Massimiliano Tommaso Rezza – The Narrow Door

Reggio Emilia - 02/05/2014 : 15/06/2014

The Narrow Door è un progetto sulla natura incerta, ambigua e prolifica delle immagini e sul loro potenziale sviluppo a partire da un lavoro tematico ipertrofico che viene nascosto, chiuso in una busta sottovuoto.

Informazioni

  • Luogo: SINAGOGA
  • Indirizzo: Via Dell'Aquila 3/a - Reggio Emilia - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 02/05/2014 - al 15/06/2014
  • Vernissage: 02/05/2014 ore 18
  • Autori: Massimiliano Tommaso Rezza
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: aperto venerdì 2 maggio dalle 18.30 alle 24.00; sabato 3 e domenica 4 maggio dalle 10.00 alle 24.00. Dal 7 maggio aperto sabato dalle 10.00 alle 23.00; domenica e festivi dalle 10.00 alle 21.00

Comunicato stampa

The Narrow Door è un progetto sulla natura incerta, ambigua e prolifica delle immagini e sul loro potenziale sviluppo a partire da un lavoro tematico ipertrofico che viene nascosto, chiuso in una busta sottovuoto.

Le immagini sfuggono al lavoro per il quale sono state scattate e si animano, prendono forme sempre diverse, ma temporanee, effimere, la cui forma è un risultato parziale, un approdo momentaneo di una traduzione potenzialmente illimitata



Il nucleo tematico del lavoro è la registrazione di eventi ordinari, minimi, umili, trascurabili, semiopachi, che ci si rivelano nella nostra quotidianità che, per la loro grazia discreta o per la loro natura inconsueta, permettono di intravedere, anche solo per un istante, un’apertura nella trama tirannica del reale.

Nel loro grado più vicino allo 0, nella cosiddetta matrice di The Narrow Door, queste immagini si presentano come fotografie integre, ermeticamente sigillate, stampate su carta economica, impacchettate sottovuoto, impilate, come un prodotto chiuso in se stesso sotto forma di packaging. Il mondo fertile e umile delle rivelazioni quotidiane, segreto e soggettivo, aperto alle rivelazioni provenienti da un universo proscritto dall’efficienza e dalla performance sociale, viene, con questo espediente, preservato e tenuto lontano dallo sguardo pubblico.

Dalla clausura della matrice le immagini, però, si liberano e danno vita all’istallazione. Le immagini si sviluppano autonomamente, si fertilizzano e si trasformano in stampe e oggetti sempre diversi: stampe su supporti diversi, dal vetro a carte preziose, da teche piombate a stampe xerox, a proiezioni, collage, poster, pubblicazioni mai prodotte.