Maestri del ’900

Parma - 19/11/2011 : 08/01/2012

Alla fine dell’anno 2011 presso gli spazi della Galleria Maison Olivier – a Parma in via Bodoni 1/d a due passi da Palazzo della Pilotta – sarà possibile vedere e acquistare grafiche di alcuni tra i principali Maestri del Novecento scelte e presentate dal critico d’arte Mauro Carrera.

Informazioni

  • Luogo: MAISON OLIVIER
  • Indirizzo: Via Giambattista Bodoni 1/d - Parma - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/11/2011 - al 08/01/2012
  • Vernissage: 19/11/2011 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Email: maurocarrera1973@libero.it

Comunicato stampa

Maestri del ’900



19 novembre – 8 gennaio 2011

Galleria Maison Olivier – Parma



Artisti della Maison Olivier

8 dicembre – 8 gennaio 2011

Galleria Maison Olivier – Parma



Alla fine dell’anno 2011 presso gli spazi della Galleria Maison Olivier – a Parma in via Bodoni 1/d a due passi da Palazzo della Pilotta – sarà possibile vedere e acquistare grafiche di alcuni tra i principali Maestri del Novecento scelte e presentate dal critico d’arte Mauro Carrera

La mostra presenta le opere grafiche di grandi maestri italiani (Annigoni, Attardi, Baj, Cantatore, Carena, Conti, Levi, Pomodoro, Saetti, Salvatore, Tamburi, Treccani, Villani, Volpi, Zancanaro ecc.) e internazionali (Derain, Ernst, Masson, Sutherland ecc.) del XX secolo, emblematiche di un’epoca a cavallo tra figurazione e astrazione.



SABATO 19 NOVEMBRE 2011

ore 18.00 Inaugurazione della mostra Maestri del '900 con presentazione del critico d’arte Mauro Carrera



GIOVEDI 8 DICEMBRE 2011

ore 17.00 Inaugurazione della libreria della Maison Olivier

ore 18.00 Inaugurazione della mostra dedicata agli Artisti della Maison Olivier con presentazione del critico d’arte Mauro Carrera



Galleria Maison Olivier, via Bodoni 1/d PARMA
www.maisonolivier.com email : [email protected]
tel e fax 0521/504407 mobile 00393386076886



La scelta delle opere per la mostra è convenzionale e quindi non risponde ad alcun criterio d’universalità, ma ha inteso fare una campionatura di alcune esperienze grafiche esemplari. L’unico requisito rispettato nella selezione è stato quello di esporre opere di artisti che fossero ormai scomparsi. Tra le differenti tecniche incisorie, abbiamo lasciato un ruolo preminente alla litografia (dal greco lithos, pietra, e graphein, scrivere) che ha goduto nel Novecento di un successo incontrastato per le sue caratteristiche specifiche di versatilità e potenzialità di fatto illimitate. Essa consente sia la riproduzione di dipinti già esistenti, sia la stampa di creazioni del tutto originali: è il caso di un genio come Lautrec. Tra le tante opere esposte, ci sono alcune pregevoli litografie di Salvador Dalì e altre a colori in tiratura ordinaria realizzate da Mourlot – il più grande maestro litografo della Parigi XXème siècle – per il giocoso Enrico Baj, il surreale Max Ernst, fantasioso André Masson e il visionario Graham Sutherland. Di grande interesse sono i pochoir di André Derain. L’attenzione è stata poi rivolta ai grandi maestri italiani del Novecento dei quali abbiamo scelto alcune prove tra le meno comuni. Sono visibili in questa esposizione: due intense litografie a colori di Ugo Attardi; un piccolo ma vibrante nudo di Domenico Cantatore in litografia; un raro linoleum di Felice Carena, litografie a colori di Primo Conti, l’ultimo dei futuristi; due preziose opere di Carlo Mattioli, due preziose calcografie in rilievo di Giò Pomodoro; un luminoso paesaggio astratto in litografia di Bruno Saetti; un autoritratto sensuale in litografia della bella e spregiudicata Anna Salvatore, alcune litografie a colori, di cui una colorata a mano, di Orfeo Tamburi; un incisivo ritratto litografico di Ernesto Treccani; tre piccole litografie di Pino Volpi; due tavole di Tono Zancanaro e tanto altro ancora.

Speriamo sia di buon auspicio per gli artisti della Maison Olivier il vedere le proprie opere esposte accanto ai capolavori grafici di tanti maestri del recente passato. Questo era il nostro principale intento: un sincero augurio anche per loro di raggiungere importanti traguardi nel campo dell’arte.

Mauro Carrera e Laura Olivieri