Lucia Hesselink / Marco Ugo

Sabaudia - 12/08/2012 : 02/09/2012

Esporranno Lucia Hesselink e Marco Ugo, due artisti che da diversi anni collaborano attivamente con MAD.

Informazioni

Comunicato stampa

THANKS MAD FOR SUNDAY
Lucia Hesselink e Marco Ugo Art exhibition

Domenica 12 agosto l’Arte Contemporanea, dopo le esposizioni della Rassegna MAD Donna, torna a Sabaudia, presso il Restaurant / Cocktail Bar / Barbeque Neroopaco, immerso nel verde nelle vicinanze del lago di Sabaudia. Il nuovissimo locale è in stile radical chic, costruito con materiali naturali come il legno e il bamboo e resa elegante dal colore del nero opaco e del grigio tortora, immerso nel verde del parco nazionale del circeo all'interno di un giardino mediterraneo circondata da antichi alberi di ulivo


Il locale è suddiviso in diversi nuclei: presenta infatti la struttura centrale che ospita la zona cucina, la zona bar e la postazione dj. Nella zona del ristorante un ulivo fa da cornice ad una struttura realizzata completamente in legno e avvolta in modo delicato da leggere tende, e il giardino, sempre verde e curato, tappezzato da cuscinoni e tavoli ricavati da piccole botti, permette agli ospiti di godere delle specialità gastronomiche, piatti elaborati principalmente a base di pesce locale fresco ma anche di carne al barbeque, in un contesto che unisce relax e convivialità. Il cocktail bar garantisce è uno dei migliori della provincia, grazie alla sapiente esperienza dei gestori e alla qualità dei prodotti utilizzati, come bottiglie di grande pregio e selezioni di distillati notevoli, miscelate sapientemente con frutta fresca locale ed esotica, spezie provenienti da tutto il mondo e piccole alchimie celate in bottigliette ''segrete''. Inoltre il locale offre serate a base di musica e spettacoli teatrali e pirotecnici, oltre ad organizzare, la domenica, ''thanks god for sunday'' Aperitivo e oltre.., piccolo market di artigianato locale. L’arte contemporanea promossa da MAD si unisce dunque con l’artigianato artistico e il raffinato design di un locale già ricco di quadri e dunque perfettamente adibito ad accogliere esposizioni. In più gli obiettivi del Ristorante rientrano pienamente nello spirito di MAD, acronimo di Musica Arte Degustazione.
Da domenica 12 agosto a domenica 2 settembre nel prestigioso Neroopaco esporranno Lucia Hesselink e Marco Ugo, due artisti che da diversi anni collaborano attivamente con MAD.
Sulla poetica artistica della Hesselink riportiamo il testo di Laura Cianfarani:
“L’arte di Lucia Hesselink si incentra prevalentemente sul mare, adorato dall’artista, che è solita camminare sulla sabbia con la testa rivolta verso il basso alla ricerca di vetri, pietre, sassi e materiali portati a riva e levigati dall’acqua; non a caso si definisce una “cercatrice di tesori nascosti”. Questi elementi vengono poi decorati e applicati sulle tele con fondi dalle tonalità tenui e con soggetti figurativi come grandi occhi o volti umani. La poetica artistica della Hesselink tuttavia si orienta su diversi orizzonti, è caratterizzata da un’estrema poliedricità e da una grande capacità d’innovazione e di sperimentazione; siamo di fronte a un’artista in continua crescita, attenta e ricettiva al mondo dell’arte, da cui trae spunti e ispirazioni che rielabora secondo la sua personalissima cifra stilistica. In altre opere, infatti, riferimenti all’iperrealismo, alla sezione aurea di Piero della Francesca, all’armonia delle proporzioni dell’Uomo Vitruviano secondo la versione che ne aveva dato Leonardo Da Vinci.
In altri lavori l’uso di colori dalle tonalità tenui e pastello, le cromie delicate degli incarnati, le eleganti forme colorate e impreziosite da motivi ornamentali e decorativi, costituiscono evidenti richiami all’arte giapponese, che la Hesselink fonde con uno stile più “materico”, consistente nell’applicazione sulle tele, prima dell’intervento pittorico, di stoffe e tessuti antichi cuciti. In queste opere i visi delle figure femminili sono privi di lineamenti, non presentano né occhi, né bocca, né naso, la comunicazione e l’interazione con lo spettatore avvengono mediante i gesti, le posture: donne rappresentate in atto di apparente calma sono in realtà avvolte da infinite preoccupazioni. Anche se i volti non presentano occhi, sono in grado di guardare, di rivolgere sguardi verso pensieri, ansie, ma anelanti a una volontà di cambiamento, di miglioramento.
La bellezza dell’arte della Hesselink consiste nella capacità di “dipingere”, attraverso forme e colori, lo stato d’animo della persona prima che dell’artista, e l’artista lo fa intrecciando un profondo legame con l’altro, perché è perfettamente consapevole che, per rapportarsi a se stessi, è necessario riferirsi a sé come a un altro, secondo l’assunto dell’ “identità nella sua irriducibile alterità”.

Così si esprime Fabio D’Achille, curatore di MAD, sull’arte di Marco Ugo:
“Il lavoro artistico di Marco Ugo, ironico e pop, traccia un messaggio forte che parla piuttosto palesemente di tematiche sociali e soprattutto del fatto che per molti giovani ormai, al contrario di quello che si pensa, siano sempre più importanti i fatti di politica e società. Infatti già nel MAD INVASION di qualche anno fa insieme a moltissimi artisti di Latina, Marco esponeva quadri che parlavano di tematiche estremamente importanti quali il fumo (ad esempio una delle sue manie artistiche è quella di assemblare e comporre gli avvisi di nocività dei pacchetti di sigarette su molte delle sue tele) oppure l’importanza dell’individualità nei gruppi”(…).