Mattia Barbalaco – L’abito fa la monaca

Bologna - 02/04/2022 : 07/05/2022

L’abito fa la monaca è una mostra che rivolge queste domande ad un contesto ben preciso: i conventi in cui monache, suore e badesse decidono di svestire la propria vita per diventare strumenti di un potere superiore.

Informazioni

  • Luogo: BLU GALLERY
  • Indirizzo: via Don G.Minzoni 9 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 02/04/2022 - al 07/05/2022
  • Vernissage: 02/04/2022
  • Autori: Mattia Barbalaco
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Cosa succederebbe se alzassimo il velo? Se rivelassimo l’intimo, liberato dalle imposizioni e dalle
maschere sociali che lo imprigionano? Le opere di Mattia Barbalaco, esposte alla Blu Gallery di
Bologna, ritraggono proprio questo luogo misterioso e oscuro, a cui raramente abbiamo accesso.
L’abito fa la monaca è una mostra che rivolge queste domande ad un contesto ben preciso: i
conventi in cui monache, suore e badesse decidono di svestire la propria vita per diventare
strumenti di un potere superiore. Ogni quadro coglie un momento sospeso dietro altari e chiostri,
dove prende forma un’umanità densa, improvvisamente spogliata dei propri doveri

Sono donne,
combattute tra la loro spontaneità incensurata e la veste che detta la loro esistenza, abito e
habitus sociologico del mondo a cui hanno deciso di appartenere. Figure che l’abitudine del velo
ha reso schive, incerte se sono in possesso di un’anima o se questa è già stata sacrificata a Dio.
Talune hanno paura di mostrarla e nascondono il volto e gli occhi che dovrebbero esserne
specchio. Altre rivelano con sfrontatezza il loro esserci. La mera tonaca, non più palco ma sipario,
spalanca l’enigma dietro l’oscurità del convento: corpi vivaci, corpi stanchi, piaceri, paure e
perversioni sfilano davanti agli spettatori. L’iniziale attitudine voyeuristica sfuma, pian piano, nel
perturbante e nel surreale, fino ad arrivare all’opera centrale dove un bambino viene accolto da
suore levatrici, quasi sostitute madri che sono al contempo impossibilitate ad avere figli.
Chiara Mascardi