Luca Vannozzi – Torridam aestatem

Rieti - 01/12/2012 : 06/01/2013

La mostra si compone di una serie di opere ‘invernali’, presepi ed altro, ‘realizzate – per citare l’artista – a scopo di refrigerio nel corso della torrida estate passata’.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA MODERNA
  • Indirizzo: Via Garibaldi 272 - Rieti - Lazio
  • Quando: dal 01/12/2012 - al 06/01/2013
  • Vernissage: 01/12/2012 ore 17.30
  • Autori: Luca Vannozzi
  • Curatori: Barbara Pavan
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì-sabato 10-13 e 16.00-20; lunedì 16.00-20

Comunicato stampa

Si inaugura sabato 1 dicembre 2012, ore 17.30, alla Libreria Moderna, Via Garibaldi 272, a Rieti, la mostra personale di Luca Vannozzi, TORRIDAM AESTATEM PICTURA REFRIGERAT, a cura di Barbara Pavan, promossa da Studio7.it, con il patrocinio del Comune di Rivodutri.

La mostra si compone di una serie di opere ‘invernali’, presepi ed altro, ‘realizzate – per citare l’artista – a scopo di refrigerio nel corso della torrida estate passata’


Con questo nuovo progetto Vannozzi prosegue il percorso artistico inaugurato con la mostra IPOTENSIONE: ‘Può essere deliberata, non sempre consapevole, la scelta di privarsi della profondità e del sarcasmo. Nel primo caso è congenita (non tutti hanno la vocazione a fare spessore); nel secondo è dovuta al bisogno di eliminare un fastidio. In profondità si scava e con il sarcasmo si demolisce, ma né l'una né l'altro edificano. Qui si tratta, invece, di costruire abusivamente, fuori dalla ‘licenza edilizia’ e dalle norme statiche e antisismiche - un vezzo tutto italiano - nell'unico modo accessibile a una pigrizia ipotensiva: con la carta, la penna, il colore - un vizio tutto italiano -. Così si possono gabellare per proprie e personali perfino le fantasie altrui, nel caso di un'abilissima e calligrafica imitazione (una malattia tutta italiana) ma non se il furto è con scasso, senza grimaldello e senza ‘excusaziononpetite’: l'ipotensione non lo permette. Una medicina tutta italiana, diagnosi e cura, ma senza le complicazioni della psicologia (troppo profonda) e dell'acrimonia (troppo caustica).’ (L.Vannozzi)

Luca Vannozzi, classe 1966, ha all’attivo numerose mostre e partecipazioni. Tra le più recenti segnaliamo: (2009) Rieti, Palazzo Marcotulli, Le stanze delle fiabe , a cura di Barbara Pavan, collettiva, opere in catalogo; (2010) Rieti, Studio7 Arte Contemporanea, Index, a cura di Barbara Pavan, collettiva; (2011) Avellino, Nola (NA), Rivodutri (RI) e Sant’Anatolia di Narco (PG), sedi diverse, In Fabula , collettiva, a cura di Barbara Pavan e Monnalisa Salvati; Rieti, Libreria Moderna, Contemporanea11, collettiva; Rivodutri (RI), Tenuta Due Laghi, Esserci, a cura di Barbara Pavan, collettiva, catalogo; Rivodutri (RI), Sala Consiliare del Comune, Centocinquanta, a cura di Francesco Santaniello, collettiva con il Patrocinio di Comune di Rivodutri, Provincia di Rieti, CCIAA di Rieti, catalogo; Rieti, Libreria Moderna, In dreams begin responsabilities, personale; (2012) Rieti, Studio7 Arte Contemporanea , In love we trust, a cura di Barbara Pavan, personale; Rieti, Studio7 Arte Contemporanea, Trame di carta, a cura di Barbara Pavan e Luca Arnaudo, collettiva; Rieti, sedi diverse, The Lucky One, a cura di Francesco Santaniello; Osteria Nuova, Atelier d’Arte Blu Monde, Ipotensione.