Magia liberata

Barletta - 02/10/2013 : 16/10/2013

L’esposizione è dedicata a chi si lascia andare artisticamente, a chi prova a dar sfogo alle proprie emozioni mirando alla serenità. Non si è mai troppo folli se si inseguono le proprie passioni, i desideri segreti inespressi e i piaceri che sentiamo nel nostro io.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO CULTURALE ZEROUNO
  • Indirizzo: Via Enrico Cialdini 8 - Barletta - Puglia
  • Quando: dal 02/10/2013 - al 16/10/2013
  • Vernissage: 02/10/2013 ore 18
  • Curatori: Anna Soricaro
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: lun- ven. 10 – 12/17 - 20. sabato su appuntamento - dom. chiuso
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Fondazione Giuseppe De Nittis

Comunicato stampa

Allora provaci……Proviamoci……a vivere davvero. Lasciamoci scoprire.

Artisti: Mariangela Bombardieri, Silvia Canton, Regina Di Attanasio, Pinella Giuliano

Essere e sentirsi vivi sono cose differenti, non significa solo brillare in ogni campo, dal personale al lavoro, in famiglia, significa anche essere sinceri con se stessi e mostrare il positivo e il negativo che ci appartiene. Le emozioni sono come i colori, inesauribili gradazioni, infinite sfumature, tutte basilari per non sentirsi incompiuti e abbozzati. Non siamo computer, sempre accessibili e connessi

Siamo persone e per questo degne di tentare, una volta in più, ad esprimere le nostre emozioni con le forme e i mezzi meno consueti, con tutti i limiti che ne derivano, con le gestualità assurde e i tratti soppesati. L’esposizione è dedicata a chi si lascia andare artisticamente, a chi prova a dar sfogo alle proprie emozioni mirando alla serenità. Non si è mai troppo folli se si inseguono le proprie passioni, i desideri segreti inespressi e i piaceri che sentiamo nel nostro io. Astrazione o figurazione non importa, in fondo la luce non guarda ai generi: ogni opera d’arte in mostra sarà il risultato di un’espressione libera e vivrà di luce emotiva ed artificiale mostrando la genesi e l’eccellenza che la caratterizza. Regina di Attanasio dipinge per dar sfogo ad un desiderio innato esprimendosi con astrazione e figurazione in un tripudio di emozioni, in crescendo di energia. I colori sono il risultato di un istinto che si libera e si libra in vivacità intrise di addensamenti e resina esprimendosi con opere concettuali attuando una paziente indagine sul mondo. Silvia Canton è ispirata dalla natura, dal verde e dell’elegia dell’ambiente: la natura diviene pretesto per creare attraverso una tecnica che prima prevedeva pennellate grasse e pesanti ora si abbandona all’olio. Una linea dinamica e ondulata per uno stile nuovo e raffinato. Mariangela Bombardieri utilizza la figurazione per creare un sincretismo culturale in cui musica, poesia, letteratura si fondono appieno in un solo dipinto. Parte dall’ambito mitologico per dire nel presente con colori fervidi, energici e vivaci per un’arte che deve lanciare messaggi ed essere una continua espressione. Pinella Giuliano si avvale della figurazione per un’arte chiarissima solo all’apparenza poichè cela sensi e perché in ogni gesto. Colori intensi, scene ricolme di elementi allegorici che acquistano significato per una maestrìa con pochi paragoni.