Memorie Urbane 2014 – Frederico Draw

Fondi - 25/11/2014 : 25/11/2014

“Due occhi grandi per non dimenticare”, è la sfida di Turismo Creativo per l’appuntamento del 25 novembre 2014 con la Giornata internazionale per la lotta contra la violenza sulle donne. La chiamata è per l’artista portoghese Federico Draw, noto per i suoi intensi ritratti femminili, dagli occhi grandi e ricchi di profondità emotiva.

Informazioni

Comunicato stampa

“Due occhi grandi per non dimenticare”, è la sfida di Turismo Creativo per l’appuntamento del 25 novembre 2014 con la Giornata internazionale per la lotta contra la violenza sulle donne. La chiamata è per l’artista portoghese Federico Draw, noto per i suoi intensi ritratti femminili, dagli occhi grandi e ricchi di profondità emotiva.

5 interventi, che l’artista realizzerà tra il 18 e il 27 novembre in 5 città diverse, che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa: Arce, Caserta, Fondi, Gaeta e Terracina. Tutte insieme per lanciare un unico messaggio, “Basta con la violenza contro le donne”



Quest’anno il curatore del progetto, Davide Rossillo, ha fortemente voluto l’artista Federico Draw con il suo caratteristico linguaggio distintivo. “Volti che lasceranno un segno molto forte a chi passeggiando incontrerà questi sguardi”. Le opere saranno realizzate in punti di passaggio nei 5 comuni coinvolti, tutte con il tag 25 novembre. Sarà impossibile non notare la forza espressiva e la carica realistica di questi sguardi!

STOP VIOLENCE AGAINST WOMAN coinvolge tutti! E’ possibile partecipare in prima persona al progetto finanziando l’iniziativa e diventando promotori di un messaggio speciale contro la violenza sulle donne e portandosi a casa la serigrafia di uno dei talenti della street art internazionale.

Sulla piattaforma Street Art Place sarà possibile contribuire al progetto acquistando una serigrafia in edizione limitata e firmata dall’artista.

Gli staff di Turismo Creativo e del festival Memorie Urbane, da sempre sensibili alla tematica, sono attivamente coinvolti nel progetto, così come le associazioni territoriali che si occuperanno della logistica e seguiranno la realizzazione delle opere.