Mauro Balletti – Opere di grafica e pittura dagli anni ’80 ad oggi

Milano - 04/02/2016 : 05/03/2016

Fotografo di moda e di pubblicità, pittore, regista, scultore e realizzatore di video musicali, dal 1973 Balletti è inoltre grafico e fotografo ufficiale di Mina: per quarant’anni ha infatti creato le copertine dei suoi dischi in nome di un fortunato sodalizio artistico.

Informazioni

  • Luogo: ARTESPRESSIONE
  • Indirizzo: Via Della Palla 3 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 04/02/2016 - al 05/03/2016
  • Vernissage: 04/02/2016 ore 18,30
  • Autori: Mauro Balletti
  • Curatori: Matteo Pacini
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Riapertura tutta italiana per la galleria ARTESPRESSIONE che inaugura la stagione espositiva 2016 con la mostra “MAURO BALLETTI. Opere di grafica e pittura dagli anni ’80 ad oggi” a cura di Matteo Pacini.

Grazie alla gallerista Paula Nora Seegy, dal 4 febbraio al 5 marzo 2015, tornerà a calcare le scene milanesi un artista italiano che ha fatto di eclettismo e ironia il fil rouge della sua intera produzione



Fotografo di moda e di pubblicità, pittore, regista, scultore e realizzatore di video musicali, dal 1973 Balletti è inoltre grafico e fotografo ufficiale di Mina: per quarant’anni ha infatti creato le copertine dei suoi dischi in nome di un fortunato sodalizio artistico.

La mostra prevista negli spazi della galleria ARTESPRESSIONE punterà i riflettori su circa 40 opere di grafica e pittura realizzate da Balletti a partire dagli anni ’80 fino ad oggi, in un percorso creativo che ha portato l’artista ad essere prima ancora che “creatore” di immagini, spettatore di una quotidianità indagata e captata nelle sue infinite suggestioni per poi essere riproposta, in maniera eclettica, attraverso forme morbide, imponenti corpi maschili e giunoniche figure femminile.

Balletti tratteggia con le sue opere un mondo fantasioso, ai limiti del concettuale, tra un vago senso di scompiglio e più o meno palesi contaminazioni che guardano ad artisti del calibro di Fellini, Picasso, Balthus, Caravaggio (per citare qualche nome appena), conducendoci a piccoli passi in una sorta di mondo parallelo fatto di struggente delicatezza e immancabile ironia.