Michelangelo Pistoletto – Il Terzo Paradiso

Verona - 30/01/2017 : 28/02/2017

Un'installazione di grande impatto visivo ed emotivo di 37x15 metri.

Informazioni

Comunicato stampa

L’Arena di Verona accoglie Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, conosciuto in tutto il mondo anche con il nome Rebirth o segno della Trinamica. L’opera inscrive nel simbolo dell’infinito, formato da due unità circolari, un cerchio centrale che allude ai cicli della rigenerazione e impone riflessioni sulla necessità di trovare un equilibrio nel rapporto tra natura e artificio.
Il simbolo, che vuole rappresentare l’impegno dell’arte nel percorso di trasformazione responsabile della società, in armonia con la scienza e la natura, è stato ideato nel 2003 e presentato alla Biennale di Venezia del 2005

Da allora ha compiuto un lungo viaggio intorno al mondo, passando per i cinque continenti, dialogando con milioni di persone, dalle piazze ai luoghi più significativi della cultura internazionale, come ad esempio il Museo del Louvre di Parigi. Nel 2015, per celebrare i 70 anni dell’ONU, è stata creata un’installazione permanente nei giardini davanti al Palazzo delle Nazioni di Ginevra.
Come già successo a Roma alle Terme di Caracalla, a Brescia presso il Museo di Santa Giulia all’esterno delle Domus dell'Ortaglia, e di recente anche nella caserma Salvo D'Acquisto dell'Arma dei Carabinieri in viale di Tor di Quinto a Roma, il Terzo Paradiso nell’Arena scaligera dialoga con il passato e volge la sua progettualità in prospettiva verso il futuro. Una installazione site-specific costituita da centinaia di tavolette di 90x90 cm in legno proveniente dal riciclo e rivestite di alluminio lucido. I tre cerchi copriranno una superficie di 37x15 metri, che sarà esaltata dall’effetto cromatico degli innumerevoli giochi di luce e di i colori determinati dalla superficie specchiante.
L’opera sarà visibile ai visitatori dell’Arena dal 30 gennaio al 28 febbraio 2017.
Il Terzo Paradiso non sarà visibile dall'esterno dell'Arena, ma potrà essere ammirato dai passeggeri che sorvoleranno lo spazio aereo della città durante il mese di febbraio.

L'installazione è curata da Sandro Orlandi Stagl e Fortunato D'Amico e realizzata con la supervisione di Cittadellarte - Fondazione Pistoletto; l'organizzazione è di ARTantide.com Gallery by EBLand di Verona () in collaborazione con il Festival della Bellezza e H!eventi.
L’evento ha il patrocinio del Comune di Verona, Settore Cultura.
Sponsor Tecnici: Serugeri, Fastwoods e Ristoasi.