Massimiliano Pelletti – Sacra Privata

Pietrasanta - 08/07/2017 : 06/08/2017

Sacra Privata è una mostra organizzata dalla Galleria d’Arte Barbara Paci e curata da Flavio Arensi. In occasione della Collector’s Night 2017 a Pietrasanta, prende vita il nuovo progetto scultoreo di Massimiliano Pelletti.

Informazioni

  • Luogo: BARBARA PACI
  • Indirizzo: Via Garibaldi 45 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 08/07/2017 - al 06/08/2017
  • Vernissage: 08/07/2017 ore 19
  • Autori: Massimiliano Pelletti
  • Curatori: Flavio Arensi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Da Lunedì a Domenica 10:00-13:00 / 17:30 – 24:00 Domenica mattina chiuso
  • Editori: PACINI

Comunicato stampa

La Galleria d’Arte Barbara Paci, in occasione della seconda edizione dell’evento Collector’s Night di Pietrasanta, presenta sabato 8 Luglio dalle ore 19.00, la personale di un giovane protagonista della scena scultorea italiana: Massimiliano Pelletti.
Sacra Privata, a cura di Flavio Arensi, racconta e approfondisce il linguaggio della scultura, che si rigenera e prende nuova vita senza mai dimenticare di dare uno sguardo al Passato.
L’esposizione è composta da nove opere inedite, realizzate da Pelletti, per questa specifica occasione, in materiali lapidei ricercati e rari (Onice bianco, Sodalite, Pietre fossili e molti altri), mai impiegati prima a fini scultorei

L’artista recupera modelli dalla statuaria classica, riuscendo a rendere attuali e contemporanei i soggetti, attraverso una rielaborazione dei materiali e delle tecniche, fondendo attualità e tradizione.
Sacra Privata racconta in chiave contemporanea la storia dei principali Dei dell’Olimpo, che divengono elementi per una grammatica dello scolpire che dimostra quanto sia fondamentale il lavoro manuale e intanto riesce a impossessarsi del lessico di una modernità che non riesce a fare meno del proprio Passato. Le opere sono frutto di una meticolosa ricerca da parte dell’artista di modelli in gesso antichi, con la caratterista di essere stati realizzati da calchi effettuati su sculture originali, riuscendo in questo modo a mantenere un unico grado di separazione tra la scultura autentica e quella contemporanea creata dall’artista. Passaggio tecnico fondamentale per la creazione è la fusione tra l’azione artistica di Pelletti e di quella attuta dal tempo e da fattori atmosferici che si fondono riportando sulla materia una duplice azione artistica, prendendo le distanze da quello che è stato e l’opera che sarà.


Catalogo edito da Pacini Editore,Pisa.
Testo critico di Flavio Arensi.