Mario Santoro – Woith

Roma - 22/10/2014 : 20/11/2014

Acta International, storico spazio espositivo romano dedicato alla fotografia, riapre la stagione con la mostra personale di Mario Santoro – Woith intitolata “Senza tregua”e curata da Francesca Pietracci.

Informazioni

Comunicato stampa

Acta International, storico spazio espositivo romano dedicato alla fotografia, riapre la stagione con la mostra personale di Mario Santoro – Woith intitolata “Senza tregua”e curata da Francesca Pietracci.
Il tema affrontato dall’artista è quello del degrado al quale sono incessantemente sottoposti il nostro paesaggio urbano e le nostre vite. Paesaggi in bianco e nero raffiguranti autostrade, gallerie, tralicci e trasporti speciali costituiscono il soggetto delle sue immagini. Quantità di cemento, di ferro e di asfalto, visioni senza speranza, ma allo stesso tempo dense di poesia, di nostalgia e di languore

Le ombre prevalgono sulla luce e le atmosfere notturne sono appena punteggiate da piccoli fari di automobili o da lampioni visti in lontananza. Tuttavia la notte e la foschia appaiono come vellutate grazie alle tecniche di stampa sperimentale sviluppate dall’artista e alla qualità della carta di supporto. E a dare un effetto ancora più intimo sono le piegature che corrono lungo la superficie, come se si trattasse di un piccolo foglio di appunti appena uscito dalla tasca. Se dunque, come sostiene lo stesso artista, “l’umanità è dannata”, tuttavia le sue foto aprono uno spiraglio nel versante della sensibilità, grazie alla quale l’essere umano potrebbe ancora raggiungere uno stato di empatia con la natura, con le città, con il pianeta.


Mario Santoro – Woith è nato nel 1968 a Cuba
attualmente vive e lavora a Todi (Umbria)

Principali mostre:

Musée de l'Elysée (Losanna), Wheaton College (MA), Galleria "Il Diaframma" (Milano),
M.Y. Art Prospects Gallery (NY), Dazzle Gallery (Tokyo), Italian Academy at Columbia University (NY)