Luca Leandri – Il corpo e l’anima

Spoleto - 13/12/2014 : 25/01/2015

Installazione di Luca Leandri.

Informazioni

Comunicato stampa

IL CORPO E L’ANIMA

Annaffiatoio
Strumento e Corpo
Di Azione e Fertilità

Albero
Ombra
Di Anima effimera

…Pensiamo di averla ma non ne siamo pienamente certi.
Nel dubbio, facciamo qualcosa per conservarla ed alimentarla.
Luca Leandri

“C’era una volta, molto tempo fa, un vecchio monaco che viveva in un monastero ortodosso, si chiamava Pambe e un giorno piantò un albero secco sul pendio di una montagna. Così, di punto in bianco

E poi disse al suo giovane allievo, un monaco di nome Jhoan Koloff, di innaffiare l’albero tutti i giorni, finché non fosse diventato verde. Ogni mattina presto Jhoan riempiva un secchio d’acqua e usciva; si arrampicava su per il pendio della montagna e innaffiava l’albero secco e poi la sera, quando era già scesa l’oscurità, faceva ritorno al Monastero.
Continuò a fare così per tre anni finché un bel giorno salendo sulla montagna non vide che tutto l’albero era ricoperto di gemme fiorite…” (monologo tratto dal film “Sacrificio” di Andrei Tarkovski).
stemma-spoleto-con-scritta

con la collaborazione di Palazzo Collicola Arti Visive e con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Spoleto

Il progetto “Opus&Light”, a cura dello STUDIO A’87, a cadenza mensile da diciotto anni, prevede interventi di singoli artisti contemporanei nello spazio della chiesetta Madonna del Pozzo, a Porta Monterone, ingresso sud della Città medioevale di Spoleto. Installazioni di opere a confronto con la specificità del luogo, impreziosito da un ciclo di affreschi che racchiude in sé un intero secolo della storia della pittura italiana (1493 - 1600 ).