Maurizio Donzelli – Diramante

Firenze - 15/01/2016 : 15/01/2016

Sarà presentato il catalogo Maurizio Donzelli_Diramante. Interverranno l’artista Maurizio Donzelli, il critico Daniele Capra, che ha realizzato l’intervista all’artista contenuta nel volume, e Pietro Gaglianò, curatore indipendente, che introdurrà gli ospiti e modererà l’incontro. La presentazione è organizzata in collaborazione con la Galleria Eduardo Secci Contemporary.

Informazioni

Comunicato stampa

Presentazione del catalogo
Maurizio Donzelli_Diramante
Edito da Bandecchi e Vivaldi
Intervengono
Maurizio Donzelli, artista
Daniele Capra, critico d’arte
Introduce l’incontro
Pietro Gaglianò, curatore.
In collaborazione con
Galleria Eduardo Secci Contemporary


Venerdì 15 gennaio alle ore 18, presso la Libreria Brac, Via de’ Vagellai 18 r Firenze, sarà presentato il catalogo Maurizio Donzelli_Diramante. Interverranno l’artista Maurizio Donzelli, il critico Daniele Capra, che ha realizzato l’intervista all’artista contenuta nel volume, e Pietro Gaglianò, curatore indipendente, che introdurrà gli ospiti e modererà l’incontro. La presentazione è organizzata in collaborazione con la Galleria Eduardo Secci Contemporary


Il libro: Diramante è il titolo del catalogo e delle mostre che nel 2015 hanno visto Maurizio Donzelli protagonista presso la Galleria Eduardo Secci Contemporary nelle sedi di Firenze e Pietrasanta.
Il volume, corredato da foto dello stesso artista e di Jean Pierre Gabriel, propone un saggio panoramico di Bartholomew F. Bland, curatore della mostra, e un’intervista di Daniele Capra, curatore indipendente, a Maurizio Donzelli.
Bland con il suo testo analizza e riflette sulle opere di Maurizio Donzelli andando a collocare l’artista al centro del dibattito e della narrativa internazionale di un mondo dell’arte professionale che, dopo averlo guardato con sospetto per decenni, ha gradualmente iniziato a fare nuovamente proprio il concetto di “bellezza”.
L’intervista di Daniele Capra invece indaga dalla viva voce dell’artista quali siano le ispirazioni, le suggestioni, i mondi da cui egli ha tratto e continua a trarre la linfa vitale per le sue opere d’arte.
L’artista: Maurizio Donzelli è nato nel 1958 a Brescia, dove vive e lavora. E’ stato per sette anni docente di Teoria della Percezione e Psicologia del Colore presso l’Accademia NABA di Brescia.
Ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra cui: Spettacolo di niente, Mazzotta, 2003, pubblicato in occasione dell’omonima mostra tenutasi presso la Calcografia Nazionale di Roma, a cura di Luigi Ficacci; Lo sguardo del disegnatore, edizioni l’Obliquo, 2003; Metamorfosi, Mousse Publishing, 2012; Maurizio Donzelli, Shin edizioni, 2014.
Parlando di disegno, si ricordano le performance della sua Macchina dei disegni che fra il 1999 e il 2004 sono state ospitate in varie città Italiane, in Germania e negli Stati Uniti; la performance intitolata Il contorno delle cose presso la GAMeC di Bergamo, nel 2003; la mostra intitolata La natura delle cose, a cura di Francesco Poli, alla galleria Caterina Tognon di Venezia, nel 2009.
Maurizio Donzelli ha esposto i suoi Mirror in varie occasioni, tra cui la mostra tenutasi alla Galleria Massimo Minini nel 2007 e le mostre tenutesi presso Palazzo Fortuny di Venezia a cura di Axel Vervoordt. Nel 2012 Donzelli intitola la sua personale di Palazzo Fortuny, a cura di Andrea Villiani, Metamorfosi; quella tenutasi nel 2013 a Palazzo Barbò, a cura di Angela Madesani, prende, invece, il nome di Imenigma, nel 2015 invece è a Palazzo Altemps con la mostra Ad Altemps curata da Andrea Viliani e nello stesso anno il critico newyorkese Bartholomew F. Bland lo segue nelle sue mostre tenutesi presso le gallerie di Eduardo Secci.