Mara van Wees – La Corte Aperta

Sipicciano - 15/08/2019 : 14/09/2019

Sculture di Mara van Wees.

Informazioni

  • Luogo: VILLA LAIS
  • Indirizzo: Via S. Bernardino 49, 01020 - Sipicciano - Lazio
  • Quando: dal 15/08/2019 - al 14/09/2019
  • Vernissage: 15/08/2019 ore 19
  • Autori: Mara Van Wees
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Con La Corte Aperta Mara van Wees porta a sintesi compiuta il proprio percorso espressivo: spirito olandese nelle origini e nella formazione, dopo gli studi a Rotterdam l’artista s’immerge nella cultura rinascimentale del soggiorno fiorentino per trasmigrare poi a lungo nella chiarità luminosa di Capri e approdare infine a Roma, dove oggi si divide tra l’attività nella Capitale e quella fruttuosa e matura nel lembo di Maremma tra Vulci e la Toscana

E nel suo lavoro è sempre leggibile l’impronta coerente e consapevole di ogni passaggio vissuto ed elaborato: la fiducia nel rigore formale e geometrico del primo De Stijl, la suggestione neoplastica che van Wees scioglie in una rottura poetica di linee ortogonali che restano però, dopo la decostruzione, ancora classiche, cinquecentesche per ritmo e tensione, votate al dialogo con la luce e con lo spazio indefinibile del respiro naturale delle cose.

L’argilla plasmata dà vita a forme mai statiche, agitate dall'utopia futurista di rinnegare la quiete per farsi volume catturato da un incessante movimento. La dinamica instabilità plastica delle opere è sottolineata da un conflitto costante e studiato tra il rigore della forma definita e la sua impossibilità a restare ferma, inerte, a lasciarsi solo guardare: tutto vuole muoversi, cambiare stato, rompere il silenzio, dissolversi nella luce. I colori sono impressi come campiture, partecipano di una geometria costruttiva ma celano un fine nascosto: mutarsi in velature epidermiche lievi come fragili memorie etrusche riemerse da profondità oscure.

In La Corte Aperta confluiscono felicemente “in opera” scultura, pittura, architettura, e mescolandosi poeticamente chiudono il cerchio con le origini neoplastiche dell’artista, in un canto di geometria vibrante che, per citare Licini, suscita sentimento ed emozione'. (Francesco Castellani)

Villa Lais è apparsa perfetta a Maddalena Mauri e Marco Scopigno per proseguire un percorso iniziato sette anni prima con l’apertura a Rieti della Galleria 3)5 artecontemporanea, oggi divenuta associazione culturale. La villa è stata costruita nei primi del ‘700 dalla famiglia Fabricucci. Villa & borgo tratteggiano un unicum indipendente, anche perché proiettata in un passato nel quale bellezza e funzione sono simbiotici consegnando all’oggi un diverso rapporto uomo e natura, restituendo un tempo in cui l’armonia con ciò che ci circonda rappresentava l’unica possibilità di sopravvivenza.