Luoghi del Contemporaneo

Vicenza - 19/01/2013 : 16/03/2013

Al via la programmazione di danza contemporanea al Teatro Comunale di Vicenza negli spazi del Ridotto con la rassegna sperimentale Luoghi del Contemporaneo - Danza, dedicata alla coreografia e alla danza di ricerca dei nuovi autori, con tre performances, diverse e per genere e ispirazione, per mettere in scena interpretazioni e letture molto personali dei coreografi, spesso anche interpreti, che firmano gli spettacoli.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO COMUNALE
  • Indirizzo: Viale Giuseppe Mazzini 39 - Vicenza - Veneto
  • Quando: dal 19/01/2013 - al 16/03/2013
  • Vernissage: 19/01/2013 ore 20.45
  • Generi: performance – happening, teatro, danza
  • Biglietti: Gli abbonamenti alla rassegna Luoghi del Contemporaneo costano 36 euro intero, 24 euro il ridotto over 60 e il ridotto under 30; sono in vendita fino a sabato 19 gennaio. I prezzi dei biglietti per gli spettacoli dei Luoghi del Contemporaneo sono: 15 euro il biglietto intero, 10,60 euro il ridotto over 60 e il ridotto under 30.
  • Email: vicenzadanza@aellecom.it

Comunicato stampa

Al via la programmazione di danza contemporanea al Teatro Comunale di Vicenza negli spazi del Ridotto con la rassegna sperimentale Luoghi del Contemporaneo - Danza, dedicata alla coreografia e alla danza di ricerca dei nuovi autori, con tre performances, diverse e per genere e ispirazione, per mettere in scena interpretazioni e letture molto personali dei coreografi, spesso anche interpreti, che firmano gli spettacoli

La rassegna si propone infatti di ampliare lo sguardo rivolgendolo alla danza di ricerca, genere di spettacolo che per vocazione ama prendere vita in spazi diversi da quelli canonici dei grandi teatri e trova la sua dimensione in situazioni raccolte, in luoghi in cui l’autore può instaurare un dialogo più diretto con lo spettatore per comunicare con immediatezza emozioni e sensazioni.

La rassegna Luoghi del Contemporaneo - Danza è promossa e sostenuta dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven ed è sostenuta, in qualità di sponsor, da Veneto Banca.

Il primo appuntamento, in programma sabato 19 gennaio 2013 alle 20.45 è con “Calore” di Enzo Cosimi, presentato nell’ambito del Progetto RIC.CI (ricostruzione della coreografia italiana contemporanea) Anni Ottanta-Novanta, ideazione e direzione artistica di Marinella Guatterini, assistente Myriam Dolce.
Lo spettacolo è una produzione della Compagnia Enzo Cosimi, in collaborazione con AMATAssociazione Marchigiana AttivitàTeatrali, Arteven Circuito Teatrale Regionale Veneto, Fondazione del Teatro Grande di Brescia, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Fondazione Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Pubblico Pugliese, Torinodanza.
Regia, coreografia, scena e costumi dello spettacolo sono di Enzo Cosimi, come pure le musiche curate anche da Branca, Britten, Liquid-Liquid, Watson (con innesti di musica popolare africana); il disegno luci è di Stefano Pirandello, gli interpreti sono Francesco Marilungo, Riccardo Olivier, Francesca Penzo, Alice Raffaelli.
Marinella Guatterini, critico ed esperta di danza, scrive per “Il Sole 24 Ore”, “Famiglia Cristiana”, “Ballettoggi”, autrice di due testi fondamentali per la storia del balletto classico e della danza contemporanea, “L’ABC del Balletto” e “L’ABC della Danza”, docente universitaria in prestigiosi atenei, curerà la presentazione dello spettacolo, al Ridotto alle ore 20.00.

”Calore” è il primo lavoro coreografico di Enzo Cosimi, presentato a Roma nel 1982 all’Anfiteatro del Parco dei Daini di Villa Borghese, con il suo ensemble Gruppo Occhèsc. Il pezzo è costruito su un’energia vigorosa e ritmi serratissimi, nato per interpreti non-danzatori, protagonisti che comunque si riconoscono e inseriscono la loro messa in scena in una scrittura di danza. Nel primo breve scritto sullo spettacolo Cosimi scriveva: la realtà è devastata da gelide atmosfere, pensiamo di voler “annusare” una nuova aria, un nuovo vento in cui l’energia nel suo ritornare al nulla senza illusione, abbia come qualità un senso di profonda serenità, di caldo, di calma relativa.

Lo spettacolo è un viaggio visionario dove all’interprete è richiesto un processo di regressione che serve come traccia per disegnare un’età dell’infanzia e dell’adolescenza infinita, denso di fisicità ed emozioni.
Illuminante dunque il progetto e di recupero del repertorio della Coreografia contemporanea italiana, creato con l’auspicio che le nuove generazioni di autori e spettatori possano dare uno sguardo alla nostra memoria storica coreografica. Il PROGETTO RIC.CI. (nella passata edizione la rassegna Luoghi del Contemporaneo - Danza ha ospitato “Duetto” di Virgilio Sieni) è una proposta di ricostruzione di spettacoli, progettata per essere sostenuta da organizzazioni e organizzatori strutturati in un circuito, per proporre al pubblico coreografie “speciali”, alcune risalenti anche a vent’anni fa, e tra queste, talune opere emblematiche di fusione tra danza e teatro che hanno contribuito a creare il sapore e il gusto di una italianità coreografica diffusa ben al di là dello specifico coreutico. Oltre ai chiari intenti artistici di recupero di opere-simbolo del percorso creativo nazionale, il Progetto si propone di creare una sorta di “pacchetto esemplare”, esportabile anche all’estero, in cui la danza italiana di ricerca e autenticamente contemporanea, possa mostrare di avere una storia e una tradizione importante nell’alveo dell’arte italiana riconosciuta nel mondo.

Il secondo appuntamento della rassegna Luoghi del Contemporaneo - Danza sarà, martedì 26 febbraio alle 20.45, un omaggio alla grande coreografa tedesca Pina Bausch, spettacolo ideato dalla critica di danza Leonetta Bentivoglio. Si tratta di “Moving with Pina”, interpretato da Cristiana Morganti danzatrice del Tanztheater di Wuppertal, che dell’assolo è autrice e interprete. Il ritratto di Pina Bausch, velato da affettuosa nostalgia, è soprattutto la rievocazione danzata, tra narrazione e brani di repertorio, del suo universo creativo, del suo metodo di lavoro, la genesi di un gesto e di uno spettacolo, i modi e i tempi e, anche, la vita dell’intera compagnia.

Il terzo e ultimo appuntamento, in programma sabato 16 marzo alle 20.45, sarà invece con “Progetto Motel”, originale trilogia proposta dal Gruppo Nanou; sul palcoscenico della Sala Grande, saranno in scena contemporaneamente artisti e spettatori. Il progetto porta la firma di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci, anche interpreti dei brani. Saranno proposti tre episodi indipendenti, quasi dei tableaux vivants minimalisti in cui la drammaturgia è l’interazione del gruppo ristretto di personaggi, immersi in un ambiente familiare, in cui elementi straordinari spostano la quotidianità delle azioni.


Biglietti e abbonamenti sono in vendita alla biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini 39, Vicenza - tel. 0444.324442 [email protected] aperta dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, martedì, mercoledì e giovedì anche il mattino dalle 10.30 alle 13.00), sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it, e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza.

Gli abbonamenti alla rassegna Luoghi del Contemporaneo costano 36 euro intero, 24 euro il ridotto over 60 e il ridotto under 30; sono in vendita fino a sabato 19 gennaio.
I prezzi dei biglietti per gli spettacoli dei Luoghi del Contemporaneo sono: 15 euro il biglietto intero, 10,60 euro il ridotto over 60 e il ridotto under 30.