Lorenzo Perrone – C’era una volta un re…

Daverio - 12/11/2011 : 29/01/2012

La mostra personale presenta piu' di trenta opere dell'artista in un percorso che illustra la sua ricerca sulle possibilita' del libro. I suoi 'libri bianchi' sono libri veri sui quali l'artista opera, mediante l'uso di acqua e colla, vernice e pigmento bianco, spogliandoli del loro contenuto e ottenendo cosi' un oggetto disanimato.

Informazioni

  • Luogo: VILLA MOROTTI
  • Indirizzo: Piazza Monte Grappa 9 - Daverio - Lombardia
  • Quando: dal 12/11/2011 - al 29/01/2012
  • Vernissage: 12/11/2011 ore 18
  • Autori: Lorenzo Perrone
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: mar-sab 10-12.30 e 15-19, dom 15-19

Comunicato stampa

“…Alla fine, liberate dal peso delle parole, le pagine diventano simboliche e il “Libro Bianco”, nel suo immobile candore, diventa ancora più eloquente e grida in silenzio per essere letto altrimenti”.
(L.Perrone)

“…Nelle mani di Lorenzo Perrone il libro parla una lingua stranamente silenziosa, l’artista con un gesto di azzeramento cancella dalle pagine ogni traccia di scritto per poi fissarle, mediante l’uso del bianco, in una sorta di forma eterna

Il libro, oggetto affascinante e simbolico, viene ricondotto al suo significante e, attraverso il processo artistico di riduzione, ritrova la sua forma e le possibilità di significato al di là della parola scritta. Il linguaggio diviene allora quello delle superfici, delle pieghe, dei volumi, dei vuoti e dei pieni, dei prolungamenti e degli innesti che trasformano il libro in scultura”.
(V. Broggini, Lorenzo Perrone, cat Ed. Galleria Villa Morotti)

Galleria Villa Morotti dedica una mostra personale a Lorenzo Perrone, presentando più di trenta opere dell’artista in un percorso che ben illustra la sua ricerca sulle possibilità del libro.
I libri bianchi di Lorenzo Perrone sono libri veri sui quali l’artista opera, mediante l’uso di acqua e colla, vernice e pigmento bianco, spogliandoli del loro contenuto e ottenendo così un oggetto disanimato, una materia prima.
Partendo da questa “materia prima” Perrone lavora in direzione scultorea, plasmando le superfici, lavorando sull’apertura delle pagine, sulle possibilità dell’appoggio e soprattutto innestando oggetti apparentemente estranei al libro stesso che, nella combinazione con questo, fanno emergere universi simbolici, sociali e immaginifici.
L’esperienza decennale nel campo della pubblicità come art director, l’amore per l’oggetto libro derivante dalla formazione presso la Scuola del Libro di Milano e la delicata sensibilità della personalità di Perrone, ma anche la sua ironia e la sua propensione ad un “economia” delle parole, si incontrano in questi microcosmi che sono appunto i libri bianchi espsoti a Galleria Villa Morotti.

Lorenzo Perrone nasce a Milano.
Frequenta la “Scuola del Libro” dell’Umanitaria e di pittura del “Castello Sforzesco”a Milano. Inizia a lavorare in pubblicità, si trasferisce poi a Londra e infine a New York dove rimane per oltre dieci anni. Torna in Italia e apre Blue44, uno studio creativo di grafica e comunicazione. Dipinge, progetta libri, scrive storie per il cinema, gira video, suona la fisarmonica. Lavora ai “Libri Bianchi” da circa nove anni. I suoi lavori sono stati esposti nelle gallerie di Milano, Firenze, Roma, Bologna, Napoli, Capalbio, Parigi e Denver. Vive e lavora tra Firenze e Milano.

APPUNTAMENTI IN GALLERIA
Contemporaneamente e contestualmente alla mostra di Lorenzo Perrone Galleria Villa Morotti è lieta di annunciare alcuni appuntamenti culturali:

Domenica 27 novembre, ore 17.00
Presentazione del volume Vincitore del Premio Chiara 2011-
"Una giornata al monte dei pegni"
di Elena Loewenthal edito da Einaudi
conducono Bambi Lazzati, Robertino Ghiringhelli
a seguire aperitivo
Una professoressa con i capelli a spazzola e un balordo che ce l’ha con il mondo intero.
Una simpatica vecchietta in ciabatte, un povero Cristo e tre buffi giostrai. Che ci fanno tutti nello stesso posto? Al Monte dei Pegni ciascuno porta con sè la propria storia, ma a parlare è soprattutto”la roba” che passa di mano in mano: gioielli, argenti, tappeti e pellicce.
Elena Loewenthal, Torino; dottore di ricerca in Ebraistica, collabora come editorialista a “La Stampa” e a Tuttolibri. Insegna cultura Ebraica all’Università San Raffaele di Milano. Per Einaudi ha pubblicato: Identità ebraiche allo specchio (2007), Conta le stelle, se puoi (2008), Una giornata al monte dei pegni (2010), La vita è una prova d’orchestra (2011).
Bambi Lazzati, è responsabile del Premio Letterario dedicato a Piero Chiara è inoltre Presidente degli Amici dei Musei di Varese. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche, vive e lavora fra Milano e Varese.
Robertino Ghiringhelli, ordinario di Storia delle Dottrine Politiche, Direttore del Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e degli “Annali di Storia Moderna e Contemporanea”. Dopo aver insegnato nelle Università di Trento, Milano e Salerno, dal 1994 è titolare della cattedra di Storia delle dottrine politiche nella facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica di Milano.

Domenica 4 dicembre, ore 17.00
Incontro con l'autore Francesco Pellicini conduce Matteo Inzaghi
presentazione del volume di racconti di lago con prefazione di Francesco Salvi "Lui no, è fuori catalogo!".
a seguire brindisi natalizio
Benvenuti a Luino sul lago Maggiore, “patria” di celebri comici e scrittori fedeli al gusto del raccontare. Con “Lui no, è fuori catalogo”, l’autore “dipinge” una Luino pulsante di vita, ricolma di spontaneità, di bizzarre avventure da Caffè e di folli personaggi locali realmente esistenti protagonisti di simpatiche storie di lago.
Francesco Pellicini, laureato in giurisprudenza, è attore diplomato alla scuola teatrale di Roberto Brivio (I Gufi) in Milano dal 1999. Scrittore, comico e attore, è alla sua quarta pubblicazione dopo “Caro Cedrone” (1996), “Vecchio Klaiderglak, una vita? Non mi basta!” (1998) e “Noi, i ragazzi del caffè di Luino” (2004). Direttore artistico del Festival del Teatro e della Comicità Città di Luino
Matteo Inzaghi, 1974, Laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla "Guerra del Vietnam nel Cinema americano". Giornalista professionista, dal 2004 direttore responsabile di Rete 55. Dal 2006 è membro del Comitato Organizzativo del "Premio Chiara - Festival del Racconto. Editorialista de La Prealpina e Varese Mese, collabora, nelle vesti di critico, con diverse riviste di cinema

Catalogo edito dalla galleria
Presentazione in catalogo Vittoria Broggini

Inaugurazione sabato 12 novembre ore 18.00

Presentazione del volume 'Una giornata al monte dei pegni' di Elena Loewenthal edito da Einaudi: Domenica 27 novembre, ore 17.00

Incontro con l'autore Francesco Pellicini e presentazione del volume 'Lui no, è fuori catalogo!": Domenica 4 dicembre, ore 17.00