Michele De Luca – Punti fermi

Roma - 24/12/2014 : 09/01/2015

Michele De Luca ritorna ad esporre nello spazio TRAleVOLTE di Roma a quasi dieci anni dalla sua istallazione Estatica, che inaugurò nel 2005 l’attività espositiva nello storico studio Sala 2 Architettura di Francesco Pezzini.

Informazioni

  • Luogo: TRALEVOLTE
  • Indirizzo: Piazza Di Porta San Giovanni 10 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 24/12/2014 - al 09/01/2015
  • Vernissage: 24/12/2014 ore 18
  • Autori: Michele De Luca
  • Curatori: Alberto Dambruoso
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì-venerdì 17-20

Comunicato stampa

Michele De Luca ritorna ad esporre nello spazio TRAleVOLTE di Roma a quasi dieci anni dalla sua istallazione Estatica, che inaugurò nel 2005 l’attività espositiva nello storico studio Sala 2 Architettura di Francesco Pezzini. Arte e architettura sono appunto i termini d’incontro che il suggestivo spazio sottostante la Scala Santa ha offerto al pubblico con un confronto serrato con artisti di varie generazioni in questi anni


L’artista ligure Michele De Luca, attivo a Roma anche come poeta (lineare e visivo), figura di spicco della nuova astrazione italiana emersa dagli anni ‘80, lavora da tempo ad una “pittura di luce” di particolare intensità emotiva. In questa mostra curata da Alberto Dambruoso, presenta, con un originale allestimento, alcune opere recenti come le due grandi tele Induzione e Punti fermi, insieme all’installazione Carezze, appositamente realizzata per la mostra. Quest’ultima è formata da due parti che coniugano disegno, luce, spazio e poesia. Si tratta infatti di due dittici di grandi disegni di oltre due metri su carta da lucido, che delineano e al contempo cancellano la pianta e l’alzato della galleria stessa. I fogli, tracciati a grafite ed olio magro, si presentano nella loro trasparente leggerezza come fossero dei panni stesi ad asciugare. Appesi a due tubi al neon, ne ricevono la luce e allo stesso tempo la diffondono illuminando lo spazio circostante. Essi portano i segni di una “progettazione involontaria” insieme a scritture poetiche sparse e quasi indecifrabili, mentre in uno dei due elementi campeggia, fra i segni grafici, una nuova intensa poesia inedita dell’artista dal titolo Carezze, che ha ispirato tutto l’insieme dell’installazione.
Conclude il percorso espositivo un libro d’artista al cui interno è riposta tutta l’“officina” creativa di De Luca, fatta di interrelazioni e sovrapposizioni di tracciati, idee, disegni, progetti, versi, trame e poesie, in una narrazione temporale caotica ma allo stesso tempo lucidamente dispiegata.
Lirismo e freddezza, luce virtuale e reale, musicalità del verso e luminismo coloristico e segnico, rendono lo spazio espositivo di questa mostra i “punti fermi” di un univoco percorso mentale e illusionistico, dinamico e fluido come un viaggio immateriale dell’occhio e del pensiero.




24 novembre 2014 | 10 gennaio 2015 I lunedì-venerdì 17-20

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA: ALESSANDRA SCERRATO


TRAleVOLTE Piazza di Porta San Giovanni, 10 00185 Roma

Tel. 06.70491663 Tel./Fax 06.77207956 [email protected] www.tralevolte.org

TRAleVOLTE 24-XII-2014 / 10-I-2015 Michele De Luca punti fermi a cura di Alberto Dambruoso ________________________________________________________________________________________
Carezze - I, 2014 Induzione, 2010
olio e grafite su carta lucida + neon, cm. 250 x 200 acrilico su tela, cm. 240 x 210
___________________________________________________________________________________________________________
Michele De Luca è nato a Pitelli, La Spezia, nel 1954. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze ed ha lavorato come scenografo nel teatro e nel cinema. Artista e poeta, persegue da anni una ricerca sia visiva che letteraria intimamente legate e tendenti all’analisi delle forze primarie. Ha pubblicato poesie su riviste e antologie, nel 2008 edite da Quasar nel volume Altre realtà.
Vive e lavora in Liguria e a Roma dove insegna all’Accademia di Belle Arti.
Ha partecipato a: Nuove emergenze degli anni ’80 e ’90, Premio Marche, Mole Vanvitelliana, Ancona, 1999; BNL: una Banca per l’arte oltre il mecenatismo, Chiostro del Bramante, Roma, 2000; Una luce per Sarno, Musei Civici di Angri, Spoleto, Amalfi, Macerata, Scafati, 2002; III Biennale libro d’artista, Biblioteca Civica, Cassino, 2003; Sensi contemporanei, Museo Vittoria Colonna, Pescara, 2004; Le collezioni del CAMeC, Centro Arte Contemporanea, La Spezia, 2004; La luce oltre la forma, Galleria Comunale, Portogruaro, Galleria Peccolo, Livorno, Galleria Folini, Chiasso, Svizzera, Museo Casabianca, Malo, 2004; Rosso Malpelo, Galleria Civica, Enna, 2007; Moti urbani, Palazzo Nicotera, Lamezia Terme, 2009; BAU n.7, Fondazione Mudima, Millano, XXXVII Premio Sulmona, Polo Museale, Sulmona, 2010; Saluti dall’Italia, Saaeijarven museo, Finland, 2012; Fabriano un foglio di carta lungo il Nilo, Pinacoteca Civica Molajoli, Fabriano, Istituto Italiano di Cultura, Il Cairo, Egitto; The making of - Artisti al lavoro in TV, Corviale, Roma, di-segni poetci 2, MACMa, Museo Arte Contemporanea, Matino, Tres Tres Tria, Bibliothè, Roma, 2013; Belle parole, poesia visiva, Palazzo Corbelli, Fano, Enrico Berlinguer e lo sguardo degli artisti, Camera dei Deputati, Roma, La materia del colore, Galleria Civica, Monfalcone, 2014. Ha esposto a rassegne internazionali in musei e gallerie a Tokyo, Parigi, Londra, La Habana, Buenos Aires, Melbourne, Seoul e in Finlandia, Irlanda, Germania, Svizzera, Emirati Arabi Uniti.
Fra le personali: Break Club, Roma, 1987, Università di Siena, 1991, Università di Genova, 1996; Accademia d’Ungheria in Roma, 1997; Museattivo Claudio Costa, Genova, 1998; Immaginaria gallery, Firenze, Galleria Giulia, Roma 2001; Studio Ghiglione, Genova, 2002; Studio Watts, San Gemini, Galleria Peccolo, Livorno, 2003; SICAF, Seoul International Contemporary Art Fair, Seoul, Corea, 2004; Tralevolte, Roma, Palazzo Chigi, Galleria Miralli, Viterbo, 2005, CAMeC, Centro arte contemporanea, La Spezia, 2008; Quasar, Roma, 2009; Insight gallery, Roma, Chiostro di San Nicola, Anacapri, Museo Civico Casa Deriu, Bosa, 2010; Chiostro di San Francesco, Pienza, 2012; Palazzo Bentivoglio, Bologna, 2013; Galleria La bottega, Gorizia, Tralevolte, Roma, 2014.
Contributi critici: Enrico Crispolti, Anna Imponente, Gabriella De Marco, Paolo Balmas, Manuela Crescentini, Diego Collovini, Enzo Cirone, Carmine Benincasa, Carlo Alberto Bucci, Alessandro Masi, Flaminio Gualdoni, Paolo Campiglio, Enzo Bilardello, Ennio Borzi, Mirella Chiesa, Filiberto Menna, Cesare Vivaldi, Massimo Bignardi, Luca Beatrice, Franco Sborgi, Matteo Fochessati, Margherita Levo Rosenberg, Lucilla Saccà, Giovanni Iovane, Luciano Caprile, Guglielmo Gigliotti, Cecilia Casorati, Cesare Sarzini, Alberto Dambruoso, Ludovico Pratesi, Cristiana Perrella, Nicola Corradini, Tiziana D’Acchille, Ferruccio Battolini, Valerio Cremolini, Vito Apuleo, Lorenzo Mango, Miriam Cristaldi, Maurizio Sciaccaluga, Luciano Tomagè, Germano Beringheli Marzia Ratti, Laura Cherubini, Ignazio Delogu, Paolo Bertolani, Massimo Giannotta, Giorgio Patrizi, Mario Quattrucci, Luca Basile, Eleonora Acerbi, Antonio Spagnuolo, Stefano Giovanardi, Domenico Donatone, Luigi Paolo Finizio.


www.arte.rai.it www.sinestesieonline.it www.retididedalus.it www.ilcobold.it www.tralevolte.org