Dopo la prima assurda edizione dello scorso dicembre, torna mai più senza - il festival dell’assurdo, evento a ingresso libero organizzato da mare culturale urbano dedicato appunto al meglio dell’assurdo in circolazione.

Informazioni

  • Luogo: MARE CULTURALE URBANO
  • Indirizzo: via Gabetti, 15 - 20147 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/09/2017 - al 17/09/2017
  • Vernissage: 16/09/2017 ore 11
  • Generi: design, performance – happening, incontro – conferenza, serata – evento, new media, mercato, food, video, concerto, festival
  • Orari: sabato 16 settembre 2017, dalle ore 11.00 alle ore 2.00 domenica 17 settembre 2017, dalle ore 11 alle ore 24.00
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

“Forse tu non sei interessato all’assurdità”, disse convinta, “ma l’assurdità è interessata a te”
Donald Barthelme, Sixty Stories
Dopo la prima assurda edizione dello scorso dicembre, torna mai più senza - il festival dell’assurdo, evento a ingresso libero organizzato da mare culturale urbano dedicato appunto al meglio dell’assurdo in circolazione. Dalle ore 11.00 di sabato 16 fino alla mezzanotte di domenica 17 settembre gli spazi di mare in Cascina Torrette (in via G

Gabetti 15 a San Siro - zona 7) e la piazza dell’Housing Sociale Cenni di Cambiamento diventeranno il palcoscenico a cielo aperto per una mostra mercato con il meglio dell’assurdo autoprodotto, un’esposizione di opere folli, workshop di tipografia e legatoria, letture geniali per bambine/i, dj set e concerti, proiezioni, giochi, una tavola rotonda con esperti dell’assurdo e alcune proposte food, anch’esse naturalmente assurde.
mai più senza 2017 è un progetto di mare culturale urbano, realizzato in collaborazione con Politecnico di Milano | Dipartimento di Design – Corso Design degli Eventi del Prof. Luca Fois, Centro Sperimentale di Cinematografia, Makers Hub, Social Content Factory, Ulule, re.rurban, CTRL Magazine.

Perché un festival dell’assurdo? Perché l’assurdo vive nel nostro quotidiano e lo nutre. Perchè è anche dall’assurdo e con l’assurdo che si innescano cortocircuiti in grado di generare nuove forme artistiche e pratiche sociali. Come spiega Valentina Tanni, in un contributo composto in occasione del festival: “L’assurdo è un’arma. Gli artisti l’hanno capito già da secoli, e soprattutto a partire dall’inizio del Novecento l’hanno spesso usata per scioccare, divertire, sovvertire, protestare, far riflettere. (...) Fedeli all’etimologia della parola - il latino absurdus, che significa letteralmente “stonato” - hanno inseguito la possibilità della dissonanza, dell’allontanamento dall’ovvio e dal già conosciuto. Ogni dissonanza crea una nuova realtà, e con essa, una nuova possibilità di riflessione: l’assurdo attira l’attenzione e devia il pensiero, permettendoci di evadere dalla consuetudine”.

Con queste premesse il programma di attività della due giorni assurda si è articolato in aree di interesse e d’azione diverse (consultabile al sito maremilano.org), ciascuna a declinare, a suo modo, il concetto di assurdo.

La mostra mercato propone una selezione del meglio dell'assurdo autoprodotto (editoria, magliette, tatoo, accessori, grafica, frutta); e per avere una panoramica dell’assurdo in circolazione non ancora divenuto realtà, sabato una speciale giuria dell’assurdo premierà alcune piccole, grandi assurdità non ancora realizzate, oggetti o non oggetti che siano (app, filosofie di vita, nuovi modelli lavorativi, servizi) che sono stati candidati alla call lanciata in estate. Contestualmente sarà esposta una selezione di alcune opere folli create da studi di design, artisti e collettivi.

La musica, immancabile, accompagnerà l’evento, in modo assurdo naturalmente, con fra gli altri i dj set visionari di Ubi Broki (sabato) e Play girl from Caracars (domenica), lo speciale simposio con commento live di musica diversamente bella a cura di Orrore a 33 giri (sabato, ore 20.30), che farà scoprire al pubblico alcune chicche musicali dimenticate, o mai scoperte (certamente per motivi seri); o il concerto di Musica per bambini, progetto portatore sano di follia lucida, non solo elettronica, non solo punk, non filastrocca, né canzone, ma un po’ tutto questo (sabato, ore 22.00) e il live di Chris Costa (domenica ore 20.30), con la sua chitarra acustica, il suo looper e i suoi effetti cosmici, per un viaggio musicale tra suoi brani storici e altri inediti.

Il Centro Sperimentale di Cinematografia ha selezionato per il festival alcuni lungo e cortometraggi che saranno proiettati; mentre sul grande schermo dell’arena estiva di cinema all’aperto di mare sarà in onda il meglio dell’assurdo preso dalla rete. Si potrà così assistere alle migliori scene dei film horror/trash/demenziali, da “Rubber, la ruota assassina” a “Tromeo and Juliet”, da The Lady di Lory Del Santo alle poesie lette da Carmen Di Pietro.

Chi volesse approfondire il tema e scandagliarne tutte le possibilità, potrà partecipare alla tavola rotonda in cui interverranno artisti, designer, esperti di assurdo: un vertiginoso incontro costellato di personaggi bizzarri, invenzioni impensabili e immagini surreali per porsi domande, per nulla scontate. A moderare il dibattito saranno Luca Fois, Creative Advisor e Docente di Event Design al Politecnico di Milano con Donatella Bollani, Vice Direttore di Domus; interverranno Stefano Mirti, progettista, insegnante, “cose varie”, Francesco Zurlo, vice preside Scuola del Design - Politecnico di Milano, Maurizio Nichetti, regista, sceneggiatore e attore, direttore artistico del Centro Sperimentale Cinematografia di Milano, Alessandro Guerriero, designer, Antonello Fusé, designer e maker, Maddalena Fragnito, artista, art director di mare culturale urbano, Francesco Roggero, caporedattore di Orrore a 33 giri.

Spazio poi anche al gioco, per grandi o per piccoli, per tutte e tutti: il retrogaming a cura di Old Game permetterà di utilizzare consolle e videogame vintage e d’annata, mentre la Slow run è una gara in cui sarà premiato chi arriva per ultimo. Per bambini e bambine in cerca di assurdo Oasi del Piccolo Lettore propone alcuni momenti di letture geniali (gratuiti, prenotazioni, dai 6 ai 10 anni, prenotazioni a [email protected]): sabato alle ore 11.00 Il libro sbilenco e alle ore 17.00 Se le mele avessero i denti; domenica ore 11.00 Favole al telefono e alle ore 17.00 Vecchie che cadono.

Per chi invece desidera cimentarsi e confrontarsi con l’assurdo in prima persona, in programma domenica un workshop doppio dai 6 ai 16 anni: dalle ore 11.0 alle 13.00 ci si concentrerà sulla tipografia e a seguire dalle ore 15.00 alle 17.00 sulla legatoria, costruendo sia nel primo che che nel secondo la propria città ideale. Durante Print City, che si ispira al celebre videogame Sim City, si stamperanno e rilegheranno delle metropoli tascabili personalizzate. Stampando gli edifici che compongono lo skyline della propria città ideale e creando storie e personaggi, si rilegherà poi il tutto in un libretto personale. Ogni sezione del workshop costa 18 € materiali inclusi; la prima parte è a cura di Makers Hub staff con Daniele Milani (iscrizioni [email protected] - www.makershub.it), la seconda è a cura di Giulia Poli e Fabio Prestini (iscrizioni: [email protected] - laboratorididatticidifabioegiulia).

Non mancherà infine il cibo assurdo, con alcune degustazioni di stranezze culinarie a cura di mare birre e cucina, come ad esempio i toast per mangiatori di meme.

Info complete su maremilano.org
Contatti [email protected] | tel. +39 3281737850 (info point) /+39 02 890 58306 (studio)
facebook: mareculturaleurbano
twitter: maremilano
instagram: maremilano

Contatti stampa
Maria Giulia Guiducci, cell. 328/4756279, [email protected]



Programma completo
sabato 16 settembre
- 11.00 workshop | Il libro sbilenco
lettura di libri assurdi per bambini a cura di Oasi del piccolo lettore
laboratorio gratuito, dai 6 ai 10 anni | prenotazioni a [email protected]
- 12.00 – 1.00 giochi | retrogaming
l’area bar è allestita con consolle e videogame vintage e d’annata a cura di Old Game
- 12.00 – 20.30 mai più senza, mostra mercato
una selezione del meglio dell’assurdo autoprodotto: editoria/magliette/tatoo/accessori/grafica/frutta
- 12.00 – 00.00 mai più senza, mostra progetti call
in mostra le idee e i prototipi vincitori della call mai più senza 2016 e 2017
- 12.00 – 22.00 mai più senza, esposizione di progetti assurdi
studi di design, artisti e collettivi espongono le loro produzioni più assurde
- 15.30 – 17.00 premiazione mai più senza – call! 2017
finale del contest di idee assurde mai uscite dal cassetto: una speciale giuria dell’assurdo premierà
- 17.00 workshop | Se le mele avessero i denti
lettura di libri assurdi per bambini a cura di Oasi del piccolo lettore
laboratorio gratuito, dai 6 ai 10 anni | prenotazioni a [email protected]
- 18.00 -19.30 mai più senza – tavola rotonda
un vertiginoso incontro per porsi domande per nulla scontate
moderano Luca Fois, Creative Advisor e Docente di Event Design al Politecnico di Milano con Donatella Bollani, Vice Direttore di Domus;
intervengono Stefano Mirti, progettista, insegnante, “cose varie”, Francesco Zurlo, vice preside Scuola del Design - Politecnico di Milano, Maurizio Nichetti, regista, sceneggiatore e attore, direttore artistico del Centro Sperimentale Cinematografia di Milano, Alessandro Guerriero, designer, Antonello Fusé, designer e maker, Maddalena Fragnito, artista, art director di mare culturale urbano, Francesco Roggero, caporedattore di Orrore a 33 giri
- 19.00 dj set | Ubi Broki
- 20.30 simposio di musica diversamente bella – a cura di Orrore a 33 giri
- 20.30 – 00.00 proiezioni di corti e film a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia
le migliori scene dei film horror/trash/demenziali, da “Rubber, la ruota assassina” a “Tromeo and Juliet”, da The Lady di Lory Del Santo alle poesie lette da Carmen Di Pietro
+ proiezioni video virali dal profondo web, sullo schermo dell’arena estiva di cinema di mare
- 22.00 concerto | Musica per bambini
- 23.30 – 1.00 dj set | Ubi Broki

domenica 17 settembre
- 11.00 – 13.00 e 15.00 – 17.00 workshop di tipografia e legatoria | Print City
Il videogame Sim City ha dimostrato quanto sia divertente costruire una città immaginaria e le sue storie: Print City è il workshop per stampare e rilegare la tua metropoli tascabile! Stampa gli edifici che compongono lo skyline, crea le storie e i personaggi, rilega tutto in un libretto da portare con te.
- Tipografia (11.00 – 13.00), con Makers Hub staff + Daniele Milani
costo 18 € (materiali inclusi) | dai 6 ai 16 anni | iscrizioni [email protected] www.makershub.it
- Legatoria (15.00 – 17.00), con Giulia Poli e Fabio Prestini
costo 18 € (materiali inclusi), dai 6 ai 16 anni, iscrizioni: [email protected] laboratorididatticidifabioegiulia
- 11.00 workshop | Favole al telefono
lettura di libri assurdi per bambini a cura di Oasi del piccolo lettore
laboratorio gratuito, dai 6 ai 10 anni | prenotazioni a [email protected] 12.00 – 1.00 giochi | retrogaming
l’area bar è allestita con consolle e videogame vintage e d’annata a cura di Old Game
- 12.00 – 20.30 mai più senza, mostra mercato
una selezione del meglio dell’assurdo autoprodotto: editoria/magliette/tatoo/accessori/grafica/frutta
- 12.00 – 00.00 mai più senza, mostra progetti call
in mostra le idee e i prototipi vincitori della call mai più senza 2016 e 2017
- 12.00 – 22.00 mai più senza, esposizione di progetti assurdi
studi di design, artisti e collettivi espongono le loro produzioni più assurde
- 17.00 workshop | Vecchie che cadono
lettura di libri assurdi per bambini a cura di Oasi del piccolo lettore
laboratorio gratuito, dai 6 ai 10 anni | prenotazioni a [email protected]
- 18.30 – 19.00 Fart, asta di opere d’arte brutte
- 19.00 – 19.30 giochi | Gara di Slow run – vince chi arriva per ultimo
- 19.00 – 20.30 dj set | Play girl from caracas
- 20.30 – 22.00 concerto | Chris Costa
- 20.30 – 00.00 proiezioni di corti e film a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia
le migliori scene dei film horror/trash/demenziali, da “Rubber, la ruota assassina” a “Tromeo and Juliet”, da The Lady di Lory Del Santo alle poesie lette da Carmen Di Pietro
+ proiezioni video virali dal profondo web, sullo schermo dell’arena estiva di cinema di mare

Piccola storia dell’assurdo. Dalla tazza in pelliccia alle foto di Toto...

Quella dell’assurdo è una categoria che non smette di affascinare. Artisti del passato e del presente, designer, hacker ma anche semplici utenti della Rete confermano l’incredibile appeal che il non-sense esercita imperterrito da decenni. E ora c’è pure un festival milanese che celebra tutto il potere dell’assurdità. Artribune pubblica in anteprima il testo di presentazione dell'evento, scritto per l'occasione da Valentina Tanni.