Miguel Ángel Martín

Perugia - 05/11/2011 : 26/11/2011

2012: l'anno dell'Apocalisse, secondo il calendario maya. Chi meglio di Miguel Ángel Martín – artista di culto dell'underground internazionale, profeta di un'umanità transgenica, fumettista di albi incendiari – poteva interpretarne i simboli, i segni, i giorni? Il risultato è un calendario edito da Nicola Pesce Editore che è un oggetto da collezione accessibile a tutti, in cui segni zodiacali mutanti e giorni nefasti ritmano il trascorrere del tempo verso l'ineluttabile Game Over.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA MIOMAO
  • Indirizzo: Via Podiani 19 - Perugia - Umbria
  • Quando: dal 05/11/2011 - al 26/11/2011
  • Vernissage: 05/11/2011 ore 18.30
  • Autori: Miguel Ángel Martín
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato, dalle 15 alle 19 altri orari su appuntamento

Comunicato stampa

2012: l'anno dell'Apocalisse, secondo il calendario maya. Chi meglio di Miguel Ángel
Martín – artista di culto dell'underground internazionale, profeta di un'umanità
transgenica, fumettista di albi incendiari – poteva interpretarne i simboli, i segni, i giorni?
Il risultato è un calendario edito da Nicola Pesce Editore che è un oggetto da collezione
accessibile a tutti, in cui segni zodiacali mutanti e giorni nefasti ritmano il trascorrere del
tempo verso l'ineluttabile Game Over


Martín vince la sfida di rifondare l'iconografia ormai classica dei segni zodiacali: ad
aprile due otaku kids speculari svuotano il caricatore in un'infinita roulette russa; a
novembre San Sebastiano-cyborg attorce le spire aliene in un dolore post-human; a
dicembre un capricorno anfibio riposa nella formaldeide di un dispositivo
dichiaratamente 'alla Hirst'.
Ma il disegnatore di Léon estende la sua disturbante filosofia iconica anche ai giorni
deputati: un feticcio pop segnala san Valentino; Little Boy e Fat Man traghettano
l'apocalisse dalla storia lineare a quella negromantica; l'11 settembre è presagio a
posteriori di una fine del mondo forse già avvenuta.
Una visione dell'universo che, nello stile ormai inconfondibile di Miguel Ángel Martín, è
racchiusa in contorni netti e conchiusi e virata in colori smaltati e accattivanti: immagini
apparentemente rassicuranti, che, come scrive Ferruccio Giromini nella premessa al
calendario, "sembrano beneducati disegni per bambini e sono anatomia del beneducato
terrore adulto (alquanto adulto) di questi anni d'oroscopo mutato (alquanto mutato)".
galleria miomao | via Podiani 19-21 - 06121 Perugia | tel.(0039) 347/7831708 | [email protected] | p. iva
02962480543 l'immagine riprodotta nel logo è © G. Panter
1
L’artista
Miguel Ángel Martín (Léon, 1960), fumettista underground spagnolo famoso in tutto il mondo, torna
alla galleria Miomao dopo il successo della mostra Sicotronic Records (luglio 2009). Ha ricevuto numerosi
premi e riconoscimenti: autore-rivelazione della maggiore fiera di fumetto spagnola (Barcellona, 1993), ha
disegnato copertine di CD e locandine cinematografiche (Killer Barbie di Jess Franco). Tra il 1995 e il 2000 il
libro a fumetti Psicopathia Sexualis, pubblicato dal suo primo editore e promotore, Topolin edizioni, è stato
protagonista in Italia di un clamoroso caso di censura.