Letizia Fornasieri / Alessandra Giovannoni

Milano - 04/12/2012 : 12/01/2013

Galleria Rubin presenta la doppia personale di: Letizia Fornasieri e Alessandra Giovannoni. In mostra una selezione di opere su carta di medio e piccolo formato di recente produzione.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA RUBIN
  • Indirizzo: via Santa Marta 10 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 04/12/2012 - al 12/01/2013
  • Vernissage: 04/12/2012 ore 19
  • Autori: Letizia Fornasieri, Alessandra Giovannoni
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: martedì – sabato, 14.30 - 19.30 e su appuntamento

Comunicato stampa

Galleria Rubin presenta la doppia personale di: Letizia Fornasieri e Alessandra Giovannoni

In mostra una selezione di opere su carta di medio e piccolo formato di recente produzione.
Accomunate da una grande sensibilità nell'uso del colore e un forte interesse per la natura e l'ambiente urbano, sviluppano la loro ricerca con tecniche diverse ma entrambe condividono un'attenta lettura della realtà che le circonda, dell'ambiente naturale e cittadino.
Un confronto su due percorsi che viaggiano in parallelo, quello di Fornasieri a Milano e quello di Giovannoni a Roma.
Letizia Fornasieri espone lavori realizzati a olio su carta fotografica che ritraggono filovie e tram nel traffico milanese. A questi soggetti si aggiungono quelli floreali, di una natura 'cittadina' nascosta nei giardini privati e negli orti botanici. Natura che si ritrova anche nelle 'passeggiate' dei parchi romani di Alessandra Giovannoni. Che presenta una serie di tecniche miste su carta di medio formato.
Opere che regalano uno sguardo nuovo sulla produzione delle due artiste. Lavori che fanno parte di una ricerca creativa più sperimentale, intima e libera. Prendendo in prestito le parole di Alessandra Giovannoni, non si tratta di bozzetti delle opere su tela: .


Letizia Fornasieri è nata a Milano nel 1955. Diplomata in pittura all’Accademia delle Belle Arti di Brera. Nel 1981 vince il Premio San
Fedele Quadro Giovani, Galleria San Fedele, Milano. Nel 1995 riceve il Premio di Pittura Carlo Dalla Zorza, esponendo nel 1996 alla
Galleria Ponte Rosso di Milano. Pittrice della nuova figurazione italiana, quotata nel collezionismo e molto amata dal pubblico
ha al suo attivo numerosissime personali e collettive in Italia e all’Estero. Per diversi anni ha ricoperto il ruolo di insegnante di
materie artistiche, poi lasciato per dedicarsi completamente alla pittura.
Nella partecipazione alla XIV Quadriennale di Roma (2005) il suo quadro “Milano Tram” è stato acquistato dalla Collezione della Camera dei Deputati del Parlamento Italiano di Montecitorio. Letizia Fornasieri ha inoltre realizzato numerose opere di carattere religioso, collocate in alcune chiese lombarde. A Milano la “Via Crucis” nella Chiesa di Gesù a Nazaret, composta da un trittico e da una serie di quadri. Di lei hanno scritto Rossana Bossaglia, Giorgio Mascherpa, Paolo Biscottini, Cecilia De Carli, Aurelio Picca, Luca Doninelli, Elena Pontiggia, Roberto Perrone, Maurizio Cucchi, Flavio Arensi, Vladek Cwalinski, Lorenzo Canova e Luca Beatrice.


Letizia Fornasieri, Calle, 2012, olio su stampa fotografica, 40 x 50 cm, courtesy Galleria Rubin, Milano




Alessandra Giovannoni è nata a Roma nel 1954. Negli anni Settanta, ha frequentato la Facoltà di Architettura. In seguito si è iscritta
all’Accademia di Belle Arti, diplomandosi nel 1982 con Emilio Greco in scultura. Negli anni Ottanta ha frequentato i corsi di tecniche
incisorie della Calcografia Nazionale di Roma. Ha realizzato scenografie per alcuni film ed eseguito decorazioni parietali per diverse
abitazioni private e per l'Albergo Barocco di Roma. Le opere fanno parte della collezione permanente di musei come: GAM di Roma, Museo di Avezzano (AQ), Museo de'arte sacra del Santuario di S. Gabriele (TE), Museo di Villa San Giovanni (RC). Oltre alla Collezione di Arte Contemporanea della BNL. Le sono stati conferiti vari riconoscimenti, tra questi: il Premio Avezzano (1999) e quello per la pittura del Premio Internazionale Erice (2000). Nel 2005 vince il Premio Kiwanis e nello stesso anno viene invitata alla XIV Quadriennale di Roma, per la seconda volta. Nel 2008 si è aggiudicata ex aequo con Oan Kyu, la LIX edizione del Premio Michetti.