Luisa Grifoni – Riflessioni

Roma - 23/11/2011 : 07/12/2011

La riflessione sul mondo naturale genera oasi di astrazione quotidiana che inducono a fermarsi e osservare non solo con lo sguardo.

Informazioni

  • Luogo: ERCOLI - ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Plauto 30 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 23/11/2011 - al 07/12/2011
  • Vernissage: 23/11/2011 ore 18.30
  • Autori: Luisa Grifoni
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì 16:30-19:30 da martedì a sabato 10:30-13 e 16:30-19:30

Comunicato stampa

La riflessione sul mondo naturale genera oasi di astrazione quotidiana che inducono a fermarsi e osservare non solo con lo sguardo.

Luisa Grifoni affronta il tema della natura in punta di pennello. E' una pittura delicata che s'insinua tra le pieghe di morbidi raggi solari.
L'attenzione sensibile alle pur minime variazioni segue con discrezione l'alternarsi della luce e delle ombre riuscendo a cogliere dettagli inaspettati.
La sorpresa si cela dietro l'elemento comune ora protagonista sbiadito un pò per eccessiva confidenza



La capacità della Grifoni è quella di unire una tecnica fuori dal comune ad una poetica artistica che volutamente taglia fuori l'enfasi. L'acquarello rapisce l'essenza di una realtà, fin troppe volte data eccessivamente per scontata, per collocarla in un mondo piccolo piccolo ma governato da grandi sentimenti. Così una foglia o un limone sono pietre preziose di un mondo estinto. O in via di estinzione. Una caraffa, un vaso o un frutto escono fuori dall'oblio della memoria sensibile dove la routine li pone. Ed eccoli vivere rinnovati per merito di una visione defilata ma molto attenta e soprattutto educata alla natura. Questa educazione innata ma anche coltivata nel tempo si è legata in maniera indissolubile alla perizia tecnica della mano che dipinge. Una lunga strada dove ogni passo è meditato e induce ad una profonda e ramificata riflessione che può avvolgere con il tepore della sicurezza ma può anche scoprire sopite e oggettive inquietudini.

L'artista ha l'abilità di far percepire all'osservatore delle sue opere il soffio del vento nelle trasparenze del pigmento pittorico o la carica debordante dell'energia solare nelle campiture mai ordinate. Quando poi la natura per gioco o per disegno entra a far parte della composizione artistica tramite presenze che possono essere piccole come granelli di sabbia l'effetto trascende la percezione del momento. Colori vellutati, curve o rette rese meno sicure dalla lente dell'acqua ci catapultano in riva al mare con la brezza che soffia forte o sotto un sole che mai scotta ma limpidamente riscalda. I sentimenti.