Marina Bindella – Corpi Celesti

Roma - 12/05/2013 : 30/06/2013

La galleria Porta Latina presenta una mostra personale di Marina Bindella dal titolo "Corpi Celesti". La mostra è composta da una serie di circa cinquanta opere recenti e inedite, alcune delle quali, di formato quadrangolare modulare, sono assemblate in insiemi unici dove i segni che compongono i singoli elementi ritrovano un ordine più ampio e organico.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PORTA LATINA
  • Indirizzo: Via Latina 15A - 00179 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 12/05/2013 - al 30/06/2013
  • Vernissage: 12/05/2013 ore 16
  • Autori: Marina Bindella
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Giovedì, Venerdì 16.30 - 19.30 Sabato 11.00 - 13.00 / 15.30 - 19.00 O per appuntamento
  • Email: info@galleriaportalatina.it

Comunicato stampa

La galleria Porta Latina presenta una mostra personale di Marina Bindella dal titolo "Corpi Celesti". La mostra è composta da una serie di circa cinquanta opere recenti e inedite, alcune delle quali, di formato quadrangolare modulare, sono assemblate in insiemi unici dove i segni che compongono i singoli elementi ritrovano un ordine più ampio e organico. Da alcuni anni ormai la produzione di Marina Bindella si è spostata dal rigore del bianco e nero verso una sperimentazione che comprende l'uso del colore e di tecniche alternative alla xilografia, suo linguaggio preferito da sempre

In particolare, nella mostra "Corpi Celesti" l'artista sceglie di cimentarsi con la purezza del blu e del giallo, che ritmicamente si alternano al bianco e nero. Il titolo della mostra è un aperto riferimento alla materia cosmica dei corpi siderali, la cui natura propulsiva e creativa rappresenta per la Bindella un motivo di riflessione, che si sostanzia sulla superficie di questi ultimi lavori in una fitta serie di segni dinamici e compulsivamente protesi verso una comune meta. Tra le opere in mostra, che evidenziano ancora una volta la grande eleganza del lavoro dell'artista romana, troviamo anche "il metro quadrato" un progetto di Alessandro Zanella ispirato alle carte geografiche ottocentesche realizzato con un evocativo blu di prussia e ricomposto entro un libro d'arte a tiratura limitata, stampato in onore del private printer appena scomparso.