Meet Design è un contenitore di idee e di attività in grado di veicolare i valori concettuali, progettuali, creativi e produttivi del design, con l’obiettivo della divulgazione del design italiano attraverso iniziative di ampio respiro.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO BERTALAZONE DI SAN FERMO
  • Indirizzo: Via San Francesco D'assisi 14 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 04/11/2011 - al 25/01/2012
  • Vernissage: 04/11/2011 ore 19.30
  • Generi: design, arte contemporanea, incontro – conferenza, serata – evento, collettiva, disegno e grafica
  • Orari: Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede di MEET DESIGN: Palazzo Bertalazone di San Fermo – Via San Francesco d’Assisi, 14 - Torino Informazioni al pubblico Tel 011/5538799 Mart - dom dalle 10 alle 19 - Aperture serali sino alle 21.30 durante i talk Apertura straordinaria sino alle 24 sabato 5 novembre per la Notte delle Arti Contemporanee
  • Biglietti: Ingresso 7 euro intero, 5 euro ridotto presentando il biglietto di Altissima 18 e studenti, gratuito con Abbonamento Musei e Torino+Piemonte card
  • Sito web: http://www.meetdesign.it
  • Email: info@palazzobertalazone.com
  • Patrocini: MEET DESIGN è sostenuto da Mercedes-Benz, main partner dell’iniziativa, e da Franke, brand leader nella produzione di lavelli ed elettrodomestici che ha contribuito alla realizzazione dell’area multimediale; il progetto è realizzato in collaborazione con alcuni dei più prestigiosi marchi del design italiano: Alias, Artemide, B&B Italia, Boffi, Cappellini, Cassina, Danese, Driade, Fiam, Flos, Kartell, Luceplan, Molteni, Poltrona Frau, Pozzi Ginori.
  • Uffici stampa: EMANUELA BERNASCONE, STUDIO LUCIA CRESPI
  • Editori: SKIRA

Comunicato stampa

amate l'architettura perché siete italiani, o perché siete in Italia;
essa non è una vocazione dei soli italiani, ma è una vocazione degli italiani:
l'Italia l'han fatta metà Iddio e metà gli Architetti
Gio Ponti


Dal 5 novembre 2011 al 25 gennaio 2012 inaugurerà a Torino MEET DESIGN, inedita “piattaforma multicanale” ideata dal Gruppo RCS – Rizzoli Corriere della Sera.
MEET DESIGN è un contenitore di idee e di attività in grado di veicolare i valori concettuali, progettuali, creativi e produttivi del design, con l’obiettivo della divulgazione del design italiano attraverso iniziative di ampio respiro



La prima tappa si è svolta Roma dal 16 settembre al 13 ottobre e ha riscosso un largo successo sia tra i professionisti del mondo del design e dell’architettura, sia presso il grande pubblico della capitale, con un’affluenza sorprendentemente numerosa presso la prestigiosa sede dei Mercati di Traiano.
“L’edizione romana di MEET DESIGN – racconta Raimondo Zanaboni, Amministratore Delegato di RCS Pubblicità – ci ha regalato grandi soddisfazioni. Il successo di pubblico, numeroso sia alla mostra che agli incontri con designer e imprenditori, è stata un’importante testimonianza di quanto interesse questo settore sia in grado si suscitare e di quante opportunità di comunicazione offra”.

Ora MEET DESIGN arriva a Torino e si apre alla collaborazione con la programmazione di ContemporaryArt Torino Piemonte, il sistema dell’arte contemporanea che ha conquistato un ruolo di primo piano nel panorama culturale internazionale. MEET DESIGN inaugurerà in contemporanea con Artissima 18, Internazionale d’Arte Contemporanea di cui è media partner, che si svolgerà dal 4 al 6 novembre 2011 negli spazi dell’Oval, Lingotto Fiere a Torino.

La forza di MEET DESIGN 2011 è racchiusa nelle tre anime del progetto: Meet Show, Meet Talents e Meet People.
Meet Show propone una mostra storica che, attraverso un inedito taglio critico, presenta una ricca selezione di pezzi. Ne deriva uno spaccato trasversale sulle tipologie del design dal 1948 ad oggi da cui emerge con forza lo straordinario lavoro dei progettisti e degli imprenditori italiani.
Meet Talents costruisce un palcoscenico dedicato ai giovani e alla loro visione. Diciotto giovani designer italiani presentano in questa occasione progetti inediti e appositamente concepiti.
Meet People, organizzato con designer di fama internazionale e illuminati imprenditori, si articola in un ricco palinsesto di incontri e dibattiti ideati per divulgare e approfondire la conoscenza di questo settore dell’eccellenza italiana.

Il progetto di allestimento è curato da Stefano Boeri Architetti, il progetto di lighting design è di Reggiani Illuminazione, l’art direction è di Studio FM Milano.
Il corposo volume che racconta gli innumerevoli percorsi, le centinaia di oggetti e i molti protagonisti della prima edizione di MEET DESIGN, è edito da SKIRA.

MEET DESIGN è sostenuto da Mercedes-Benz, main partner dell’iniziativa, e da Franke, brand leader nella produzione di lavelli ed elettrodomestici che ha contribuito alla realizzazione dell’area multimediale; il progetto è realizzato in collaborazione con alcuni dei più prestigiosi marchi del design italiano: Alias, Artemide, B&B Italia, Boffi, Cappellini, Cassina, Danese, Driade, Fiam, Flos, Kartell, Luceplan, Molteni, Poltrona Frau, Pozzi Ginori.

MEET DESIGN è la testimonianza dell’impegno costante che il Gruppo RCS dedica al mondo dell’arredamento, del design e del progetto. Attraverso le sue pubblicazioni stampa e web e le iniziative diffuse sul territorio, RCS si pone come protagonista e promotore culturale all’interno di un contesto economico e sociale ampio, articolato e in continua evoluzione.


MEET SHOW

Meet Show propone una grande mostra itinerante, vero cuore dell’iniziativa, dal titolo “Design, una storia italiana”, curata da Marco Romanelli.
Grandi maestri, ma anche giovani designer; analisi critica, ma anche ricerca avanzata. Il design italiano viene spesso raccontato “per iperboli”, dimenticando che in realtà esso entra a far parte della nostra vita quotidiana, ne aiuta e ne condiziona i gesti più usuali: sedersi per leggere o per scrivere, portare un bicchiere alla bocca o disporre dei fiori in un vaso. Ci si è proposti pertanto di lavorare non per autore, materiale o cronologicamente, ma di abbinare cronologia e tipologia, costruendo, attraverso la sequenza temporale di pezzi afferenti alla stessa tipologia, delle vere e proprie “griglie memoriali”. Ciò permette, con assoluta evidenza e con un buon margine di obbiettività, di seguire l’evoluzione del progetto, di sottolineare le primogeniture, di evidenziare il cambiamento degli stili.

Il curatore, Marco Romanelli, architetto e designer, racconta così la genesi della mostra: “Una delle questioni più intricate che ricorre nelle discussioni sul design riguarda il modo di presentare la “storia”. Chi voglia raccontare l’evoluzione del progetto si affida usualmente a due percorsi alternativi: il primo propone una sequenza cronologica di pezzi; il secondo isole monografiche dedicate all’opera dei maestri. Uno e l’altro presentano difetti. Nella prima situazione la varietà di tipologie porta ad una certa confusione visiva in cui librerie e sedie, vasi e posate si accavallano senza lasciare spazio alla comprensione di reali linee evolutive. La seconda situazione ricade facilmente in una sorta di luogo comune: si potrà mai rinunciare a parlare di Gio Ponti o di Vico Magistretti o di Achille Castiglioni? Ma quanti altri magnifici progettisti saranno destinati all’oblio? Pensiamo a Gianfranco Frattini, Ico Parisi, Gastone Rinaldi, Roberto Menghi, Osvaldo Borsani, Gino Sarfatti. Inoltre in quella prospettiva “agiografica” è molto difficile “far continuare la storia” ovvero affiancare ai grandi maestri coloro che oggi quotidianamente si confrontano con le fatiche del progetto. Ecco allora nascere una terza via, basata su sequenze crono-tipologiche: individuata una tipologia - sedie, poltrone, bicchieri, posate, specchi, sanitari, lampade, vasi - è sufficiente allineare in ordine cronologico i pezzi che si ritengono più interessanti, visualizzando così istantaneamente la linea del tempo. E’ quello che abbiamo cercato di fare in questa mostra.”

“Storie di Cucina. 1948-2011. Trasformazione di una stanza attraverso le riviste del Gruppo RCS”, curato da Silvia Robertazzi e Alessandro Valenti, è il racconto, per immagini, dell’evoluzione culturale e di costume dell’ambiente più amato dagli italiani, la cucina. Focolare domestico, cucina borghese o kitchen all’americana? Elogio della praticità, promessa di una vita facile o nascita dell’Italian Style? Stanza tra le tante o la più importante di tutte? Muove da questi interrogativi un inedito viaggio multimediale nella storia della cucina italiana.


MEET TALENTS

Meet Talents è un palcoscenico dedicato ai giovani designer e alla loro visione del futuro. Il mensile Case da Abitare, da sempre attento alla ricerca dei talenti emergenti, presenta una selezione di progettisti italiani under 35 e li guida alla progettazione di una Home Collection, promossa quest’anno da Mercedes-Benz, main partner di MEET DESIGN.
“L’idea è stata quella di lasciare liberi i designer di interpretare i valori del brand automobilistico secondo la propria visione creativa. Ognuno darà forma ad arredi e oggetti domestici utilizzando le forme e i materiali che più gli sono congeniali”, spiega il Direttore di Case da Abitare Francesca Taroni.
Il risultato è una vetrina di progetti dai linguaggi innovativi che aprono il campo a nuove visioni dell’abitare. In mostra prototipi e disegni di: Federico Angi, Giorgio Biscaro, Paolo Cappello, Maddalena Casadei, De-Signum Studio Lab, Marco Dessí, Mario Ferrarini, Gumdesign, Ivdesign, Lanzavecchia + Wai, Mist-o, Brian Sironi, Studiocharlie, Studio Klass, Leonardo Talarico, Diego Vencato, Zaven, Matteo Zorzenoni


MEET PEOPLE

Un palinsesto di incontri e dibattiti con designer di fama internazionale e illuminati imprenditori italiani animerà il periodo della mostra. Meet People è un ricco programma di eventi pensato per rafforzare presso il grande pubblico la conoscenza del design e dei suoi protagonisti.
Il calendario dettagliato di Meet People sarà comunicato a mezzo stampa e disponibile on line sul sito www.meetdesign.it

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede di MEET DESIGN:
Palazzo Bertalazone di San Fermo – Via San Francesco d’Assisi, 14 - Torino
Informazioni al pubblico Tel 011/5538799
Mart - dom dalle 10 alle 19 - Aperture serali sino alle 21.30 durante i talk
Apertura straordinaria sino alle 24 sabato 5 novembre
per la Notte delle Arti Contemporanee
Ingresso 7 euro intero, 5 euro ridotto presentando il biglietto di Altissima 18 e studenti, gratuito con Abbonamento Musei e Torino+Piemonte card