Marison Ray – Vertigine

Firenze - 01/04/2022 : 29/05/2022

VERTIGINE è un progetto artistico che nasce da quell’attrazione che Il Giudizio Universale di Michelangelo ha esercitato sul pubblico e in particolare sugli artisti per quasi cinque secoli.

Informazioni

Comunicato stampa

VERTIGINE è un progetto artistico che nasce da quell’attrazione che Il Giudizio Universale di Michelangelo ha esercitato sul pubblico e in particolare sugli artisti per quasi cinque secoli. Un fascino così potente per l’artista italiana, Marison Ray, da portarla a cimentarsi con forza creatrice e visionaria nella realizzazione di un’opera monumentale, la cui struttura, realizzata appositamente da un artigiano di fama internazionale, è alta 7,60 mt e larga 7 mt. Evidente la forza d’espressione dell’anima e la capacità tecnica in un’opera singola, il cui impatto è un unicum per il panorama espositivo contemporaneo italiano



Nella grande tela dipinta si possono osservare simbolismi come testimonianza e denuncia della situazione attuale, di gravi e diffusi problemi sociali e ambientali.

“L’artista – spiega Alessandro Vezzosi, curatore della mostra e uno dei maggiori studiosi al mondo di Leonardo da Vinci – evidenzia il desiderio di sperimentare invenzioni e fascinazioni inconsce, lungo la traiettoria della percezione e attraverso gorghi e viluppi di cromie, in anatomie e prospettive sconvolte; intende scoprire le possibilità dell’ascendere e dello sprofondare: vertigini delle nostre paure ed esaltazioni”.

Il dipinto sarà collocato con un sistema sofisticato, studiato appositamente, nella sede espositiva dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, la più antica al mondo, a pochi passi da Piazza della Signoria e si potrà ammirare attraverso un’esperienza immersiva scenografica.

“Per l'Accademia delle Arti del Disegno – dichiara Cristina Acidini, Presidente dell'Accademia delle Arti del Disegno – ospitare nella sede espositiva di via Ricasoli quest'opera inedita, con i bozzetti preparatori che l'accompagnano, è anche un'occasione preziosa per tornare a proporre l'attualità dell'arte di Michelangelo Buonarroti, che ha fatto qui da innesco all'ispirazione di un'artista come Ray, un'autentica protagonista della creatività contemporanea”.

La mostra sarà aperta al pubblico a partire dal 1° aprile, dopo l’inaugurazione su invito prevista il 30 marzo alla presenza di Cristina Acidini, Alessandro Vezzosi e Andrea Granchi (Presidente della Classe di Pittura dell’Accademia delle Arti del Disegno).

La mostra, coordinata da Claudio Guida, è realizzata con il supporto tecnico e la collaborazione di CPA Service-Torino.