Mirella Ferrari / Marco Dalbosco – Handmade. L’arte incontra il food

Bologna - 02/02/2018 : 05/02/2018

Otto in Cucina ospita un evento espositivo di Mirella Ferrari e Marco Dalbosco organizzato da Stefania Guerra.

Informazioni

Comunicato stampa

Due artisti con altrettanti percorsi ben collaudati e che hanno espresso poetiche differenti, ma che sono accomunati da un totalizzante piacere di “fare”, di esprimersi con la propria arte che è un progetto di grande rigore sempre supportato da una grande manualità. Mirella Ferrari e Marco Dalbosco hanno esperienza per saper creare un evento di qualità e di ricerca estetica, all’interno di uno spazio non deputato all’arte come i locali di Otto in Cucina, scuola del food tra le più conosciute e apprezzate non solo a Bologna



Mirella Ferrari lavora sul tema dell’intaglio, adoperando materiali che vanno dalla paper pulp alle stoffe, compone spettacolari sequenze di “merletti” delle più diverse forme. L’artista realizza, con un lavoro straordinario e sempre al limite dell’ossessivo, oggetti, spesso legati al tema dell’abito e del vestire, che sono delle sculture leggere e aeree. Il rapporto vuoto-pieno tende alla smaterializzazione, ma il richiamo forte va a quella che può essere definita una “decorazione formante”, un minimalismo visivo che nasce da una gestualità ripetuta. La manualità è fondamentale e si attua attraverso un mantra costruttivo, con sapienza e attenzione, in un progetto che poggia su di un durissimo lavoro di realizzazione.

Marco Dalbosco lavora soprattutto per progetti come “Anything else” del 2011 in cui ha realizzato una straordinaria performance con attrici-modelle che hanno “sfilato” su un palcoscenico, seguendo le linee della macchina da cucire e di una serie di tessuti. Anche precedentemente, nel 2008, con “Scala 1:18” aveva sondato l’ambiente del lavoro e della produzione. Il fare per Dalbosco è fondamento antropologico, base per un modo nuovo di leggere la realtà al di là dell’alienazione della fabbrica. Il libro d’artista “Labor’s game” del 2015 è formato da una griglia di carta incisa secondo gli schemi geometrici delle performance dei due lavori precedenti che svelano e nascondono nello stesso tempo, una serie di interviste realizzate in un Job Center. Per l’artista la difficoltà di trovare lavoro attuale è fonte di ansia collettiva e di disparità che perpetuano il potere dell’industria e dello sfruttamento economico.

HANDMADE diventa così non solo l’incontro tra due artisti di grande spessore e personalità, ma anche una riflessione sul tema del lavoro, sul rapporto tra industria e artigianato e tra individuo e società.

Apertura venerdì 2 febbraio 2018 alle ore 18,30 Otto in Cucina, via del Giglio 25/2 a Bologna

Mirella Ferrari | www.grafikorkestra.it/catalogo-mirella-ferrari
Marco Dalbosco | www.marcodalbosco.com