Marica Moro – Kosmos

Milano - 28/05/2021 : 03/06/2021

La mostra KOSMOS a cura di Elena Di Raddo, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università Cattolica di Milano, presenta un’installazione a parete di Marica Moro, che descrive una visione cosmologica e genetica allo stesso tempo.

Informazioni

Comunicato stampa

La mostra KOSMOS a cura di Elena Di Raddo, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università Cattolica di Milano, presenta un’installazione a parete di Marica Moro, che descrive una visione cosmologica e genetica allo stesso tempo. L’artista negli ultimi anni è impegnata in una ricerca artistica ispirata ai mutamenti dell’universo, teatro di trasformazioni continue e inarrestabili, in cui l’essere umano è immerso.
Dall’incontro intellettuale con Remo Ruffini, astrofisico di fama mondiale, è scaturito un nuovo ciclo di lavori ispirati alla metamorfosi della cellula che subisce continui cambiamenti della materia nello spazio

L’installazione a parete SEED CELLS pone la sua attenzione sull’energia insita nella natura e nelle forme primarie delle cellule all’origine della vita. In queste opere una forma in divenire, a metà tra creatura animale e vegetale, rappresenta il ciclo vitale degli organismi cellulari e identifica il parallelismo tra uomo e natura, la genesi e la trasformazione della vita tra passato, presente e futuro.
L’opera intende, inoltre, sottolineare l’importanza di un senso etico nell’analisi scientifica dell’evoluzione umana: la ricerca di nuove strade nello studio delle malattie grazie al progresso scientifico è da sempre protagonista del nostro tempo, come dimostrato anche in seguito alla pandemia che stiamo affrontando. Con queste opere l’artista vuole esprimere un messaggio di ottimismo e di speranza, dopo un periodo così duro e complesso.
L’installazione sarà allestita sulla parete progettata da Piero Manzoni in quello che era il suo spazio di lavoro, luogo storico e simbolico che da anni ospita mostre di artisti contemporanei, cornice del mondo di Brera dagli Anni Sessanta ad oggi, e specchio dei cambiamenti artistici ed economici che si sono susseguiti