Massimo Angèi – L’ordine dal chaos

Pietrasanta - 05/01/2017 : 05/02/2017

Massimo Angèi, pittore spezzino, classe 1962, affronta la tela con un tratto estremamente raffinato, ma al tempo stesso incisivo per tecnica pittorica e intenso per armonia cromatica.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PONZETTA
  • Indirizzo: via Barsanti 41 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 05/01/2017 - al 05/02/2017
  • Vernissage: 05/01/2017 ore 17
  • Autori: Massimo Angèi
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Pietrasanta, 3 gennaio 2016_ Ognuno di noi ha dentro un CHAOS di emozioni e pensieri tra i quali cerca di trovare una via maestra, un equilibrio di accordi in una metamorfosi continua. Massimo Angèi, pittore spezzino, classe 1962, affronta la tela con un tratto estremamente raffinato, ma al tempo stesso incisivo per tecnica pittorica e intenso per armonia cromatica. Le sue opere, prevalentemente oli su tela di grandi dimensioni, talvolta trittici, sconfinano allo stato di completo disordine onirico. Quel disordine che nella mitologia greca è anche genesi, principio delle cose

Fine e principio, assenza e apparizione della materia dalla nebulosa.
“L’artista si muove liberamente sulla tela con dita intinte nel colore – spiega nel saggio critico in catalogo Elisa Giannini – e genera una prima tessitura informale, appunto, di quello che sarà successivamente il dipinto. Nella seconda fase, le tracce lasciate da questo abbandono libero e liberatorio vengono osservate e reindirizzate verso evocazioni anche figurative che prima Angei coglie e poi favorisce e sviluppa. In altre parole, osservando quello che involontariamente ha creato sulla tela riconosce delle proto-figure e le tira fuori dal chaos dando corpo, adesso con mano guidata da un’intenzione nonché dalla sapienza pittorica, alla rappresentazione di acque, tronchi, radici, uccelli, foglie, nuvole e così via. In questa seconda fase tuttavia Angei non cancella del tutto le tracce di quella genesi quasi gassosa”. Insomma, ci suggerisce Giannini: “La sensazione è quella di osservare in uno stesso dipinto la materia nei suoi diversi stadi, gassosa, liquida, solida ed anche nei suoi diversi tempi: prima di una genesi, durante una genesi e dopo”.
Alla Galleria Ponzetta (via Barsanti, 41), dal 5 gennaio al 5 febbraio, Massimo Angèi si presenta con la personale CHAOS: oltre dieci lavori, esposti per la prima volta al pubblico, in un singolare connubio tra arte antica, che la galleria da sempre tratta, ed espressione contemporanea. L’inaugurazione si terrà giovedì 5 gennaio alle ore 17, con la partecipazione dell’artista e con l’esibizione del jazzista Alberto Benicchi. L’ingresso è libero.
Brevi cenni biografici | Massimo Angèi nasce alla Spezia, vive e lavora a Sarzana.
Durante gli anni del Liceo Artistico lavora come illustratore naturalistico di flora e fauna.
Si laurea in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Carrara, partecipa alle prime esposizioni collettive e alla creazione del Gruppo Idioma assieme a Marco Casentini, Fabio Linari, Jacopo Bruno, Andrea Geremia. Poco tempo dopo inizia a lavorare come fotografo free lance per l’editoria specializzata in architettura e interni, pubblica le sue immagini su riviste italiane ed internazionali, fra queste il quadrimestrale statunitense NEST.
Fa parte delle agenzie fotografiche Grazia Neri di Milano e dell’agenzia Bilderberg di Amburgo. Fino alla primavera del 2006, quando improvvisamente abbandona la fotografia per vivere di pittura. Da allora espone le sue opere in Italia e in Europa, negli Stati Uniti.