Marta Dell’Angelo – A4-564

Firenze - 19/02/2015 : 14/03/2015

Marta Dell’Angelo presenta per la sua prima personale a Firenze un progetto site specific, incentrato sui temi che ne caratterizzano la ricerca: il corpo come elemento significante e le deviazioni semantiche cui viene sottoposto, in un’indagine condotta attraverso linguaggi e tecniche che si sovrappongono, sperimentando formati inediti.

Informazioni

Comunicato stampa

Marta Dell’Angelo presenta per la sua prima personale a Firenze un progetto site specific, incentrato sui temi che ne caratterizzano la ricerca: il corpo come elemento significante e le deviazioni semantiche cui viene sottoposto, in un’indagine condotta attraverso linguaggi e tecniche che si sovrappongono, sperimentando formati inediti.
Sulle pareti della galleria prende forma una composizione monumentale, dove il disegno si sottrae alla compattezza della bidimensionalità e oscilla nello spazio, variando la continuità della rappresentazione e ridefinendo i rapporti percettivi tra opera e osservatore


L’iconografia del corpo, esplorata e deformata con un ritmo che richiama tensioni manieriste, dispiega la potenza interrogativa dell’arte in uno spazio dove la dimensione fisica e sensoriale coincide, senza velature, con quella politica. (PG)

Marta Dell’Angelo (1970), La sua ricerca è centrata sul corpo umano e in particolare quello femminile, attraverso una varietà di linguaggi che vanno dalla pittura alla video installazione, dal disegno alla performance. Si interessa di neuroscienze e antropologia, ha pubblicando Manuale della figura umana (2007) ed. Gli Ori e con Ludovica Lumer C'è da Perderci la testa ed. Laterza; diplomata all’Accademia di Brera, vince nel 2002 il Premio New York. Nel 2004 partecipa per un progetto speciale alla biennale di Mosca, nel 2009 alla Biennale di Tirana, nel 2013 alla Biennale di Thessalonikij. il suo lavoro è stato presentato in diverse gallerie in Italia e all'estero e in musei e istituzioni quali: Pac Milano, Art for the World, Mediateca di Santa Teresa Milano, Palazzo delle Stelline Milano, Istituto Italiano di cultura Madrid, Palazzo Reale Milano, Triennale e Triennale Bovisa Milano, GC.AC. Monfalcone, MAGA Gallarate, Museion Bolzano, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Torino, Museo del Novecento Milano, Fondazione G.Cini Venezia, Nosadelladue Bologna, Fondazione Remotti Camogli, MAMbo Bologna, Muse Trento, Museo di Villa Croce Genova.