Michela Martello – Of the Earth. Sulla Terra

Milano - 01/10/2020 : 31/10/2020

La Galleria Giovanni Bonelli di Milano è lieta di ospitare la prima personale di Michela Martello intitolata “Of the Earth – Sulla Terra”.

Informazioni

Comunicato stampa

La Galleria Giovanni Bonelli di Milano è lieta di ospitare la prima personale di Michela Martello intitolata “Of the Earth – Sulla Terra”.
La ricerca di Michela Martello può definirsi “anarchica” in quanto a scelta dei materiali, tecnica e selezione dei soggetti. Per le sue pitture le tele sono scelte a partire da tessuti già utilizzati, che hanno dunque un proprio vissuto più o meno storicizzato - dai lini pregiati di inizio '900 a borsoni militari americani degli anni '60- e così pure per gli inchiostri e o i pigmenti di colore -sempre frutto di accuratissime ricerche


I soggetti sono spesso figure femminili – divinità arcaiche variamente modernizzate – o elementi naturali che si fondono e si associano liberamente secondo un flusso di pensieri che vede tutti gli esseri interconnessi tra loro.
In questo senso va inteso il “discorso sulla Terra” che dà il titolo alla mostra italiana. Segni grafici e soggetti naturali si alternano senza soluzione di continuità generando un vero e proprio discorso, una narrazione fluida che ci porta da una “Eva- Kalì” a sei braccia (nel lavoro intitolato Life Life) fino ai fiori e le farfalle che popolano l'opera “25.05 Frequency”, lasciandoci decidere l'origine delle due gambe nella parte superiore -divinità o essere umano in contatto profondo con tutte le cose?
La risposta è soggettiva e, per lo spirito di Michela Martello, egualmente valida.
Nello spazio della galleria saranno presentate una quindicina di opere, risultato della produzione più recente dell'artista, secondo un allestimento concepito insieme a Dawn Delikat e Parker Daley Garcia, direttrice e co-curatrice di Pen & Brush New York – associazione che da oltre 125 anni si occupa di sostenere e rappresentare l'operato di donne artiste e letterate di ogni nazionalità con sede a New York- entrambe curatrici della mostra milanese.

Michela Martello (Grosseto, 1965. Vive e lavora a New York)
Michela Martello studia illustrazione presso lo IED, Istituto Europeo di Design, e dal 1993 concentra la sua attenzione sulla pittura. Collabora con Pen&Brush (New York) associazione che da 123 anni si occupa di supportare il lavoro delle donne nelle arti visive e letterarie in America. Tra le principali partecipazioni a mostre: Weight of Happiness (Tibet House Museum, NY, 2014); Transcending Tibet (Trace Fondation, NY, 2015); Domesticity Revisited (Pen&Brush, NY, 2015); Time Zone (MAAM, Roma, 2015); Overlap-Life tapestries (A.I.R. gallery, Brooklyn,2017) Super SHE ( Galleria Giovanni Bonelli, 2018). Progetti di arte pubblica: The Wave Walk (La Mer, 2017); WoodenWallsProject (Asbury park NJ 2016/17/18); Solo-Future is Goddess (Pen&Brush, NY, 2017); Ingombri L’Altro Altrove, (MACRO Museum Rome, 2019) ; Art Point, (Museum Of Modern Art Tainan, Taiwan, 2020 ); Michela e’ stata recentemente selezionata da Jerry Saltz per il n. 146 di New American Painting.