Marco Salvetti – La bellezza dell’essenziale. Simbologia dell’anima

Campagnano di Roma - 24/08/2018 : 02/09/2018

Combustione, primitivi e quadri ad olio: i tre principali stili di Marco Salvetti vengono presentati in questa personale.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO VENTURI
  • Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele, 4 - Campagnano di Roma - Lazio
  • Quando: dal 24/08/2018 - al 02/09/2018
  • Vernissage: 24/08/2018 ore 18:00
  • Autori: Marco Salvetti
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 17:00 alle 22:00 (fuori orario su richiesta)
  • Patrocini: Comune di Campagnano di Roma

Comunicato stampa

Invito alla lentezza. In un momento in cui tutto è veloce Marco Salvetti propone allo spettatore di fermarsi e prendersi il tempo necessario per riflettere e ascoltare. La sua mostra di quadri è una galleria di specchi di fronte a cui sedersi per osservare se stessi. Con il suo ritorno all’essenziale il pittore invita mente e anima a incontrarsi in un luogo dove poter dialogare e confrontarsi. La selezione di opere è frutto di anni di ricerca ed evoluzione personale con il filo conduttore di dipingere ciò che si sente

In mostra sono esposti i tre stili maggiormente utilizzati: combustione, primitivi e quadri ad olio. La combustione è trasformazione della materia, un atto quasi sacrale, un libero sfogo dai turbamenti interiori. Tra questi la Luna, uno degli elementi ricorrenti tra le opere. I primitivi rappresentano la pace ritrovata, quel ritorno alle origini caratterizzato da calore interiore. Nei primitivi anche il poco è motivo di gioia e il fuoco è un amico con il quale parlare e rendere magico ogni momento. Malulemi è il primo di questa serie che vuole rendere omaggio alla vita primitiva come essenziale da ricercare e ritrovare in una vita moderna di eccessi e frenesie. I quadri ad olio sono le opere del qui ed ora, immediate e metereopatiche come le definisce il pittore. Negli olii i colori prendono vita sulla tela, non sono definiti in precedenza e trovano la loro espressione tra i colpi di pennello. Sono spesso albe e tramonti, mari e corsi d’acqua. Marco Salvetti è nato nel 1976 a Roma; vive e lavora a Campagnano di Roma. Il suo stile esprime un bisogno interiore di restituire un’immagine ai pensieri più profondi e agli stati d’animo. È alla continua ricerca di sperimentazioni stilistiche ed espressive, la maggior parte delle sue opere è materica e in rilievo.
Cover: Marco Salvetti, Il coraggio di guardarsi. Stucco e olio su tela