Letteratura incisa

Bologna - 15/09/2015 : 03/10/2015

Incisioni e stampe, acqueforti e acquetinte degli studenti riprendono suggestioni nate da una varietà di testi letterari del passato e del presente, da Ariosto e Leopardi, da Hesse a Murakami, da Thoreau a Borges.

Informazioni

  • Luogo: BIBLIOTECA UNIVERSITARIA DI BOLOGNA
  • Indirizzo: Via Zamboni 33 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 15/09/2015 - al 03/10/2015
  • Vernissage: 15/09/2015 ore 18
  • Generi: disegno e grafica
  • Orari: lunedì-venerdì ore 10-18; sabato ore 9.30-13; domenica e festivi chiuso
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Arte grafica e letteratura: un connubio antico e seducente. Una relazione ambigua, incerta, piena di inquietudini. Attorno a questo complesso sistema di confronto tra “visivo” e “verbale” si sono cimentati gli studenti della Scuola di Tecniche dell'Incisione-Grafica d'Arte dell'Accademia di Belle Arti di Bologna. L'esito di questa investigazione viene presentato con una mostra di 47 opere tra incisioni, cartelle d’autore e libri d’artista all'interno dell'Aula Magna della Biblioteca Universitaria, in via Zamboni 35. L’esposizione sarà inaugurata martedì 15 settembre alle ore 18, e resterà poi aperta con ingresso libero fino al 3 ottobre


Quanto emerge nei lavori esposti è una gamma estremamente differenziata di metodologie, di approcci creativi che dalla seduzione del “disegno” della lettera dalla quale si origina il testo, dal suo “suono” grafico, procede fino al dispiegarsi delle molteplicità di senso narrativo del testo. Incisioni e stampe, acqueforti e acquetinte degli studenti riprendono suggestioni nate da una varietà di testi letterari del passato e del presente, da Ariosto e Leopardi, da Hesse a Murakami, da Thoreau a Borges.
Insomma, un’occasione per verificare una volta di più come l’esplorazione dell’artista, il “vaso d’immagini” della sua fantasia, sia in grado di sostituire all’illusione di una determinazione univoca della pagina letteraria il senso di un’inesauribile possibilità.
Letteratura incisa è in fondo questo: si tratti di incisioni singole, di cartelle o di libri d’artista, la ricchezza del rapporto tra testo e immagine è stimolo per sondare gli abissi del processo d’interpretazione. E nell’epoca del digitale, le opere dei giovani studenti dell’Accademia ci riportano alla fisicità e alla bellezza della carta, che si fa tramite materiale delle suggestioni visive e artistiche suscitate dalla letteratura.

La mostra “Letteratura incisa” è un’iniziativa promossa dal Dipartimento di Arti Visive-Scuola di Tecniche dell'Incisione-Grafica d'Arte. Il progetto e il coordinamento sono a cura di Maria Agata Amato. I testi del catalogo sono di Rita De Tata, direttrice della Biblioteca Universitaria, di Enrico Fornaroli, direttore dell’Accademia di Belle Arti, dei docenti Maria Agata Amato, Bruno Bandini e Beatrice Buscaroli.