Lina Bo Bardi: un’icona contemporanea

Milano - 10/11/2021 : 10/11/2021

Tavola rotonda su Lina Bo Bardi.

Informazioni

Comunicato stampa

Triennale Milano, in collaborazione con Arper e Johan & Levi Editore, presenta Lina Bo Bardi: un’icona contemporanea, una tavola rotonda dedicata all’approfondimento della figura dell’architetto e designer Lina Bo Bardi (1914-1992) nell’anno del Leone d’Oro speciale alla memoria alla Biennale di Venezia



Triennale Milano con il suo Museo del Design Italiano porta avanti così il lavoro di promozione e valorizzazione dei Maestri del design e dell’architettura italiani e di rafforzamento di un sistema virtuoso di dialogo con aziende, editori, istituzioni, archivi, centri di studio per realizzare progetti di ricerca volti alla realizzazione di mostre, pubblicazioni e giornate di studio.

A partire da La dea stanca, prima biografia di Lina Bo Bardi – l’epiteto è stato coniato da Valentino Bompiani –, scritta da Zeuler R. Lima ed edita da Johan & Levi, saranno ripercorse alcune delle vicende fondamentali dell’avventura professionale e umana di questa donna che ha sfidato le convenzioni sociali e intellettuali della propria epoca. Zeuler R. Lima, ricercatore, artista, designer, curatore e professore di architettura alla Washington University di Saint Louis, Missouri, si confronterà con Roberto Dulio, Professore Associato Politecnico di Milano, e Carlo Gandolfi, architetto, fondatore di Bunker-arc.

Con Francesca Molteni, curatrice, regista e autrice, sarà inoltre sviluppata una riflessione su alcuni aspetti specifici dell'agire di Lina Bo Bardi nella sua molteplice veste di curatrice, editor e agitatrice culturale.

Claudio Feltrin, Presidente di Arper, e Marco Benvegnù, Head of Corporate Brand di Arper, racconteranno l’incontro con le visioni e gli ideali di Lina Bo Bardi, avvenuto nel 2012, che ha portato alla luce un’importante identità valoriale tra l’architetto e il brand di arredo. Questo approccio ha guidato Arper nell’ideazione e organizzazione della mostra Together, dedicata alla figura di Lina Bo Bardi, e nello sviluppo della Bardi’s Bowl Chair, seduta progettata da Lina Bo Bardi nel 1951 e industrializzata per la prima volta da Arper. La Bowl Chair, realizzata in edizione limitata e numerata, è stata il frutto di un confronto costante con l’Instituto Bardi lungo tutto il percorso, condotto con un approccio in equilibrio tra l’interpretazione del progetto originale e il valore aggiunto dato dalle competenze tecniche dell’azienda.

La tavola rotonda sarà moderata da Marco Sammicheli, Direttore Museo del Design Italiano di Triennale Milano.

I Partner Istituzionali Eni e Lavazza, l’Institutional Media Partner Clear Channel e il Technical Partner ATM sostengono Triennale Milano anche per questo progetto.