Listen #3 – Le metropoli sintetiche della notte

Roma - 17/04/2014 : 17/04/2014

Il terzo appuntamento della rassegna Listen è dedicato alla nascita, nella Svizzera degli anni ‘90, di una nuova “cultura della notte” direttamente legata a fenomeni (sia musicali che non) figli dell’era elettronica e di una concezione della città come ipotetica metropoli senza fine. A Zurigo, nel 1992 si svolge la prima street parade, il più importante evento techno dell’epoca.

Informazioni

  • Luogo: ISTITUTO SVIZZERO
  • Indirizzo: Via Liguria 20 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 17/04/2014 - al 17/04/2014
  • Vernissage: 17/04/2014 ore 19
  • Generi: incontro – conferenza
  • Uffici stampa: ALESSANDRA SANTERINI

Comunicato stampa

LISTEN #3
Le metropoli sintetiche della notte
Incontri, ascolti e visioni sulla nascita e gli sviluppi
della night culture in Svizzera e in Italia, tra street parade,
rave illegali, squat alternativi e club techno.


Giovedì 17 aprile 2014, ore 19.00
Ingresso libero

Parole, ricordi e selezioni musicali a cura di:
Il Duka
Marie-Avril Berthet

Introducono:
Francesco de Figueiredo
Valerio Mattioli

Immagini e visioni selezionate da:
Marie-Avril Berthet per Popular Helvetica

Istituto Svizzero di Roma
Sala Elvetica, Via Liguria 20 - 00187 Roma
T

+39 06 420 42 620
[email protected]
www.istitutosvizzero.it

Un po’ simposio informale, un po’ seduta d’ascolto, e un po’ esperimento di immersione multisensoriale, LISTEN è una rassegna di incontri sulla cultura popolare svizzera e sulla musica in particolare. A mescolarsi sono le testimonianze degli esperti e i suoni recuperati da collezioni di dischi, nastri d’epoca e materiali d’archivio. Gli interni dell’Istituto Svizzero di Roma verranno trasformati in accoglienti listening rooms in cui il pubblico potrà partecipare, più che a una semplice conferenza, a un ritrovo immersivo nei meandri del suono.

Il terzo appuntamento della rassegna LISTEN è dedicato alla nascita, nella Svizzera degli anni ‘90, di una nuova “cultura della notte” direttamente legata a fenomeni (sia musicali che non) figli dell’era elettronica e di una concezione della città come ipotetica metropoli senza fine. A Zurigo, nel 1992 si svolge la prima street parade, il più importante evento techno dell’epoca.
Nel frattempo, Ginevra diventa “la città con più squat d’Europa”. Da allora, il concetto di night culture ha continuato a svilupparsi fino a rivelarsi, ancora negli anni 2000, un imprescindibile strumento di riflessione sulla contemporaneità.
A raccontare quanto successo in Svizzera negli ultimi vent’anni è Marie-Avril Berthet: dj, curatrice e studiosa dei nuovi fenomeni urbani, è anche la coordinatrice del Gran Consiglio della Notte di Ginevra. Assieme a lei, in un ideale confronto con quanto è successo in Italia negli stessi anni, Il Duka: bardo metropolitano, coscienza storica dell’undergrond romano, è stato tra i fondatori della rivista Torazine ed è autore di libri come Roma KO e Rumble Bee (con Marco Philopat) e Il tacco del Duka.

Tutti gli incontri di LISTEN sono accompagnati dall’ascolto di musiche scelte dagli ospiti di ciascun evento, oltre che dalla presentazione di materiali visivi (foto, filmati, pubblicazioni d’epoca) e dalla pubblicazione di una speciale fanzine in edizione limitata che raccoglie materiali scelti dal curatore di turno: per LISTEN #3, a raccogliere le istantanee delle notti svizzere, è la stessa Marie-Avril Berthet.

La rassegna LISTEN si inserisce all’interno di Popular Helvetica – dalle tradizioni folk ai nuovi riti urbani, il progetto a cura di Francesco de Figueiredo e Valerio Mattioli che documenta per l’Istituto Svizzero di Roma le evoluzioni della musica popular elvetica dalle antiche tradizioni folk alle complesse forme della contemporaneità.