Matteo Berra – Iceberg

Zavattarello - 30/05/2015 : 21/06/2015

Mostra personale di Matteo Berra.

Informazioni

Comunicato stampa



Un ICEBERG é un fenomeno naturale tra i più poderosi. Il più grande ICEBERG mai registrato misurava quanto l'intero stato del Qatar, o se vogliamo, come quasi metà della nostra Sardegna. Sono masse di acqua dolce alla deriva nell'oceano salato, sono scaglie delle provviste d'acqua della terra. Il riscaldamento globale li distruggerebbe, e loro ci inonderebbero. Il volume di un ICEBERG viaggia al novanta percento sott'acqua, invisibile. La punta dell'ICEBERG in italiano diventa l'avvertimento di un problema più grande ed incombente

Nel secolo scorso dà all'uomo una lezione di umiltà, affondandone il vascello allora più grande, il famoso Titanic. Incredibilmente a vedere la foto dell'ICEBERG che lo avrebbe affondato, la si osserva tuttora come la foto segnaletica di un killer seriale, come se vi fosse dolo, come se quel ghiaccio fosse malvagio, come se avesse voluto uccidere.

Gli ICEBERG sono dei mondi, sono dei moti, sono dei mostri. Vivono di molti paradossi, di vita e distruzione, di forza e fragilità. Come pochi altri fenomeni ci costringono a mettere in discussione la scala dei nostri traguardi e delle priorità.
In questa mostra ho voluto esplorarne il silenzio, seguendo le affinità elettive ed emotive che abitano questi deserti di ghiaccio.

Matteo Berra