Luca Conca – In su la cima

Milano - 18/03/2015 : 08/05/2015

“I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi”, diceva Johann W. Goethe. E Luca Conca è proprio il discepolo silenzioso che ammira e fissa su tela la maestosità delle cime che lo circondano.

Informazioni

  • Luogo: FEDERICO RUI - ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: via Turati 38 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 18/03/2015 - al 08/05/2015
  • Vernissage: 18/03/2015 ore 18.30-21
  • Autori: Luca Conca
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a venerdi 15.00-19.00; sabato su appuntamento

Comunicato stampa

MERCOLEDI 18 MARZO 2015 si inaugura la personale di Luca Conca dal titolo In su la cima, in cui vengono presentate dodici opere realizzate appositamente per l'occasione.

“I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi”, diceva Johann W. Goethe. E Luca Conca è proprio il discepolo silenzioso che ammira e fissa su tela la maestosità delle cime che lo circondano. Una pittura sintetica, fatta di piccoli tratti non definiti, quasi a non riuscire ad afferrare del tutto l'importanza e la grandezza del soggetto

Una tavolozza ridotta all'essenzialità dei bianchi e dei grigi, per esaltare “le sensazioni care agli alpinisti quando si trovano di fronte alla luce d’alta quota e alla spiritualità che da questa pare emanare” (Roberto Mutti). L'anima delle montagne è colta nella loro intimità: non semplici vedute, ma un'analisi introspettiva evocata attraverso atmosfere oniriche e delicate.

Luca Conca è un pittore solitario, come i grandi alpinisti che affrontano una scalata: una sfida con se stessi che porta a un grande senso di libertà e a dialogare con la natura, sentendosi un tutt'uno con essa. Allo stesso modo affronta la pittura. Un dialogo – confronto con il soggetto e con le tecniche di rappresentazione. Una ricerca silenziosa e solitaria, che lo porta ad analizzare quello che vede, rendendolo sublime ma non didascalico, un percorso attraverso sensazioni e sentimenti che prova quando ascolta il rumore della montagna.

La mostra, che prosegue il programma artistico della Galleria, da sempre incentrato sulle nuove tendenze della pittura di immagine, sarà aperta fino all'8 maggio.



LUCA CONCA | BIOGRAFIA

Luca Conca è nato a Gravedona (CO) nel 1974. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si diploma in Pittura nel 1998. Nel 2004 tiene la sua prima personale alla Galleria Antonia Jannone di Milano, con testo in catalogo di Alessandro Riva. È del 2007 la personale Doppio sguardo, curata da Rino Bertini alla Galleria Credito Valtellinese, nelle sale di Palazzo Sertoli, a Sondrio. Il tema è quello del doppio, inteso come doppio ritratto, doppio punto di vista e ripetizione di uno stesso soggetto, sviluppato partendo dai ritratti di cinque coppie di gemelli, tra cui l’autoritratto del pittore e il ritratto del fratello gemello. I testi in catalogo sono di Marco Vallora e Armando Massarenti.

Nel 2008 Chiara Gatti di Repubblica lo invita al Premio San Fedele Arte a Milano. Sempre nello stesso anno il Credito Valtellinese, per la sede di Morbegno, gli commissiona due grandi tele di 4 metri di altezza, per una installazione permanente. Nel 2010 Fernando Gianesini lo invita ad un progetto che si sviluppa attorno al paesaggio naturale della Valmalenco e ad un dialogo con le fotografie di Alfredo Corti. Nasce così la personale L’ombra bianca della montagna. Partecipa alla 58° edizione del Premio Michetti, a Francavilla al Mare, curata da Maurizio Sciaccaluga. Nel 2011 è invitato alle mostre regionali della 54° edizione della Biennale di Venezia, nel Padiglione Lombardia a Palazzo Te a Mantova. Nel 2014 pubblica Vuoti, una plaquette in 25 copie, per le Edizioni Pulcinoelefante di Alberto Casiraghi, con un testo di Elisabetta Sem e 25 operine originali. Vive e lavora a Morbegno (SO).


MOSTRE PERSONALI
2015
In su la cima - a cura di Federico Rui – Galleria Federico Rui Arte Contemporanea, Milano (MI)
2014
La montagna incantata - a cura di Carlo Vanoni – Galleria Orler – Madonna di Campiglio, (TN)
2013
L'altro orizzonte, fotografare il dipingere, dipingere il fotografare (bipersonale con Pietro Cenini), a cura di Marcello Abbiati e Elisabetta Sem – Galleria AL.BO. per l'arte – Morbegno (SO)
2012
Luca Conca - a cura di Massimo Guastella, Temporary First Gallery – Brindisi
2011
Orizzonte di ghiaccio - a cura di Roberto Mutti, con un testo di Rino Bertini - auditorium di San Gerlando - Porto Empedocle
Hotel Miramonti - a cura di Paolo Rigon - Galleria Atlantica - Altavilla Vicentina
2010
L’ombra bianca della montagna - a cura di Fernando Gianesini, con un testo di Elisabetta Sem - TECA - Chiesa Valmalenco
2008
In cima - doppia personale con il fotografo Vincenzo Martegani - a cura di Michele Tavola - Galleria AL.BO. per l’Arte - Morbegno
Saluti da - a cura di Michele Caldarelli, con interventi lirici di Luigi Picchi - Galleria d’Arte Il Salotto - Como
2007
Doppio sguardo - a cura di Rino Bertini, con testi di Marco Vallora e Armando Massarenti - Galleria Credito Valtellinese, Palazzo Sertoli - Sondrio
2006
Summernights - doppia personale con il fotografo Vincenzo Martegani - a cura di Salvatore Primiceri - Villa Fuortes - Santa Maria di Leuca
2005
Luca Conca - a cura di Michele Tavola, con un testo di Andrea Vitali - Villa Sirtori - Olginate
2004
Personaggi e paesaggi - a cura di Alessandro Riva - Galleria Antonia Jannone – Milano

MOSTRE COLLETTIVE
2013
Montagna immaginata - a cura di Fernando Gianesini, con testi di Elisabetta Sem, Marcello Abbiati e Gianfranco Comi - Nuovi Spazi Teca - Chiesa Valmalenco
12^ edizione Maravee Anima - a cura di Sabrina Zannier - Castello di Susans - Majano(UD)
Lassù sulle montagne – a cura di Beatrice Buscaroli – Galleria Forni - Bologna
2011
Nouvelle figuration italienne - a cura di Michele Tavola - Galleria Beckel Odille Boicos- Parigi
Finis Valtellinae? - a cura di Giacomo Maria Prati e Paolo Lesino - Palazzo Pretorio - Sondrio
Padiglione Lombardia della 54° edizione della Biennale di Venezia - a cura di Vittorio Sgarbi - Palazzo Te - Mantova
The First Italian Show - a cura di Luca Beatrice - First Gallery - Roma
2010
Cross Painting - a cura di Alessandro Riva – Superstudio Più - Milano
Il mito del vero - a cura di Giacomo Maria Prati e Paolo Lesino - Palazzo Durini - Milano
Premio Lissone - Galleria Civica d’Arte Contemporanea - Lissone
Metropolitan Baby - a cura di Chiara Canali, Emma Gravagnuolo e Alessandra Redaelli -Galleria Previtali - Milano
2009
No landscape, la sparizione del paesaggio - a cura di Luca Beatrice - Fondazione Bandera per l’Arte - Busto Arsizio
Biennale Giovani Monza - 30 artisti per 5 critici - a cura di Daniele Astrologo Abadal, Valentina Gensini, Ivan Quaroni, Michele Tavola, Marco Tonelli - Serrone della Villa Reale - Monza
2008
100 idee contro la fame - un progetto Les Cultures - a cura di Mariagrazia Dell’Oro - Galleria Melesi – Lecco
2007
Profilo d’Arte - a cura di Chiara Gatti - Palazzo della Permanente - Milano
Premio Michetti - a cura di Maurizio Sciaccaluga - Palazzo San Domenico, Museo Michetti - Francavilla al Mare
Nuovi pittori della realtà - a cura di Maurizio Sciaccaluga - PAC - Milano
2006
Superfici in equilibrio - a cura di Daniele Crippa - Teglio
2005
Città di carta - a cura di Sandro Fusina - Galleria Pittura Italiana - Milano
Milano da vedere - a cura di Alessandra Redaelli - Galleria Previtali - Milano
2004
Contemporanea Giovani 2 - a cura di Flavio Arensi, Roberto Borghi, Carlo Ghielmetti, Emma Gravagnuolo - Spazio A-Shed/ex ticosa - Como
Premio Frisia - Villa Gonfalonieri - Merate
2002
Morbidamente donna - Galleria Antonia Jannone - Milano
Premio Lissone - Galleria Civica d’Arte Contemporanea - Lissone