ricerca partendo dalla creazione di situazioni borderline, attraverso l’utilizzo di filtri concettuali e diaframmi materici come il silicone. Gli artisti indagano l’idea del percepito e i livelli di attenzione che pone l’osservatore nel leggere correttamente un’immagine. La creazione di situazioni ambigue costringe il fruitore a uno sforzo cognitivo ulteriore, in grado di intensificare lo spiazzamento e l’inaspettata comprensione delle apparenze.

Insegnano Videoinstallazione ed Elaborazione digitale dell’immagine presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Alcuni lavori sono installati in spazi pubblici, come l’opera TIMELESS (2008), presso la stazione di Mergellina della Metropolitana di Napoli, e GENIUS LOCI (2013), al Porto del Granatello del comune di Portici (NA).

Moio&Sivelli hanno partecipato nel 2015 alla “Bienal del fin del mundo” nella mostra “Visioni elettroniche”, a cura di Alessandro Demma, Argentina (Mar de plata), Cile (Valparaiso), Italia (Venezia). Sono stati invitati a rappresentare l'Italia, con il video intitolato Roudabout, all’evento “The One Minutes”, curato dall'IGAV e Alessandro Demma, realizzato nel 2012 nell'ambito del Festival Internazionale della Televisione di Shanghai.

Tra le mostre personali recenti: 2014 Like a Seagul, Fondazione Pescheria - Centro Arti Visive di Pesaro, a cura di Chiara Pirozzi e Ludovico Pratesi. 2013; Qiu Tian, a cura di Adriana Rispoli, Q.I. (quartiere intelligente), Scala Filangieri, Napoli. 2012: PANTA REI, a cura di Chiara Pirozzi, galleria Dino Morra Arte Contemporanea, Napoli. 2010: NAKED LUNCH, a cura di Eugenio Viola e Adriana Rispoli, project room, Museo MADRE, Napoli.

Il duo ha condotto numerosi workshop come: nel 2012 “Emotion stop-motion” sulle tecniche di animazione, alla Renmin University of China, Pechino. Nel 2012 sono vincitori del Talent Prize premio speciale edizione insideart.eu.Sono presenti in rassegne video di rilievo come: “Videoart Yearbook”; “Project 59” videofestival internazionale; “Independent Film Show”, a cura di Raffaella Morra, Fondazione Morra, Napoli.