Li Hongbo – A Tribute to the Classics

Pietrasanta - 27/04/2019 : 09/06/2019

Mostra A Tribute to the Classics –Li Hongbo solo exhibition, esposto per la per la prima volta in Italia da Flora Bigai Arte Contemporanea.

Informazioni

  • Luogo: FLORA BIGAI ARTE CONTEMPORANEA 1
  • Indirizzo: Via Giuseppe Garibaldi 37 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 27/04/2019 - al 09/06/2019
  • Vernissage: 27/04/2019 ore 18
  • Autori: Li Hongbo
  • Curatori: Luca Beatrice
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal martedì alla domenica 10.00-13.00/ 16.00-20.00

Comunicato stampa

Si apre Sabato 27 aprile alle ore 18, la mostra A Tribute to the Classics –Li Hongbo solo exhibition, esposto per la per la prima volta in Italia da Flora Bigai Arte Contemporanea.
Li Hongbo, uno degli artisti più eclettici del nostro tempo, partendo dall’antica tradizione cinese della carta crea sculture ed installazioni dagli effetti sorprendenti.
Dodici saranno le opere presenti in mostra tratte della serie Tools of Study dove l’artista dialoga in maniera del tutto nuova e personale con famosi capolavori della Storia dell’Arte Classica e scardinando definitivamente il tradizionale modo di fruire la scultura

Lui stesso racconta “«…» incollando, tagliando e lucidando la carta, ho realizzato delle sculture che, quando sono statiche, hanno lo stesso aspetto e profilo, persino lo stesso colore dei miei vecchi modelli in gesso. Tuttavia, gli elementi essenziali di base sono cambiati e le opere non si presentano più come semplici modelli statici di gesso ma ora rappresentano il mezzo più nuovo della mia creazione artistica, l’inizio di nuove possibilità.”
Luca Beatrice, in chiave molto contemporanea dice: “Li Hongbo, chiamato in Italia per la sua prima mostra personale nel “rifacimento” di icone assolute della classicità, approccia la questione con rara intelligenza. Ovvero, lavora su questa strana seppur manifesta contraddizione: il classico e la sua fragilità. Se pensiamo che alla Cina, in genere, si attribuisce l’arte di “copiare”, riprodurre, iperprodurre a basso costo, immagini e oggetti prelevati dal mondo occidentale, la sfida di Li Hongbo nel rappresentarle risulta ancora più intelligente e provocatoria. Immediatamente capiamo di cosa si tratta ma presto ci accorgiamo che la cosa stessa è entrata in quel processo di cambiando dei materiali che rende il risultato finale ancor più contemporaneo e urticante. E se spostiamo la questione sul piano politico ed economico, l’intelligenza di questo artista ci conferma, ancora una volta, che l’arte è altro rispetto a ciò che si vede. Andy Warhol invitava a non cercare niente dietro i suoi lavori perché tutto era esattamente in superficie. Mentiva? Bluffava? Non lo so, magari per una volta aveva torto.”
A documentare il minuzioso processo creativo dell’artista cinese, l’esposizione ospiterà un video proveniente direttamente dal suo studio di Pechino.
In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo Li Hongbo. A tribute to the Classics con testi di Luca Beatrice, Andrea Wolter-Abele, Yin Shuangxi e dichiarazioni dell’artista.


Li Hongbo è nato a Jilin, Cina, nel 1974. Formatosi in molteplici campi artistici, dalla Fine Art alla Folk Art, è meglio conosciuto per le sue sculture di carta.
Il suo lavoro è stato esposto nei musei di tutto il mondo, tra cui: National Art Museum of China (Beijing), White Rabbit Collection (Sidney) e China Asian Civilization Museum (Singapore).
Attualmente vive e lavora a Pechino.