Maggio 2014 Santa Croce sull’Arno

Santa Croce sull'Arno - 11/05/2014 : 15/06/2014

Un’istantanea di quella che è oggi la presenza degli artisti in questo luogo, ricco di esperienze e di relazioni. Non una fotografia di gruppo perché le ricerche sviluppate da ciascuno di loro sono spesso divergenti sia per tematiche che per modalità di lavoro.

Informazioni

  • Luogo: VILLA PACCHIANI
  • Indirizzo: Piazza Pier Paolo Pasolini - Santa Croce sull'Arno - Toscana
  • Quando: dal 11/05/2014 - al 15/06/2014
  • Vernissage: 11/05/2014 ore 11
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento
  • Orari: dal venerdì alla domenica 16.00-20.00
  • Telefono: +39 057130642
  • Patrocini: Promotori: Comune di Santa Croce sull'Arno. Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali Sponsor: Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato.

Comunicato stampa

Domenica 11 maggio alle ore 19,00 presso il Centro Espositivo Villa Pacchiani di Santa Croce sull’Arno si inaugura la mostra Maggio 2014 Santa Croce sull’Arno, un’iniziativa del Comune di Santa Croce sull'Arno. Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali con la sponsorizzazione di Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato.

Domenica 11 maggio alle ore 19,00 presso il Centro Espositivo Villa Pacchiani di Santa Croce sull’Arno si inaugura la mostra Maggio 2014 Santa Croce sull’Arno, un’iniziativa del Comune di Santa Croce sull'Arno

Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali con la sponsorizzazione di Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato.
Maggio 2014 Santa Croce sull’Arno intende essere un’istantanea di quella che è oggi la presenza degli artisti in questo luogo, ricco di esperienze e di relazioni. Una sorta di istantanea. Non una fotografia di gruppo perché le ricerche sviluppate da ciascuno di loro sono spesso divergenti sia per tematiche che per modalità di lavoro. Uno scatto che documenti quello che è vero oggi, per un attimo, diverso da ieri e inevitabilmente dal domani. Con chi ha desiderato rendere evidenti alcuni aspetti della propria ricerca per proporli – per l’ennesima volta per alcuni, per la prima volta per altri – all’attenzione degli altri artisti e della comunità. In quel luogo, Villa Pacchiani, che per la comunità ha una storia che è fatta di passioni e affetti, strappi e idilli, soddisfazioni e malumori. Che è nato da istanze di un gruppo di artisti e da una serie di presenze sul territorio che legittimavano quella richiesta: il Circolo del Pestival, Il Grande Vetro, la Galleria Nuvola Nera, gli artisti che negli anni Settanta, Ottanta e Novanta, fino ad oggi hanno vissuto e vivono in quella comunità.
Mariangela Bucci, Assessore alle Politiche ed Istituzioni Culturali del Comune di Santa Croce sull’Arno dice: “Maggio 2014, Santa Croce sull’Arno è una mostra programmata da tempo che oggi viene presentata al pubblico. La storia di Villa Pacchiani è una storia che parte dall’interesse di artisti locali per le forme dell’arte, in particolare per la grafica, ed è una storia che è parte integrante della storia di questa comunità, a cui la comunità tiene ed a cui l’Amministrazione riserva attenzione.
Nel tempo, attraverso le varie direzioni che si sono avvicendate, il progetto di Villa Pacchiani, Centro di Attività Espressive, si è evoluto e, nell’arco di questo mio mandato come amministratore, non ho mai voluto perdere la memoria di quello che è stato, con attenzione al presente e con l’obiettivo di proiettare questo luogo verso il futuro.”

Sei sono gli artisti che hanno accolto l’invito: Riccardo Brotini, Valerio Comparini, Giuseppe Lambertucci, Elena Salvadorini, Ennio Salvadorini, Gianluca Sgherri. Due sono le tematiche che, in modo differente, rientrano negli interessi e negli orizzonti di tutti: l’attenzione alla rappresentazione dell’individuo in relazione ad un contesto.
Riccardo Brotini presenta alcuni dei lavori appartenenti alla ricerca più recente. Proveniente da un percorso di pittura iperrealistica e di installazione, le grandi e ipnotiche tele di Brotini sono il frutto della costruzione di dispositivi semplici ed efficaci al tempo stesso che tracciano una sorta di autorappresentazione del mondo.
Valerio Comparini coglie volti di persone impegnate in momenti di vita di gruppo (le manifestazioni), uomini e donne di tutti i giorni che compongono comunità complesse con i propri riti e idiosincrasie, provano a sopravvivere alla prepotenza, al caso, alla strafottenza, al malcostume. E che qui si costruisce nuovi segni di appartenenza dipingendoseli sul viso, rintracciandoli, simili, sul volto degli altri.
Giuseppe Lambertucci presenta quattro lavori appartenenti a vari periodi della sua carriera dell’artista tanto da presentare una sorta di antologia in sintesi.
Le Nuvole di Elena Salvadorini sono un contrappunto significativo dei Ritratti. Su questa bipolarità si muove la selezione di lavori qui presentati.
Ennio Salvadorini è presente con una selezione dei suoi tanti paesaggi appartenenti a diversi periodi della sua attività. La ripetizione del soggetto rende chiaro il cambiamento di relazione tra l’artista e soggetto pittorico e tra uomo e contesto/oggetto della sua attenzione.
La pittura di Gianluca Sgherri è tale da richiedere un passo avanti, esige del tempo per soddisfare la curiosità: tanti sono i particolari racchiusi in un piccolissimo spazio. Che è lo spazio dell’inganno, dell’apparenza, dell’impossibile che diventa verosimile solo in virtù dei particolari, dell’attenzione alla resa dei volumi.
Durante l’inaugurazione verrà presentato il catalogo che documenta tutti i lavori partecipanti.

Riccardo Brotini
Fucecchio (FI), 1971. Tra le principali mostre personali: Riccardo Brotini, a cura di E. Vanzella, Torre degli Stipendiari, San Miniato (PI) 2001 E non vi fu che il mare, a cura di E. Vanzella, Palazzo Ghibellino, Empoli (FI) 2002 Tra le onde…,a cura di E. Vanzella, Torre civica, Bientina (PI) 2012 Cantiere Nuovo Marina di Pisa; Sundek Store, Forte dei Marmi; Surfbeat Gallery, Santa Barbara, California 2014 Saletta San Rocco, Santa Croce sull’Arno.
Principali mostre collettive: 2004 Ricerca artistica e nuove generazioni, a cura di I. Luperini, Archivio Piaggio, Pontedera (PI); Que reste-t-il?, a cura di S. Bottinelli, testi critici di S. Bottinelli e P. Gaglianò, Officina Giovani, Ex Macelli, Prato; Outbound. Fuori dai luoghi comuni, a cura di Silvia Bottinelli, Villa Medicea di Cerreto Guidi (FI); Station to station, Stazione Leopolda, Firenze 2003 Pagine dipinte, a cura di Associazione Fiera Libro Toscano, Palazzo Grifoni, San Miniato (PI); Radar, a cura di L. Macchi e E. Vezzi, Palazzo Grifoni, San Miniato (PI); Sogni di giorno, a cura di P. Arrighi, Interno 2, Empoli (FI) 2002 Comunicazioni di pace/ comunicazioni di guerra, a cura di E. Vanzella,Parco Corsini, Fucecchio (FI)
Tra le pubblicazioni: Start: artisti operanti dal secondo dopoguerra ad oggi nei comuni di Cerreto Guidi, Empoli, Montelupo fiorentino, San Miniato, Santa Croce sull’Arno e Vinci, a cura di S. Bottinelli, Vinci, 2003

Valerio Comparini
Fucecchio (FI), 1957. Esordisce come pittore nel 1976 e partecipa a rassegne di gruppo e mostre collettive di pittura. Negli anni Ottanta la sua ricerca artistica si orienta anche verso la scultura in legno e acciaio. Inizia così, in quegli anni, una stagione espositiva intensa che lo vedrà partecipe in numerose manifestazioni artistiche come, tra le altre, l’Arte Fiera a Bologna e il Salone di Arte Contemporanea a Firenze. Negli anni Novanta Comparini approfondisce la video-arte e realizza una serie di video e installazioni. Continua intanto a dipingere e a scolpire. Nel 1991 viene incaricato dal Ferrari Club di Santa Croce sull’Arno della realizzazione di una scultura dedicata a Enzo Ferrari, ora in sede stabile presso l’omonima piazza.
Tra il 1998 e il 2000 allestisce mostre personali alla Galérie Qvadrige di Nizza, e sempre nel 2000, insieme a Romano Masoni e Gunter Dollhopf, espone al Museo di Arte Moderna ad Amberg, in Germania. Fra le mostre più importanti degli ultimi anni sono da segnalare la personale Uccellacci e uccellini, e altre storie presso il Centro per l’arte Otello Cirri di Pontedera e Carismi per l’Arte presso la Fondazione Carismi a San Miniato.

Giuseppe Lambertucci
1936, Bientina (PI). Nel 1977 realizza le prime cartelle litografiche nella stamperia d’arte di Giuliano Angeli in via della Zecca a Lucca.
Dal 1978 si dedica anche all’incisione e frequentando assiduamente la stamperia d’arte “Il Bisonte” e, successivamente, la stamperia d’arte “Edigrafica” di Raffaello Becattini in Firenze (dove lavora a fianco di grandi maestri), realizza una importante serie di cartelle grafiche sul tema ecologico ed esistenziale, tra le quali Pianeta Padule con poesie inedite di Luciano Marrucci ed Alberto Pozzolini e testi critici di Alberto Giotti e Piero Malvolti; il Trionfo e l’Esilio su testo poetico di Piero Bigongiari presentata da Piercarlo Santini presso il Gabinetto Letterario G. P Vieusseux in Palazzo Strozzi a Firenze e l’”Umana Mimesis” di Pier Paolo Pasolini con testo critico di Vittorio Sgarbi.
Nel 1999 su invito di Nicola Micieli, espone l’opera grafica Dall’Utopia alla Speranza presso la Limonaia di Pisa, nella rassegna “Incisione Pisana nel 900”.
Nel 2004 realizza con l’alto patrocinio del Comitato Nazionale per i Festeggiamenti del Settimo Centenario della nascita di Francesco Petrarca, una cartella sull’opera del poeta composta di sei incisioni con testo di Michele Feo.
Nel 2011 partecipa con altri artisti alla mostra FantasticArte patrocinata dalla Cassa di Risparmio di San Miniato e curata da Nicola Micieli e da Margherita Casazza. Nel 2012 partecipa alla mostra Questo è il mio Fiume a Villa Pacchiani.
Numerose le mostre personali. Tra queste si ricordano quelle tenutesi presso la Galleria La Fonte, Trento, Galleria Internazionale, Varese, Galleria Bernardino Luini, Luino, Galleria Cetica, Lugano (CH), Galleria L’Isola, Milano, Palazzo della Provincia, Sondrio, Galleria Il Bisonte, Firenze, Gabinetto G . P. Vieussieux, Palazzo Strozzi, Firenze, Accademia degli Euteleti, San Miniato (PI), Teatro degli Animosi, Cararra, Galleria Guebelin, Lugano (CH), Biblioteca Comunale di Ponte Buggianese, Pistoia.

Elena Salvadorini
Pontedera, 1976. Si diploma all’ISA di Cascina (PI) in design; frequenta la facoltà di Architettura a Firenze, indirizzo Urbanistica, e si laurea all’Accademia di Belle Arti di Carrara in Scultura; contemporaneamente lavora nel laboratorio di Arte e Cornici del padre.
È del 2013 la sua mostra personale Nuvole e Sorrisi, Palazzo Vicario Certaldo (Fi).
Tra le mostre collettive: 2005 Trame d’artista, Abbazia di San Zeno, Pisa 2006 Crespin/Art’06 simposio site-specif nei giardini delle ville 700tesche; Arte Natura Storia Artigianato, Simposio nazionale di scultura in marmo 2007 Seravezza (LU); 2008 Solo donne. Scultura al femminile, Carrara; 2009 A regola d’arte. Nove artisti a confronto Montignoso (LU); Libera-mente VI° Simposio Internazionale di Scultura in Alabastro Volterra; Andrea riflette se stesso, istallazione Caffè FuoriPorta Carrara; Torano AmoreMIO collettiva scultura, Carrara; Viareggio Art Project collettiva scultura-pittura, villa Paolina, Viareggio; 2011 Esposizione foyer Teatrino dei Fondi, S.Miniato (PI); VI Biennale Giovani Artisti di Pisa: Cornice; Sedia d’artista 2011, Vecchiano (PI); SadaliArteNatura011, Ecomuseo, istallazioni varie, Sadali (Ca); Microbonet:micro2, galleria L’Acanto, Milano; 2012 Montagnarte 2012 Cutigliano (PT), simposio; 2013 Montagnarte 2013 Cutigliano (PT), simposio.

Ennio Salvadorini
Autodidatta, fin da giovane è attratto ed affascinato dal mondo artistico, tanto da maturare profonde e significative esperienze nel campo della ceramica e della scultura lignea. Frequenta corsi di restauro, intaglio, gessatura e doratura a Firenze, apprendendo l’arte della cornice.
Nel corso degli anni ha partecipato a numerose manifestazioni artistiche ottenendo consensi e riconoscimenti:
Tra le mostre personali: 1994 ex-vecchia falegnameria, San Miniato alto (PI); Galleria Rapuano Arte Moderna a Viareggio; 1996 Saletta Machiavelli di Montespertoli (FI); 2004 Play Bar, piazzale Michelangelo (FI).
Tra le mostre collettive: 2006 Galleria Nardi’s, Pietrasanta (LU); 2007 Galleria DadArt, Pietrasanta (LU).
E inoltre: donazione di un’opera sacra al cenacolo di S.Donato a Livizzano (FI), 1995; Donazione opera per il premio del Palio Ponte a Egola (PI), 1995; Premio Acli “Santa Croce per la fede”, 2002; Realizzazione di un’opera per il settantesimo concorso mascherato di Santa Croce s/Arno, 2003, Inserimento nel progetto multimediale “ Terre del Rinascimento”a cura di Silvia Bottinelli, per il museo L. da Vinci, 2003.

Gianluca Sgherri
Fucecchio (FI), 1962. Principali mostre collettive:1990 Le celle, Palazzo Pretorio, Fucecchio; Imprevisto, Castello di Volpaia, Radda in Chianti, (SI); Fiar International Prize Art under 30, Milano, Roma, Paris, London, New York, Los Angeles 1992 Ottovolante, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo; Immagini di pittura, Studio d’Arte Cannaviello, Milano 1994 Prima linea la nuova Arte Italiana, a cura di F. Bonami, Trevi Flash Art Museum, Trevi, (PG) 1995 12 pittori Italiani, a cura di L. Beatrice, spazio Herno Torino 1996 Martiri e santi, Associazione culturale l’Attico, Roma; Immagini italiane, a cura di L. Pratesi, Medienmeile am Hafen, Dusseldorf; Ultime generazioni, XII quadriennale Nazionale d’Arte, Palazzo delle Esposizioni, Roma; Dieci giovani Artisti dalla quadriennale a Montecitorio, a cura di V. Sgarbi, Palazzo Montecitorio, Roma 1997 Arte Italiani ultimi quarant’anni: Pittura iconica, a cura di D. Eccher, Galleria d’Arte Moderna, Bologna 1999 Sulla Pittura: artisti Italiani sotto i 40, a cura di A.Fiz, Palazzo Sarcinelli, Conegliano Veneto, (TV) 2007 Arte Italiana 1968-2007. Pittura, a cura di V. Sgarbi, Palazzo Reale, Milano 2011 Madeinfilandia, La filanda, Pieve a Presciano, (AR) 2012 Questo è il mio fiume, a cura di Il Grandevetro, Villa Pacchiani, Santa Croce sull’Arno, (PI) 2013 Maggio, associazione culturale Sincresis, Empoli, (FI).
Tra le mostre personali:1991 Galleria Margiacchi, Arezzo. 1992 Relazioni personali a cura di R. Pinto, Galleria InArco, Torino 1994 Studio d’Arte Cannaviello, Milano 1996 Altri passi, a cura di M. Meneguzzo, Studio d’Arte Cannaviello, Milano 1998 Associazione Culturale l’Attico, Roma; Olio e acqua a cura di L. Cherubini, Galleria Margiacchi, Arezzo 1999 Studio d’Arte Cannaviello, Milano 2000 Galleria No Code, Bologna 2001 Galleria Nuovartesegno, Udine 2002 Studio d’Arte Cannaviello, Milano 2004 Associazione culturale ItinerariArte, Bari 2006 Associazione Culturale 05, Santa Croce sull’Arno, (PI) 2009 Galleria Arte 92, Milano 2011 I minimi termini del racconto, a cura di I. Mariotti, Villa Pacchiani, S.Croce sull’Arno, (PI) 2012 Studio d’Arte Cannaviello, Milano 2013 Spazio per l’Arte Alberto Moretti / Schema Polis, Carmignano (PO) 2014 Why Sgherri?, Inner Room c/o Fusi&Fusi Siena.

Artisti: Riccardo Brotini, Valerio Comparini, Giuseppe Lambertucci, Elena Salvadorini, Ennio Salvadorini, Gianluca Sgherri