Materials for Performance

Como - 06/07/2015 : 31/07/2015

XXI edizione dello CSAV - Artists Research Laboratory. La prima settimana la residenza si terra' sotto la guida di Yvonne Rainer, le seguenti con la scrittrice e coreografa Andrea Kleine. Previste performance, conferenza e mostra finale con gli artisti partecipanti

Informazioni

Comunicato stampa

Artiste Invitate
Yvonne Rainer e Andrea Kleine

Materials for Performance è il titolo scelto da Yvonne Rainer per la XXI edizione dello CSAV – Artists Research Laboratory che si terrà a Como dal 6 al 31 luglio 2015. Il laboratorio, diretto da Annie Ratti e curato da Emanuela De Cecco, con il coordinamento di Anna Castelli, si svolgerà presso lo Spazio Culturale Antonio Ratti (ex Chiesa di San Francesco) e la sede della Fondazione Antonio Ratti, Villa Sucota



Grants "Con l’uso del corpo, della voce e di oggetti cercheremo di estrapolare e combinare frammenti di performance da testi teorici e letterari, video, elementi autobiografici, osservazioni sul contesto, notizie, e dalle interazioni tra due o più partecipanti al laboratorio."
(Yvonne Rainer)

Per l'approfondimento del tema proposto, il laboratorio sarà diviso in due periodi, la prima settimana sotto la guida di Yvonne Rainer, le seguenti con la direzione della scrittrice e coreografa Andrea Kleine.

"Vorrei che il workshop fosse un laboratorio in cui giovani artisti esplorano i temi e le tecniche della performance, combinandole con il loro lavoro e con tutto ciò che riguarda le idee di Yvonne. Con un viaggio attraverso le tecniche di vari artisti, lavorando mediante la ripetizione, la giustapposizione radicale, l'osservazione del quotidiano, l'appropriazione autobiografica, gli stati emotivi, le strutture narrative e le anti-strutture, ritroveremo la strada verso il nostro lavoro." (Andrea Kleine)

La giuria, composta da Annie Ratti (Direttore CSAV), Emanuela De Cecco (Curatore CSAV) e Luigi Fassi (Curatore arti visive Festival Steirischer Herbst di Graz), ha selezionato 16 giovani artisti tra oltre 380 candidature. I partecipanti alla XXI edizione sono: Harold Batista (USA), Alexis Blake (USA), Barbara Boiocchi (Italia), Mikaela Boxström (Finlandia), Eduardo Cachucho (Sud Africa/Portogallo), Giovanni Paolo Fedele (Italia), Cassandra Guan (Cina), Clara J:son Borg (Svezia), Przemek Kaminski (Polonia), Devos Klaas (Belgio), Emma La Morte (Canada), Luzie Meyer (Germania), Paulien Oltheten (Olanda), Luna Paese (Italia), Amol Patil (India), Eshan Rafi (Canada/Pakistan).

il laboratorio include un programma di eventi aperti al pubblico. Giovedì 9 luglio 2015 alle ore 18, presso la sede della Fondazione, Yvonne Rainer terrà una conferenza durante la quale approfondirà le tematiche legate al suo lavoro.
Giovedì 16 luglio 2015 alle ore 20 allo Spazio Culturale Antonio Ratti, ex chiesa di San Francesco, la performance di Yvonne Rainer “The concept of dust, or how do you look when there's nothing left to move?”, suo ultimo lavoro, commissionato nel 2014 dal Getty Research Institute di Los Angeles, che verrà eseguito in anteprima durante il mese di giugno al MOMA di New York. Per finire, la programmazione dello CSAV prevede per sabato 25 luglio 2015 alle 15 presso lo Spazio Culturale Antonio Ratti, ex chiesa di San Francesco, Corso Aperto, una giornata di performance e mostra dei giovani artisti partecipanti al laboratorio. Il medesimo giorno, alle ore 19, presso la sede della FAR, si terrà la conferenza aperta al pubblico di Andrea Kleine.

Yvonne Rainer, co-fondatrice del Judson Dance Theater nel 1962, si è dedicata al cinema dopo quindici anni di carriera come danzatrice/coreografa (1960-1975). Dopo sette lungometraggi sperimentali – tra cui Lives of Performers (1972), Privilege (1990), MURDER and murder (1996) – è tornata alla danza nel 2000 in occasione di una commissione della Baryshnikov Dance Foundation per il White Oak Dance Project (After Many a Summer Dies the Swan).
Le coreografie create da allora sono AG Indexical, with a little help from H.M., RoS Indexical, una commissione per Performa07, Spiraling Down, Assisted Living: Good Sports 2 e Assisted Living: Do you have any money?.

Le sue coreografie e i suoi film sono noti in tutto il mondo. Il lavoro di Yvonne Rainer è stato riconosciuto e premiato con mostre internazionali e borse di studio, in particolare: due Guggenheim Fellowships, due Rockefeller Grant, il premio Wexner, una MacArthur Fellowship e mostre retrospettive al Kunsthaus di Bregenz, al Museo Ludwig, di Colonia (2012), al Getty Research Institute, Los Angeles, e presso Raven Row, Londra (2014).
La sua autobiografia – Feelings Are Facts: a Life – è stata pubblicata da MIT Press nel 2006 ed una selezione delle sue poesie da Paul Chan per Badlands Unlimited nel 2011.

Andrea Kleine è una scrittrice, coreografa e performance artist, che si è occupata di danza, teatro, cinema, letteratura e progetti interdisciplinari. Kleine ha ricevuto numerosi riconoscimenti, incarichi e borse di studio tra cui cinque borse della MacDowell Colony e il premio NYFA. Il suo ultimo lavoro, Screening Room, è stato presentato la prima volta nel dicembre 2014 presso The Chocolate Factory Theater di New York City. Il suo romanzo, Calf, sarà pubblicato da Counterpoint/Soft Skull nell’autunno 2015.

Caledario Eventi

9 luglio 2015
Conferenza di Yvonne Rainer
h 18.00, ingresso libero
Sala Conferenze FAR

16 luglio 2015
Performance Yvonne Rainer
The concept of dust, or how do you look when there's nothing left to move?
h 20.00, ingresso libero su prenotazione
Spazio Culturale Antonio Ratti (Ex Chiesa San Francesco)

25 luglio 2015
Corso Aperto
h 15.00, ingresso libero
Spazio Culturale Antonio Ratti (Ex Chiesa San Francesco)
Conferenza di Andrea Kleine h 19.00, ingresso libero
Sala Conferenze FAR

Ufficio Stampa
Anna Castelli +39 0313384976 [email protected]

Fondazione Antonio Ratti
Villa Sucota via per Cernobbio, 19 - 22100 Como